Continuano i controlli sulla Differenziata: Contestate 16 violazioni

Raccolta differenziata: continuano i controlli serrati. Questa mattina contestate 16 violazioni al regolamento integrato di gestione dei rifiuti.

Il Sindaco di Eboli Melchionda: “Non abbassiamo la guardia, il rispetto dell’ambiente resta prioritario per l’amministrazione comunale”.

.

EBOLI – Questa mattina gli uomini del Nucleo Ecologico Ambientale della Polizia Municipale, coadiuvati da personale Sarim,  hanno effettuato un serrato controllo del territorio a fine di sanzionare i comportamenti scorretti di quanti continuano a violare il Regolamento Integrato di Gestione dei Rifiuti.

I controlli si sono concentrati nel centro urbano, con particolare attenzione all’asse viario lungo la Statale 19 e alle zone ad esso adiacenti, via Italia e zone limitrofe, e nei rioni Borgo e Paterno.

Nel corso dell’attività di verifica sono state contestati 16 verbali di violazione al Regolamento Integrato di Gestione dei Rifiuti ed alle ordinanze sindacali in materia ambientale.

A riguardo interviene l’assessore all’Ambiente del Comune di Eboli Ilario Massarelli: I dati relativi alla percentuale di raccolta differenziata continuano ad essere confortanti. E’ di oggi la notizia che i quantitativi di carta e cartone, raccolti nelle scorse settimane, ed analizzati a campione da Comieco, sono di ottima qualità, avendo una percentuale di impurità di circa il 2%.

Ne consegue che il consorzio di filiera riconoscerà un ristoro più alto per i materiali a base cellulosica, avviati al recupero dal Comune di Eboli. Per continuare su questa stradaconclude l’assessore Massarelli –  occorre portare avanti  l’attività di monitoraggio del territorio”.

“Il fatto che, – dichiara il Sindaco di Eboli Martino Melchionda grazie al lavoro della Polizia Municipale e delle Guardie Ambientali, si registrino numerose sanzioni, non è per noi motivo di esultazione. Al contrario, questo significa che, ancora oggi, molte persone continuano a non rispettare l’ambiente e la nostra Città.

Sia chiaroconclude il primo cittadino – che l’attività di controllo continuerà senza sosta fino a che non si potrà prendere finalmente atto del cessare di tali cattive abitudini, di cui è responsabile una minoranza di ebolitani”.

Eboli,  30 aprile 2013

5 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Migliorare x migliorarsi, fa bene l’assessore Massarelli nel dire di voler portare avanti il monitoraggio di tale problematiche, come nello stesso tempo dice bene Melchionda che tali controlli finiranno quando si avrà preso atto che tutti si applicano alle buone maniere…Ambiente e sicurezza sono di noi tutti, ricordiamolo e ricordiamocelo senza sfuggire a questi atti di responsabilità per una società sempre più migliore e per una eboli che cresce…altrimenti poi che ci lamentiamo a fare se non si fa il nostro dovere.-

  2. io propongo la pubblicazione del percorso che fanno i rifiuti

  3. anche a me piacerebbe sapere il percorso dei rifiuti, ma ancora di più
    piacerebbe trovare un’altra soluzione al vedere cumuli di immondizia
    davanti ai portoni, è na vera schifezza!!!!

  4. E’ vero che nel centro antico ci sono molti abitanti non censiti ovvero molti di questi che pur iscritti all’anagrafe non risultano nell’archivio ex TARSU?
    Sarebbe interessante che qualcuno incrociasse le banche dati perché, signori, se qualcuno ancora non ,lo sa la spazzatura che si paga è in base al quantitativo smaltito l’anno precedente. Atteso che il costo della tassa deve coprire il 100% dei rifiuti se tra questi ce n’è anche di chi non paga (e ce ne sono tanti) il costo verrà scaricato sui soliti fessi per raggiungere il 100% di cui sopra.
    Propongo:
    – censimento nel centro antico e monitoraggio con telecamere (ci sono ma sono inefficienti visto che la munnezza viene depositata sempre nei soliti posti, a qualsiasi ora, segno che non ci sono sanzioni “educative”). Per il centro antico proporrei che l’omino passasse anche più volte al giorno nei giorni prefestivi (sabato e domenica) visto che cominciano ad arrivare comitive di turisti ed è una vergogna, accanto ai monumenti, vedere cataste di spazzatura.
    – controllo del pagamento della tassa da parte di chi riceve contributi di qualsiasi tipo dal Comune: se evasore riduzione o azzeramento del contributo fino a concorso della tassa non pagata.

  5. @ basta senza molte cervellotiche soluzioni dotare di una semplice tessera magnetica ogni utente e fare pagare x quel che si produce( vantaggi sicuro x pensionati) umido carta cartone plastica ed altro , altro che lucchetti e telecamera o percossi dei rifiuti … buona notte

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente