Ancora furti a Fisciano: Il Sindaco Amabile chiede il Commissariato di Polizia

Furti a Via Macchione: il Sindaco di Fisciano esclude che siano imputabili all’assenza di illuminazione pubblica.Indispensabile un’azione di contrasto e di individuazione dei terminali di ricettazione.

Per Amabile, un sistema di controllo, la sicurezza, la tutela del territorio e dei cittadini è il primo obiettivo. E chiede per l’intera Valle dell’Irno, la trasformazione del posto di polizia presente nel Campus Universitario in Commissariato di Polizia.

Tommaso_Amabile

Tommaso_Amabile

di Massimo Del Mese (da POLITICAdeMENTE)

FISCIANO – Il sindaco del Comune di Fisciano, Tommaso Amabile, interviene sulla questione dei furti in via Macchione alla frazione Lancusi, per chiarire la vicenda legata all’illuminazione pubblica presente lungo quest’arteria di collegamento viario. Uno dei proprietari di una villetta in costruzione, che ha subito tre furti di materiale edile in un mese con un danno di circa 10mila euro, ha sostenuto che i ladri sarebbero favoriti nella loro azione a causa dell’assenza di illuminazione pubblica dall’una di notte in poi.

Il problema dei furti è sicuramente in aumento, e per questo è preoccupante, si ruba ormai di tutto, a Eboli sono state rubate tutte le grate dei tombini in ghisa, nella Piana del Sele i furti nelle abitazioni di campagna, di rame a Battipaglia, così come è di ieri la notizia del rallentamento dei collegamenti ferroviari tra Salerno e Napoli, per un furto di cavi di rame, e non parliamo dei continui furti di pannelli solari nei tanti impianti realizzati in provincia di Salerno. Si dice vi sia una o più bande di cittadini comunitari ed extracomunitari, che si dedicano ai furti su vasta scala, con l’appoggio della delinquenza locale che si interesserebbe della ricettazione, che operano in provincia e che per smascherarli, sarebbe indispensabile un’azione di contrasto che andrebbe sicuramente dal controllo, ma anche intensificando indagini sui terminali di ricettazione e sui successivi riccollocamenti delle merci sul mercato.

Il primo cittadino di Fisciano, ha sottolineato che la scelta operata dall’amministrazione pubblica di interrompere l’illuminazione pubblica è legata a una logica di risparmio energetico. “Dispiace quanto accaduto – sottolinea Amabile ma i furti compiuti non si possono certo imputare all’assenza di illuminazione pubblica su una strada extraurbana. La scelta di far rimanere attiva l’illuminazione nei centri urbani e di interromperla a un certo orario in quelli extraurbani non è stata semplice, ma era quella più logica perché permette di ottenere anche un consistente risparmio tributario.

Università-di-Fisciano-Campus

Università-di-Fisciano-Campus

“In caso contrario – continua Amabilebisognerebbe aumentare il costo dei tributi locali, come la tares, per la quale a Fisciano vengono applicate tariffe tra le più basse di tutti i Comuni. Non esistono zone privilegiate e zone meno privilegiate. Bisogna solo trovare il giusto equilibrio tra logica di risparmio e sicurezza dei cittadini”.

Ma per Amabile il problema non riguarda tanto l’illuminazione pubblica, che comunque è garantita fino a un certo orario nei centri extraurbani ed è sempre attiva in quelli urbani. Piuttosto bisognerebbe concentrare di più l’attenzione sui controlli. E a tal proposito il sindaco rimarca l’importanza dell’istituzione di un commissariato di polizia all’interno del Campus Universitario di Salerno.

“Abbiamo chiesto più volte al Prefetto e al Questore di Salerno di trasformare il posto di polizia attualmente presente all’interno dell’Università in Commissariato di Polizia di Stato per l’intero comprensorio della Valle dell’Irno, indispensabile al fine di rendere il territorio del Comune di Fisciano meno aggredibile da fattispecie criminose”.

Al momento non è stato eseguito nessun intervento in merito. Intanto, il Comune di Fisciano da tempo ha attivato un servizio di vigilanza notturna della Polizia Municipale, a cui si aggiunge un sistema di videosorveglianza installato all’interno della vasta area industriale e di alcuni luoghi sensibili. La richiesta di un potenziamento delle risorse umane e dei mezzi a disposizione delle forze dell’ordine, proponendo di trasformare il posto di polizia attualmente presente all’interno dell’Università degli Studi di Salerno in Commissariato di Polizia di Stato per l’intero comprensorio della Valle dell’Irno, è stata avanzata allo scopo di tutelare lo sviluppo economico, la civile convivenza, la qualità della vita a la produttività del lavoro locali.

Fisciano, 5 giugno 2013

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente