Lenza rivendica il successo: Fratelli d’Italia è il 4° Partito

Con 1209 voti, il 6.3% degli ebolitani hanno scelto Fratelli d’Italia. Un successo di un Partito nato in 40 giorni.

Lenza: Questo è un risultato che, di fatto, cambia completamente lo scenario politico di una città che ha sonoramente bocciato l’attuale maggioranza e tutta la classe dirigente di sinistra che ci amministra da oltre un ventennio che dovrebbe rimettere il mandato agli elettori.

Lazzaro Lenza

Lazzaro Lenza

EBOLI – Riceviamo e volentieri pubblichiamo l’intervento del Consigliere Comunale Lazzaro Lenza, eletto nel Popolo delle Libertà e successivamente aderente e Candidato alla Camera dei Deputati di Fratelli d’Italia Centrodestra Nazionale, il Partito fondato a Livello Nazionale dalle costole del PDL da Giorgia Meloni, Guido Crosetto, Ignazio La Russa, avente come referente provinciale l’ex Presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli e l’ex senatore Nino Paravia.

Lenza fa due conti e valuta il suo impegno come un impegno elettorale importante, tenuto conto dei tempi che assegnano in Città una percentuale in linea con quella Provinciale ma di gran lunga superiore ai dati regionali e nazionali, che risultano rispettivamente del doppio e del triplo. Un successo per Lenza che colloca questo Partito nuovo al quarto posto in Città. Risultato però fortemente criticato dalla classe politica del centrodestra provinciale che si richiama al PDL che contesta a Cirielli e ai suoi l’aver gestito potere e il non aver ottenuto risultati.

di Lazzaro Lenza
Consigliere Comunale Fratelli d’Italia

“Da qualunque lato lo si guardi, il risultato conseguito da Fratelli d’Italia ad Eboli è un piccolo miracolo. Un partito nato 40 giorni fa è riuscito a diventare il quarto partito della città dietro i grandi partiti d’opinione che in quest’ultima tornata elettorale hanno fatto incetta di consensi, solo grazie ad un martellante battage mediatico da cui noi di FdI siamo stati sistematicamente esclusi. Abbiamo ottenuto il 6,3% dei voti, 1209 persone hanno scelto il nostro simbolo alla camera dei deputati, un dato perfettamente in media con il trend provinciale, condizionato dalle altissime percentuali di voto ottenute dal partito nelle sue roccaforti di consenso, perché veicolato da amministratori locali di maggioranza, consiglieri provinciali o consiglieri regionali. Un dato ancora più significativo se confrontato con quelli di città in cui le condizioni di partenza erano le stesse. Un dato doppio rispetto alla media regionale e triplo di quella nazionale.

Ringrazio di cuore tutte le persone che in queste 3 settimane hanno condiviso con me questa avventura e che hanno accettato la sfida nel campo minato della ricerca del consenso occhi negli occhi degli elettori, riuscendo a spiegare loro che Fratelli d’Italia – Centrodestra Nazionale rappresenta il centro destra che si può votare a testa alta. Il dato assume un significato ancora maggiore se si tiene conto della magnifica “remontada” di Silvio Berlusconi che anche a Eboli e soprattutto nelle periferie (dove il sottoscritto ha sempre vantato più consenso) ha veramente assunto carattere di schiacciante vittoria annichilendo tutte le altre forze politiche. Adesso, tuttavia, è il momento però di pensare al futuro, di pensare alla nostra città.

Una città martoriata che sta vivendo uno dei momenti più bui della sua storia repubblicana. In città oramai si aggirano i fantasmi, persone che in queste elezioni politiche hanno provato a verificare la propria forza in virtù delle azioni amministrative di questi ultimi 3 anni, ricevendo una sonora “scoppola” elettorale. Penso al PD che perde migliaia di voti rispetto alle primarie di partito, con uno scarto tra camera (dove erano candidati 2 ebolitani) e senato che la dice lunga sulla rappresentatività dei candidati. Penso al’UDC e a Centro Democratico che sebbene schierassero i pezzi da novanta di quest’amministrazione comunale hanno subito una vera e propria debacle. Penso alla sinistra estrema lacerata al suo interno e incapace di captare i voti della protesta da sempre a loro appannaggio, intercettati tutti dalla ventata del movimento di Grillo.

Questo è un risultato che, di fatto, cambia completamente lo scenario politico di una città che ha sonoramente bocciato l’attuale maggioranza e tutta la classe dirigente di sinistra che ci amministra da oltre un ventennio. Questo è il dato che emerge chiaro dal voto e che sancisce l’esaurimento di un credito di fiducia che i cittadini ebolitani avevano consegnato nella mani della sinistra in questa città alle scorse elezioni amministrative. Questa classe dirigente dovrebbe render conto della scelta democratica popolare, ammettere di non avere più la maggioranza dei consensi in città (le forze di maggioranza, a stento raggiungono il 23%, mentre il solo centro destra rappresentato in consiglio comunale è quasi al 40%) e rimettere il proprio mandato nelle mani degli ebolitani in un momento di scelte cruciali per la città e per il futuro dei nostri figli che questa classe politica non ha più alcuna credibilità né fiducia da parte della città per attuare”.

Eboli, 28 febbraio 2013

8 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. x lenza
    non ti allargare altrimenti quelle volpi di busillo e cardiello penseranno a ridimensionarti
    p.s.
    la politica è per chi ha tempo da perdere e tu da medico non nè dovresti avere (almeno spero per i tuoi pazienti)

  2. Egregio Sig. Lenza mi scusi un paragone sportivo.
    Non so se Lei segue il calcio; comunque alla prima partita di campionato in Serie A il Palermo dopo aver conquistato i 3 punti in palio era al PRIMO POSTO IN CLASSIFICA; tutti i tifosi siciliani già GODEVANO, solo che poi alla fine del campionato purtroppo sarà: SERIE B.
    Siate seri e prima di parlare soltanto dopo appena 24 ore, aspettate un pò, MAGARI QUALCHE ANNO, consolidate i risultati e poi sì che potete ergervi a VINCITORI.
    P.S.: Questo vale anche per Busillo, Cardiello ecc…..

  3. schiacciante vittoria,annichilito gli avversari,ma stat buon dottò? un consiglio” cambiate spacciatore”

  4. egregio dottore,fratelli d’italia è stato un flop,ha eletto solo il “fuggitivo” dalla provincia Cirielli,ringrazi,(rumors cittadini e dunque vox populi), l’appoggio di Carmelo e del manipolo elaion-sanatrix DI VOTI che hanno dirottato LE PREFERENZE dal pd al suo partitino,x questioni molto + pratiche della vana politica dei massimi sistemi…buone cose e pensi a fare il medico

  5. Cirielli a eboli aspettava di prendere almeno il doppio con una percentuale voti almeno vicina alla media dei comuni del cilento (13%).
    Il 6% è assolutamente sottto le sue attese anche perchè ad eboli “HA INVESTITO TANTO” in questi ultimi 2-3 anni……
    Ovviamente lenza non ha alcuna colpa…è chiaro a tutti essere una brava persona, dall’immagine pulita e che segue correttamente le indicazioni che gli giungono…..penso invece che l’ex-compagno ed ora “capo-zona” di cirielli si prenderà una bella strigliata!!!
    Anche perchè 1000 voti cirielli ad eboli li prendeva da solo…
    Saluti.

  6. Cirielli ringrazi il CONTE della zona,a quanto pare il preferito DAL POTENTATO,quindi di seguito tutti i voti ricollegabili al Divin Carmelo si son mossi in quella direzione,IL RESTO SOLO CHIACCHIERE DA BAR!

  7. se andate alla sezione provicia di salerno troverete il mitico manuel borrelli amico di…………..www.youtube.com/watch?v=C0wZtA1npig

  8. ULTIMISSIME: CIRIELLI IL LEADER DEL MOVIMENTO DI DESTRA FRATELLI D’ITALIA, E’ STATO RINVIATO A GIUDIZIO PER DIFFAMAZIONE VS GAGLIANO,UNA LOTTA INTERNA FATTA DI CONTRASTI INSANABILI,COSA FARA’ L’EX UFF. DEI CC,SI NASCONDERA’ DIETRO L’IMMUNITA’,OPPURE COME UN COMUNE CITTADINO STARA’ ASSISO IN UN PROCESSO PENALE,I “FRATELLLI D’ITALIA”,ATTENDONO IN ANSIA!
    NON UN BEL VIATICO….

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente