Manifestazione a “Casa Bethlemme ricordando Falcone e Borsellino

Manifestazione in ricordo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino che si è tenuta questa mattina presso “Casa Bethlemme – Villa Falcone Borsellino”, sita in via Marina di Eboli.

“Camorra: parliamone. Realta’ a confronto”: una tavola rotonda in ricordo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Giovanni Falcone-Paolo Borsellino

EBOLI – Questa mattina, presso “Casa Bethlemme – Villa Falcone Borsellino” – in via Marina di Eboli in località Campolongo – si è tenuta una tavola rotonda in ricordo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino dal titolo: “Legalità in gioco, manifestazione in ricordo di Giovanni Falcone e  Paolo Borsellino”.

La giornata, organizzata dalla Caritas Diocesana di Salerno – Campagna – Acerno, ha visto la partecipazione, insieme ai ragazzi delle Scuole Medie Inferiori dei Comuni di Eboli, Battipaglia e Pontecagnano Faiano, di S. E. Monsignor Luigi Moretti Arcivescovo Salerno-Campagna-Acerno; Franco Roberti Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Salerno; Antonio D’Amore Referente Provinciale dell’Associazione Libera di Napoli; Giovanni Santomauro Sindaco di Battipaglia; Ernesto Sica Sindaco di Pontecagnano Faiano e il Sindaco di Eboli Martino Melchionda.

Modera Don Marco Russo Direttore Caritas Diocesana.

L’obiettivo della manifestazione è quello di sensibilizzare e far conoscere alle nuove generazioni, attraverso le tematiche della giustizia e della pace, il senso di legalità e di appartenenza al territorio. I giovani sono il terreno fertile della nostra società e ognuno di noi ha l’obbligo morale di dare loro quei valori fondanti per farli crescere sia da un punto di vista umano che spirituale e sociale.

Difatti, attraverso un momento ludico-formativo,  sono stati ricordati ai ragazzi i due esemplari magistrati nell’ambito della lotta contro la mafia siciliana.

A riguardo interviene il Sindaco di Eboli Martino Melchionda: “E’ stata una manifestazione di grande interesse, che ha visto la presenza attiva e partecipe di tanti giovani studenti ai quali è stata consegnata un’eredità importante: il nobile esempio di due grandi uomini che hanno dedicato la propria vita alla lotta contro la mafia.

Teatro della manifestazione, inoltre, è stato un luogo confiscato alla camorra e, dunque, simbolo della legalità, della giustizia e della pace consegnato,oggi, alla Caritas che quotidianamente opera nel sociale, offrendo un importante azione di aiuto e supporto nei confronti dei più deboli.

Un importante riscatto che lancia un messaggio di ottimismo per il future delle giovani generazioni”.

Eboli, 30 ottobre 2012

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente