Nasce ad Eboli lo sportello Antiraket e Antiusura

Apre ad Eboli uno sportello Antiracket ed Antiusura, ispirato dalla Legge Regionale 11/2004 a sostegno delle vittime della criminalità.

Lo sportello aprirà nel mese di gennaio, presso il centro Informagiovani. Soddisfatto il Sindaco di Eboli Melchionda: “Uno strumento di ascolto e sostegno che mette in contatto con le istituzioni chi è sottoposto ad usura”.

EBoli Palazzo di Città

EBoli Palazzo di Città

EBOLI – Questa mattina, presso la Residenza Municipale, si è tenuta la conferenza stampa relativa all’istituzione ad Eboli di uno sportello antiracket ed antiusura. L’Amministrazione Comunale – come si legge nella nota dell’ufficio stampa – è da tempo impegnata a promuovere la diffusione della cultura della legalità e delle politiche di prevenzione della criminalità, realizzando azioni educative e potenziando le misure di controllo sul territorio.

Pertanto, l’assessorato alle Attività Produttive ed il settore Gabinetto del Sindaco hanno inteso partecipare al bando regionale, a sua volta ispirato dalla Legge Regionale del 9 dicembre 2004 n. 11 “Misure di solidarietà in favore delle vittime della criminalità“, per la presentazione di programmi volti alla prevenzione e al contrasto dei fenomeni di usura ed estorsione in Campania, cui erano invitati a partecipare i comuni in partenariato con le associazioni che da anni operano nel settore.

Martino-Melchionda-Referendum

Martino-Melchionda-Referendum

Partners dell’iniziativa sono l’associazione SOS Impresa Salerno, l’associazione Confesercenti di Eboli, l’associazione CO.FIDI, l’istituto scolastico Agrario “Giustino Fortunato” ed il Forum dei Giovani coordinato da Luigi Monaco.

Lo sportello aprirà nel mese di gennaio, presso il centro Informagiovani. E’, inoltre, attivo il seguente numero verde: 800900767.

A riguardo interviene il Sindaco di Eboli Martino Melchionda: Questa mattina presentiamo una iniziativa importante, che va comunicata soprattutto agli operatori. LAmministrazione e tutti i partners coinvolti hanno elaborato un progetto che grazie ad un finanziamento regionale vedrà lapertura di uno sportello informativo e di sostegno a tutti gli operatori economici sottoposti ad azioni di usura.

Liniziativa nasce da una attività già radicata nella nostra città, e che si inscrive in un contesto generale già sensibile a tale tematica. Difatti, tutte le grandi attività che incontrano il nostro territorio vengono già sottoposte a rigidi controlli. Ora, sollecitiamo gli operatori, informiamo che esiste questa possibilità, che mette in contatto chi ha bisogno con le istituzioni pubbliche ed associative.

Francesco Bello

Francesco Bello

Eboli si conferma dichiara l’assessore alle Attività Produttive Francesco Bello attenta alla legalità. In passato, abbiamo assistito alla presenza della criminalità organizzata, e seppur oggi la situazione sia sensibilmente migliorata, la nostra attenzione continua ad essere alta.

LAmministrazione, difatti,  ha inteso partecipare al bando per lapertura di uno sportello di ascolto anti usura, ed ha scelto come parteners operativi lassociazione SOS Impresa Salerno, la Confesercenti, la CO.FIDI, listituto scolastico Agrario Giustino Fortunato ed il Forum dei Giovani.

Lo sportello svolgerà diverse attività. Innanzitutto, si impegna a prevenire il fenomeno; in secondo luogo offrirà sostegno a chi è sottoposto ad usura, ed, in ultimo, attraverso la collaborazione dellistituto agrario e del forum potrà garantire anche la diffusione di un messaggio di denaro ponderato, attraverso incontri, seminari ed attività di sensibilizzazione alla legalità”.

Attilio Astone

Attilio Astone

“Confesercenti Eboli ed SOS Impresa Salerno dichiara il presidente Confesercenti Eboli e Vice Presidente di SOS Impresa Salerno Attilio Astonehanno  deciso di concentrare la propria azione di prevenzione e contrasto al racket e allusura nei due grandi centri della Piana del Sele: Eboli e Battipaglia, che coprono unampia area a sud di Salerno.

Si tratta di un progetto ambizioso e impegnativo teso ad affiancare cittadini e imprese in modo capillare, in una parte della provincia dove usura e racket trovano ogni giorno un terreno ancor più fertile quanto più la crisi economica si radica sul territorio e coinvolge oggi importanti comparti produttivi, compresa la fiorente agricoltura della Piana del Sele.

Galiano Vincenzo

Galiano Vincenzo

Ringrazio il Sindaco interviene l’avv. Tommaso Battaglini, rappresentante di SOS Impresa Salerno – lassessore Bello e la dott.ssa Desiderio per la disponibilità ad individuare presso lInformagiovani uno sportello dove poter operare e contrastare il fenomeno dellusura, attraverso una attività di prevenzione e di ascolto degli imprenditori che incontrano difficoltà di accesso al credito, e che, dunque, cadono nella rete dellusura. Si tratta di una rete legale, che contribuisce a fare sentire al cittadino la protezione delle istituzioni.

Eboli dichiara Vincenzo Galiano, rappresentante di CO.FIDI – non è nuova a questo tipo di iniziative, esiste già un fondo di prevenzione allusura. Listituzione di tale sportello ci consente di intervenire radicalmente contro il fenomeno dellusura, e attraverso il coinvolgimento della scuola e del Forum dei giovani, contribuire in maniera più compiuta alla  diffusione di una vera e propria cultura della legalità”.

Eboli, 16 ottobre 2013

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Autolesionisti!!!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente