Grillo: “Parlamento tomba maleodorante”. Boldrini: “Offende la democrazia”

Grillo: “Parlamento tomba maleodorante della seconda Repubblica”. Boldrini: “Grillo offensivo, colpisce la democrazia”.

La presidente della Camera replica alle dichiarazioni del leader del M5S: “Sono dannose per il Paese“. Intanto due grillini, Labriola e Furnini, passano al Gruppo Misto. Dura la reazione del Movimento: “Ora sono liberi di prendersi i soldi”.

beppe-grillo

beppe-grillo

ROMABeppe Grillo ancora una volta incendia la polemica politica. A finire nel mirino dei suoi attacchi è il Parlamento, che in un post pubblicato sul suo blog viene definito “la tomba maleodorante della Seconda Repubblica“. Immediate le reazioni, a cominciare da quella della presidente della Camera Laura Boldrini, secondo la quale le parole del leader del Movimento 5 Stelletendono di nuovo a colpire il Parlamento e quindi la  democrazia“.

Intanto, due grillini eletti in Puglia hanno lasciato il M5S alla Camera e sono passati al Gruppo misto. Si tratta di Vincenza Labriola e Alessandro Furnari. Dura la reazione del M5S che, in una nota ufficiale, dice: “Ora sono liberi di tenersi i soldi”. Sulla stessa scia anche le polemiche in Rete. Solidarietà è stata espressa invece dal presidente del Gruppo Misto alla Camera ai due ex grillini, a cui ha dato il benvenuto, per gli attacchi subiti in seguito alla loro scelta.

Labriola-Furnari

Labriola-Furnari

Grillo: “Questo Parlamento è incostituzionale, non serve a nulla” “Il Parlamento potrebbe chiudere domani, nessuno se ne accorgerebbe. E’ un simulacro, un monumento ai caduti, la tomba maleodorante della Seconda Repubblica. O lo seppelliamo o lo rifondiamo” attacca dal suo blog il leader di M5S. E ancora: Camera e Senato sono diventati un luogo di nominati che approvano le leggi del Governo. Non servono a nulla. Il Parlamento è incostituzionale in quanto il Porcellum è incostituzionale. Ora pretende di cambiare la Costituzione su dettatura di PDL e PDmenoelle? Follia”. Il post di Grillo ha come titolo La scatola di tonno è vuota, in riferimento alle sue parole prima delle elezioni: “Lo apriremo come una scatola“.

Boldrini: “Grillo offensivo, colpisce la democrazia” – Alle parole di Grillo replica la presidente della Camera Laura Boldrini: “Le dichiarazioni di Beppe Grillo, scomposte e offensive, tendono di nuovo a colpire il Parlamento e quindi la democrazia. Sono dannose per il paese, per la sua immagine all’estero, per chi lavora a rinnovare le istituzioni rendendole più sobrie, efficaci e trasparenti e per gli stessi deputati del gruppo M5S”.

Laura Boldrini

Laura Boldrini

I parlamentari grillini, continua la Boldrini, in realtà “sono presenti con grande impegno nell’attività della Camera. Grillo si ostina a chiudere gli occhi sui cambiamenti in corso: la riforma del regolamento della Camera, avviata nelle prime settimane della legislatura, porterà proprio a ridare centralità all’attività parlamentare, limitando il ricorso ai decreti legge, rafforzando il ruolo delle commissioni e dando un iter certo e rapido alle proposte di legge di iniziativa popolare, fin qui troppo spesso ignorate. Lanciare invettive è facile. Cambiare le cose lo è meno, ma alla Camera, anche senza l’apprezzamento di Grillo, ci stiamo provando.”

All’origine della scelta di Labriola e Furnari il caso Ilva – La conferma del passaggio di Labriola e Furnari al Gruppo Misto è arrivata dal sito di Montecitorio. Il gruppo M5s alla Camera scende così a 107 aderenti mentre quello del Senato è di 53 aderenti. “Tra le cause di questa scelta meditata a lungo e, comunque, dolorosa, c’è una questione di cuore: lIlva, i suoi drammi e il coinvolgimento della nostra Taranto a cui il MoVimento ha voltato le spalle” spiegano in una lettera pubblicata sui loro profili Facebook i due deputati.

Michele Giarusso

Michele Giarusso

Ma dietro quella che definiscono una “sofferta decisione” c’è anche un malessere interno al Movimento. “In questi mesi ci sono state alcune decisioni calate dall’alto che di fatto hanno spezzato quel legame di fiducia che ci legava ad un sogno oramai trasformatosi in altro”.

“Le idee del Movimento continueranno a vivere con noi nel Gruppo Misto” – Labriola e Furnari spiegano i dissapori nel M5S. “Il Movimento ha rappresentato un sogno meraviglioso, noi siamo orgogliosi di credere in tutto questo; mentre l’istituzione in cui si è trasformato è a nostro avviso incapace di sopravvivere alla disorganizzazione imperante al suo interno”. Ma assicurano: “Le idee del MoVimento continueranno a vivere con noi nel Gruppo Misto, resta inteso che rimarremo fedeli alle promesse elettorali, votando in linea con il programma che abbiamo condiviso”.

M5S attacca: “Ora liberi di tenersi i soldi” – Nella nota ufficiale del M5S, che ha pubblicato anche Roberta Lombardi sulla sua pagina Facebook, i due deputati vengono duramente attaccati: “Auguri a Vincenza Labriola e Alessandro Furnari di buon lavoro, con l’auspicio che riescano a concretizzare molti efficaci progetti di legge: nel Movimento 5 Stelle non sono infatti riusciti a proporne neppure uno, oltre ad aver apposto le loro firme a progetti altrui, siglando appena un paio di interrogazioni in due, in tre mesi di lavoro”.

vito-crimi

vito-crimi

E ancora: “Siamo certi che al gruppo misto lavoreranno molto meglio, anche considerando che saranno finalmente liberi di disporre di tutto il denaro spettante senza dover più adempiere agli impegni presi con il codice di comportamento e col “fastidioso” Beppe Grillo. Argomento, questo, che hanno molto a cuore e su cui si concentra la loro “dissidenza”.

Giarrusso: “Io autosospeso dalla Giunta, non dal gruppo” – Sempre dal M5S arriva anche la precisazione del senatore Michele Giarrusso, che ieri si è autosospeso (per poi ripensarci dopo 4 ore) dalla Giunta per le elezioni e le immunità del Senato come segno di protesta nei confronti del capogruppo a Palazzo Madama Vito Crimi “reo” di non aver votato per la presidenza della Giunta a causa di un ritardo (VIDEO). “Ritenendo impossibile la prosecuzione libera da condizionamenti, del mio impegno nella Giunta per le elezioni e le Immunità del Senato, ho scelto di autosospendermi. Mi sono autosospeso dalla Giunta e non, come hanno scritto alcuni giornali, dal Movimento. Non ho mai, anche per un solo momento, pensato di lasciare il gruppo” – precisa su Facebook. Giarusso- Ho cercato invece di avviare una riflessione interna, che porti a verificare se negli errori che sono stati commessi in questi mesi, vi siano solo goffaggine, inesperienza e non qualcosa di molto più grave”.

Roma, 8 giugno 2013

9 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. UNA FRASE CHE OFFENDE IL PARLAMENTARISMO E LA DEMOCRAZIA INTERA,IL SIG. CAPOCOMICO OBLIA CHE QUESTE SONO CONQUISTE DI “SANGUE”,AVVENUTE IN SECOLI DI LOTTE,E PER QUANTO CRITICABILE è PUR SEMPRE UN SEGNO DI CIVILTA’:nel bene o nel male siamo noi gli elettori di coloro che occupano gli scranni!!!

  2. IL M5STELLE,RISUCCHIATO NEL BUCO NERO DEL DISSENSO POPOLARE,IN 3 MESI IN SICILIA,SUA ROCCAFORTE,E’ PASSATO DAL 33% AL 3%,ORA UN PARTITO DEMOCRATICO AVREBBE AVUTO DIMISSIONARI I DIRIGENTI,MA NEI MOVIMENTI PERSONALISTICI NON ACCADE,COME IN F.I. ORA PDL…E POI PARLANO DI DEMOCRAZIA,LA GENTE E’ STUFA DI PIFFERAI…!

  3. Invece di gioire e celebrare l’apparente debacle del M5S inviterei a riflettere “seriamente” sul dato dell’astensionismo che indica con “evidente” chiarezza che si allarga sempre di più il solco che divide chi vive e si confronta quotidianamente con i problemi perennemente irrisolti e sempre più drammatici che quotidianamente ci attanagliano, da quelli che fanno politica mentre il paese continua a sprofondare: in un paese civile sono questi (i capibastone di partiti intendo) che dovrebbero dimettersi. Intanto,il resto dei parassiti che occupano gli “scranni” non li eleggiamo noi e spiace constatare che l’acuto marco naponiello non l’abbia ancora registrato,così come nelle sue acute celebrazioni non registra che PD & PD(L)si comportano come una S.p.A. che pensa prima di tutto a risolvere i rispettivi problemi che,come tutti sappiano, niente hanno a che fare con i problemi del Paese, così come…ma lasciamo stare altrimenti scrivo un trattato sul malgoverno. Però caro marco è come se il tuo acume regredisse ogni qualvolta Grillo registra una battuta di arresto.Lascia stare Grillo ed i suoi grulli puri di cuore, lascia perdere questi ignobili pagnottisti che oggi guidano e manovrano il tuo(mi piacerebbe dire il nostro) PD, lascia perdere pure il PD(L)dell’imbonitore Berlusconi idolo di quegli italiani così ben descritti nei film di Alberto Sordi. Oggi per sentir parlare dei problemi “veri” dell’Italia, di sensati interventi e possibili soluzioni bisogna ascoltare il Presidente di Confindustria,così siamo (mal)ridotti e davvero non la capisco tanta euforia per una sconfitta(forse pure presunta) di Grillo e dei suoi grulli puri di cuore.

  4. @ marco naponiello, il tuo giudizio sembra a dir poco riduttivo rispetto al grande risultato elettorale nazionale del M5S( non sono mai state indicative le amministrative dalle politiche) .non dimenticare che questi partiti PD E PDL CI STANNO O X MEGLIO DIRE PORTATO ALLA BANCAROTTA E NON X COLPA DEL MOVIMENTO 5 STELLE ,( IO HO VOTATO PD)MA DI QUELLA LEGGE ELETTORALE CHE NON SI E VOLUTO CAMBIARE

  5. @COMUNISTA,anch’io ho considero non probanti le amm.ve,ma indiziarie di un trend in discesa,passare dal 33 al 3 % in una roccaforte,bè amico mio,non sono decimali ma decine di punti,e poi anche i sondaggi lo danno oramai inviso a buona parte,dei suoi stessi ex elettori.
    Lo sfascio non è imputabile a Grillo,ma lui con la sua CLOWNESCA politica,ha fatto rientrare in campo B,ed ha contribuito ad imballare le istituzioni…IL GOVERNUCCIO DI ORA E’ FIGLIO DELLA SUA MIOPIA…

  6. Da tanto non scrivevo più su questo blog. Comunque, nessuno si è accorto della mia assenza .
    Nel merito della questione condivido pienamente il pensiero di MARCO NAPONIELLO. Purtroppo gli Italiani, ancora una volta, hanno scelto un clown ex comico per esprimere la propria sacrosanta protesta anti-casta.
    Ma oggi Beppe, dopo “la batosta elettorale, con i blogger in rivolta, i parlamentari divisi e disorientati è a un bivio: CONTINUARE CON LE ESPULSIONI?, GLI INSULTI AI POLITICI,SCOMUNICARE TV E GIORNALISTI O CAMBIARE STRATEGIA?

  7. @vincenzo cicalese,ti ringrazio della condivisione,e a quanto pare,ultimissima:Beppe Grillo va in Australia,in tournée,si vuol prendere una pausa,danarosa,visto che con l’impegno politico ha dovuto sospendere la sua lucrosa attività!!!
    Caro grillo:smettila di dar voce al populismo-qualunquismo che è l’unico filo conduttore del tuo blog. che banalità che produci.. portateli con te in australia!

  8. @ MARCO NAPONIELLLO ….non condivido pur se rispettabile il tuo pensiero , ma mi spieghi perche ‘ il cosidetto CLOW DOVEVA CONDIVIDERE LE IDEE DELLA SINISTRA DI BERSANI…GLIO , SIAMO SICURI CHE QUESTA PERSONA ABBIA IDEE RICONDUCILI AD UNA FAZZIONE BEN PRECISA O LUI E QUELL’ALTRO IDEOLOGO ( CONDIDATO X FORZA ITALIA )NON SIANO STATI IL MOTIVO DELLA SCONFITTA DELLA SINISTRA PREMEDITATOOOOO ….. COMUNQUE RISPETTO SICURAMENTE GLI ELETTORI CHE HANNO VOTATO M5S …. MA COME AL SOLITO SONO CADUTI NELLA TRAPPOLA DELLA CTTIVA POLITICA

  9. @comunista,io non dico che Grillo doveva condividerne le idee,ma almeno ascoltare le istanze dei suoi elettori che volevano l’accorso! diciamo che il potere,da la misura dell’uomo in ogni caso,e il suddetto si è montato,subito smontato dai cittadini,la testa.
    buone cose

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente