E’ la Fine! Maggioranza in “fuga” dal Consiglio

“Santomauro & c.” rappresentano un problema per la città, sono il “passato”, un pessimo passato! Ora Battipaglia deve guardare avanti. E Etica preannuncia per il 31 marzo un comizio.

Maggioranza, Sindaco e Giunta in fuga, abbandonano alla propria sorte i 48 lavoratori e la Società Nuova Srl.

Aula Consiliare Battipaglia

BATTIPAGLIA “Ormai siamo arrivati alla fine! – Scrive in una nota politica Cecilia Francese leader del Movimento Politico Etica per il Buongoverno, all’indomani del Consiglio Comunale nel quale si sarebbe dovuto discutere delle sorti della Società Nuova Srl –  Il Consiglio Comunale era stato convocato martedi’ scorso per discutere di una questione delicatissima: LA SORTE DELLA SOCIETA’ COMUNALE “NUOVA SRL”, dove 46 persone, corrono il rischio di ritrovarsi disoccupati dall’oggi al domani. 46 famiglie corrono il rischio di conoscere la disperazione della venuta meno del reddito familiare.

Un tema delicatissimo quindi, che avrebbe richiesto il massimo dell’impegno politico ed istituzionale di tutto il Consiglio Comunale, anche per dare un segnale di impegno, di solidarietà, di disponibilità a quei lavoratori che martedì riempivano la sala del Consiglio cercando, disperatamente di capire quale fosse il futuro che gli si prospettava.

Tutto cio’ non c’e’ stato! – si rammarica Cecilia Francese – I lavoratori hanno assistito ad una scena deprimente, vergognosa, addirittura imbarazzante: i banchi della maggioranza semi-vuoti ed i banchi riservati alla giunta comunale, dopo l’uscita del sindaco (per impegni personali!) completamente vuoti. Non c’era il vice-sindaco, non c’era un assessore, non c’era un dirigente. Niente! Una immagine desolante che ha dato plasticamente l’idea di come e’ ridotta questa amministrazione e questa maggioranza.

Eppure se la questione NUOVA SRL si è incancrenita a tal punto, la responsabilità sta tutta in capo ad una amministrazione pasticciona e incapace – che a giudizio di Cecilia Francese e di Etica per il Buon Governo-:

Cecilia Francese

1) si è dapprima inventata lo sdoppiamento di Alba-Nuova, nella speranza di fa svanire ,come per incanto la massa debitoria che quella società si portava dietro. Operazione miseramente fallita! Ma ha creato una prima divisione dei lavoratori, una parte con “Alba srl” cui affidare la gestione dei rifiuti; una parte 46 affidati alla divina provvidenza: e di cui 18 sulla strada del licenziamento.

2) si è inventata la reinternalizzazione di alcuni servizi inventandosi la assunzione comunale di 28 di quei 46 dipendenti non entrati in “Alba srl”, dando una illusione cinica e cattiva, sapendo che quei lavoratori non potevano essere assunti dal comune in quanto l’ente locale sfondava gia’ la percentuale di spesa del personale sulla spesa corrente fissato dalla normativa vigente; disperatamente le opposizioni, Etica innanzitutto aveva chiesto di verificare la fattibilita’ di questa operazione.

3) agli inizi di febbraio arriva una sentenza della Corte dei Conti a sezioni riunite (cioè al livello più alto possibile!) e di cui noi di Etica abbiamo dato subito notizia sollevando l’allarme, che boccia clamorosamente l’ipotesi messa in piedi dalla amministrazione comunale: i lavoratori non possono essere assorbiti, perchè si sfonda quel parametro di spesa, e perchè per essere assunti al Comune è necessaria la procedura concorsuale.

Ora dinazi a questa situazione cosi’ complessa – prosegue con rammarico la nota della Francese – c’era bisogno del massimo della responsabilita’ e dello sforzo. Ci saremmo aspettati la costituzione di un tavolo tecnico-politico attivando tutte le migliori energie e professionalita’ del comune per affrontare la situazione. Niente! Il quadro e’ stato quello che abbiamo disegnato prima: banchi desolatamente vuoti, maggioranza silente ed in palese imbarazzo.

Una vergogna!

Ormai – si chiede  Cecilia Francese – la domanda non puo’ che essere una: puo’ una maggioranza cosi’ sbandata, una amministrazione ormai inesistente, rappresentare una citta’ cosi’ complessa come Battipaglia, che invece, come l’aria, ha bisogno di una governo cittadino degno di questo nome e con idee e progetti all’altezza dei problemi?

Noi siamo convinti – prosegue la leader di Etica per il Buongoverno – che ormai “Santomauro & c.” rappresentino un problema per questa citta’ rappresentano il “passato” (ed anche un pessimo passato!) Ora Battipaglia deve guardare avanti. E’ diventato indispensabile ridare la voce ai cittadini che col voto diano spazio ad una nuova esperienza di governo. – E concludendo la sua nota Etica per il Buongoverno preannuncia Saremo in piazza il 31 marzo raccolti intorno alla nostra leader, Cecilia Francese, a rappresentare alla citta’ il dramma che si sta vivendo ed a chiamare i battipagliesi a diventare protagonisti, insieme a noi, della costruzione del progetto per la Battipaglia del futuro. Invitiamo fin da oggi tutti i battipagliesi a partecipare, a prendere la parola, a far sentire le proprie idee.

Battipaglia, 22 marzo 2012

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Una Battipaglia senza speranza. Consegnata nelle mani di persone inadeguate e che non hanno nemmeno il pudore di nascondersi.Peccato.

  2. Questa amministrazione resterà nella storia di Battipaglia per incapacità politica e burocratica, spendacciona e poltronaia, infida e castigatrice e proprio uno schifo non si poteva cadere più in basso, non mi spiego queste persone come e con quale faccia andranno a chiedere i voti alle prossime elezioni, penso che saranno premiati con un mongolino d’oro.

  3. Maggioranza e opposizione sono della stessa pasta. Li dobbiamo accappottare a tutti quanti!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente