Cirielli ritorna Carabiniere e "scarica" Sica dall'Aeroporto

Il PD: E ora Sica lasci anche la poltrona di Sindaco

Sica non poteva essere Assessore Regionale; non può essere Presidente dell’Aeroporto; perché rimane ancora a fare il Sindaco?

Ernesto Sica

PONTECAGNANO – Era ora finalmente, che si prendesse la decisione di estromettere Ernesto Sica dalla Carica di Presidente dell’Aeroporto Costa D’Amalfi. L’intesa tra la Provincia di Salerno e la Camera di Commercio sullo scalo aeroportuale ha comportato l’azzeramento di tutti i vertici, ma anche polemiche. Polemiche che si orientano su diversi fronti: Il primo, la liquidazione del Direttore Amendola con 50mila euro di buonuscita; il secondo, è sicuramente il Piano Alitalia, che vedeva contrario Augusto Strianese,  ora favorevole sulle posizioni di Cirielli; il terzo, nuovi equilibri interni alla Camera di Commercio, che hanno comportato un cambio di direzione; quarto un eventuale ricorso, poiché l’argomento non era iscritto all’o-d.g..

Polemiche sul filo di un rasoio, anche perché Il Sindaco di Pontecagnano non accetterà supinamente questa decisione, che lo vede direttamente scaricato dal suo originario protettore e c’è da aspettarsi una reazione che sicuramente è foriera di altre novità.

Ma l’atto politico ormai è consumato ed ha prodotto i suoi effetti, resta comunque incomprensibile e non si riusciva a capire come mai Edmondo Cirielli lo tenesse ancora in piedi, sostenendolo, pur essendo stato estromesso da Assessore Regionale della Giunta Caldoro, per aver costruito un Dossier su Caldoro, che gli attribuiva frequentazioni con viados, dossier inventato di sana pianta, per favorire la Candidatura a Governatore dell’ex Sottosegretario e Coordinatore Regionale PdL, Nicola Cosentino.

Di quel dossier si è venuto a conoscenza a seguito di indagini che hanno interessato alcuni affari che un gruppo di persone, successivamente chiamati “Loggia P3“, violando la Legge Anselmi, in associazione fra loro, secondo gli inquirenti, perseguivano con atti poco corretti e con mezzi non legali, obiettivi in contrasto con le leggi e le Istituzioni.

Le indagini hanno reso noti i nomi del Coordinatore Nazionale Denis Verdini, del Senatore Marcello Dell’Utri, del Coordinatore Regionale Nicola Cosentino, di faccendieri come Flavio Carboni e di alcuni magistrati, tutti in concorso tra loro per ottenere favori, promozioni, appalti, candidature, insomma una bella combriccola che certo non voleva fare beneficenza.

Alla notizia della “caduta” di superSicaman dal Consorzio di gestione dello scalo aeroportuale, il Partito Democratico di Pontecagnano Faiano commenta la vicenda delle nuove nomine ai vertici dell’aeroporto Salerno Costa d’Amalfi affermando: “E’ stato determinato un atto di giustizia politica, che diversi organi del Pd (Vincenzo De Luca,  Gianni Iuliano, Luca Cascone, Nicola Landolfi ed il gruppo consiliare di Pontecagnano Faiano) avevano ripetutamente richiesto in nome di una trasparenza amministrativa che oggi è stata in parte ristabilita.

Prendiamo atto di questo risultato, ma auspichiamo un’uscita di scena dei politicanti dalla gestione di questo servizio, affinché prevalgano adeguate competenze tecnico-professionali, le quali mettano fine a giochi di improvvisazioni, tatticismi e sotterfugi”.

In merito alla questione della richiesta di dimissioni, ad Ernesto Sica, dalla carica di Primo Cittadino di Pontecagnano Faiano, il Pd aggiunge: “Dopo essere stato defenestrato dal ruolo di Assessore Provinciale, Assessore Regionale e Presidente del Consorzio di gestione dello scalo Salerno Costa d’Amalfi, il Sindaco di Pontecagnano Faiano prenda atto dei suoi fallimenti e lasci anche quest’ultima poltrona”.

In questa vicenda, veramente grottesca, che ricalca in piccolo episodi nazionali, non si era distinto il Presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli, il quale ha sempre minimizzato l’accaduto, fino ad arrivare a giustificare Sica e i suoi comportamenti ritenendo che non fossero reati tali da pregiudicare il suo ruolo.

Cirielli, come faceva a giustificare la revoca da assessore di Ernesto Sica, atteso che il suo comportamento ne aveva decretato l’esclusione e tenerlo ancora in piedi all’Aeroporto e non pretendere anche le dimissioni da Sindaco?

Finalmente in Cirielli è prevalso il Carabiniere, l’uomo di Legge, e ha decretato la fine di un’avventura. Basterà per il momento dire al Presidente Cirielli: Bentornato tra noi, e da ora in poi difendiamo insieme la legalità, o magari Sica è semplicemente ingombrante e quindi andava scaricato? Staremo a vedere dalle prossime mosse.

Una cosa è certa: se per opportunità Sica non poteva essere Assessore Regionale; non può essere Presidente dell’Aeroporto; perché rimane ancora a fare il Sindaco?

10 AGOSTO 2010

9 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. In fondo per quel ragazzo che andava in giro a dare pizzicotti in faccia alla gente di origine contadina, un pò mi dispiace.
    Temo anche una sua caduta psicologica e forse non è giusto accanirsi anche perchè tutto il paese di Pontecagnano l’ha sempre appoggiato e difeso dai tempi della ” Miriade”.
    Sica è stato votato a sinistra da quelli di sinistra poi a destra da quelli di ” sinistra e destra”, non sò se Pontecagnano è un paese di Sinistra o di Destra certamente è un paese di ” cambiabandierafacili”.Si va con chi può ” apparare il permessino di costruire…il permessino di ristrutturazione…la licenza del bar…del ristorante …dell’hotel il capannone agricolo…insomma una politica terra terra.
    Io penso che Sica sta rotolando e ha fatto solo i primi 500 metri dei 2 km di discesa, però non è giusto infierire specie se chi lo fà è stato qualcuno che ” si calava le mutande a sentire il suo nome” .Nella terra del papà di questa gente c’è ne tanta!!
    Comunque io ritengo che abbia pestato i piedi a qualche eminenza grigia potente e sconosciuta ai più….forse vicina ai……e sia iniziata una reazione a catena innescata ad arte( a volte le chiese dove si fa la croce per entrare non sono sempre quelle dove c’è una grossa cupola e un alto campanile)

  2. Caro Ernesto tu che dai del” uè tesò” oppure ” amò dimmi” a tutti, anche a silvio, adesso nessuno più ti c…..a. E’ proprio vero come dice sic , a pontecagnao tutto era possibile, voui fare una casa ti facciamo una variantina, vuoi fare un casa in campagna….dai inizia con un deposito agricolo…e poi vediamo. Ne vigili ne tecnici comunali si sono accorti di ciò che stava succendendo …nemmeno gli ambientalisti e a pontecagnano ce ne sono è. Si è accorto di tutto ciò un semplice pm che vive a salerno

  3. sono di eboli che devo dire viva Cariello viva Cirielli
    Eboli fa schifo, cambio paese.
    No non mi distruggerete resisto anche perche non so dove andare,piano piano vi distruggerò

  4. OGGI LO SCARICA CHI FINO A POCO TEMPO FA LO CALDEGGIAVA, CHE ATTEGGIAMENTO TIPICAMENTE ITALIANO, LA VITTORIA HA MOLTI PADRI MA LA SCONFITTA E’ ORFANA!

  5. che bel governo che abbiamo prima cioè la vecchia repubblica aspettava il 31 dicembre per i rincari e i ritocchi alle manovre economiche .Invece adesso inizano quando gli pare ,il rincaro del 1agosto ,quello del 12 agosto e poi la regione ci farà il regalo della sanità tanto non se ne accorgerà nessuno perche già non funziona,quindi il piano Zuccatelli passerà sicuramente anche perche non abbiamo una squadra politica vincente.
    Ma a quale ferie debbo pensare con questi presupposti dove sono i soldi per attraversare il ponte di San Giovanni al massimo si potrà andare all’Ermice per buttarsi dal di sotto e rinfrescarsi .
    Che merda è la vita cosi.
    Poi ti fermi e dici ci sono gli altri che stanno peggio di me ,ma tra questi non ci sono i nostri politici
    che peccato,

  6. sono disgustato da come si agisce e si usano le parole. c’è ipocrisia e falsità, di vero c’è un ragazzo..ernesto, che davvero amava far politica fino a rinunciare alla sua spensieratezza per prendersi i problemi di tutti( e ne ha fatto di bene) fino a trovarsi colpito nel momento più difficile in modo scorrettissimo, E’ onesto e genuino ed il suo buonuomore dava fastidio a qualcuno che il sorriso non l’ha mai avuto. Resta un vincente e vincerà ancora. Noi siamo con te.

  7. l’invidia è una brutta bestia!!!

  8. abbiamo il dovere di sostenerti in questo momento. hai dato molto per molti, spendendo l’anima. ignora le cattiverie e l’invidia che ti circonda e vai avanti come solo tu sai fare. vedrai che risorgerai alla grande come è grande il tuo cuore. Forza Ernesto…

  9. Sic io non penso che in fondo le cose stiano proprio come dici tu…se così’ fosse stato, la carriera di quest uomo politico sarebbe finita già da un pezzo..proprio perchè qualcuno lo avrebbe smascherato..ma così non è stato anzi..e non mi riferisco semplicemente alla scalata politica che ha avanzato bensì al tipo di persona che è..seppoi si pensa a come in un momento di difficoltà si venga abbandonati in primis da chi ti seguiva e pendeva dalle tue labbra per tirarne conclusioni allora si sarà che dici tu…di permessi e variantine non se ne parla, anzi!
    Ernesto non mollare, questo periodo passerà!!!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente