“Nuove regole per mercatini ed eventi natalizi”: Il PD diffida l’Amministra Sica

Ultimatum del PD all’Amministrazione Sica e a Gaetano Sorano: “nuove regole per mercatini ed eventi natalizi”.

Nel documento del Gruppo consiliare PD si contesta al Responsabile dell’Ufficio Gabinetto del Comune le modalità con cui è stata nuovamente affidata l’organizzazione dei mercatini e degli eventi del Natale 2013 a Pontecagnano.

Nunzia-Fiore-Francesco-Fusco-Giuseppe-Lanzara-Giovanni-Ligurso-Gerarda-Sicagruppo-consiliare-pd-pontecagnano

Nunzia-Fiore-Francesco-Fusco-Giuseppe-Lanzara-Giovanni-Ligurso-Gerarda-Sicagruppo-consiliare-pd-pontecagnano

PONTECAGNANO FAIANO – I consiglieri del Partito Democratico Nunzia Fiore, Francesco Fusco, Giuseppe Lanzara, Giovanni Ligurso e Gerarda Sica, hanno presentato una diffida indirizzata al Responsabile dell’Ufficio Gabinetto del Comune di Pontecagnano Faiano Gaetano Sorano.

Nel documento, che contesta duramente le modalità con cui è stata nuovamente affidata l’organizzazione dei mercatini e degli eventi del Natale 2013 a Pontecagnano Faiano – così come espresso nella determina n. 1 del 5 novembre 2013 – i cinque firmatari chiedono la revoca e la riformulazione dell’atto di cui sopra, nel rispetto dei criteri di trasparenza, equità e sicurezza, che ad oggi non sono stati considerati.

In sintesi, i consiglieri domandano:

  • l’indicazione di nuove metodologie e requisiti per la ricerca dei contraenti;
  • maggiore chiarezza in merito alla logistica ed ai servizi;
  • il coinvolgimento di associazioni ed artisti locali nelle attività di animazione ed intrattenimento.

Nel caso in cui non si procederà come richiesto, i consiglieri comunali  si vedranno costretti a rivolgersi alla Corte dei Conti, all’AVCP e alla Magistratura ordinaria.

……………………  …  …………………….

Al Responsabile Ufficio Gabinetto

e p.c. Al Sig. Sindaco

Ai Sigg.ri Assessori della Giunta Municipale

Comune di Pontecagnano Faiano

Oggetto: ALLESTIMENTO MERCATINI NATALIZI ED EVENTI COLLEGATI. DETERMINAZIONE A CONTRARRE

I sottoscritti Consiglieri comunali del Partito Democratico di Pontecagnano Faiano,

VISTA:

la Sua determinazione n. 1 del 5 novembre c.a La invitano e La diffidano a non porre in essere quanto in essa contenuta per le seguenti motivazioni:

a) non è opportunamente motivato il ricorso all’affidamento diretto. L’atto non tiene conto di quanto in materia ha disposto con deliberazione n.4/2009 l’AVCP che indica che il ricorso a questo tipo di procedura deve essere opportunamente documentato sostenendo che la mancanza di motivazione costituisce una ingiustificata sottrazione di questi affidamenti alle ordinarie procedure concorsuali;

b) non sono indicati nell’atto i requisiti di idoneità morale e le capacità tecnico professionali che l’affidatario o gli affidatari  delle acquisizioni in economia devono possedere;

c) la fattispecie dei beni e dei servizi da affidare in modo diretto non rientrano tra quelli affidabili con tale procedura;

d) nella determinazione: 1) viene solo indicato il numero delle casette (50) ma non risultano dettagliati: tipologie, materiale, superfici, se devono essere munite di impianto elettrico e quanto altro necessario in materia di sicurezza etc; 2) non viene indicato come avviene l’affidamento agli espositori: in forma  gratuita, a pagamento (se si quale è l‘importo), a chi  compete l’autorizzazione per l’assegnazione della casetta agli espositori, etc;

e) non vengono indicati quanti e quali sono gli interventi e le tipologie di animazione e di intrattenimento per bambini e famiglie e quali sono le iniziative musicali, etc.;

f) la genericità contenuta nell’atto adottato non consente tra l’altro di poter verificare quale metodo sia stato utilizzato per la quantificazione della spesa tanto che potrebbe apparire più vantaggioso ad es., acquistare le casette.

Per quanto precede,

 CONSIDERATO CHE:

  • la cosa pubblica non è cosa privata;
  • vanno assicurate trasparenza e quantificate tipologie e dettagliati i servizi da esigere in ragione di un giusto corrispettivo;
  • la ricerca dei contraenti non possa avvenire con il metodo scelto;

GLI SCRIVENTI INVITATO LA S.V.,

a revocare l’atto de quo e ad adottare un atto in cui siano specificati in modo dettagliato le forniture e i servizi da affidare a terzi e a scegliere i contraenti attraverso una procedura d’urgenza affidando i servizi e le forniture ai soggetti che presentano l’offerta economica più vantaggiosa per l’Ente. In particolare gli scriventi chiedono che la procedura abbia evidenza pubblica abbreviata e che per le attività di animazione, intrattenimento ed iniziative musicali vengano invitati a partecipare associazioni, artisti e gruppi musicali locali.Avvertono che qualora la S.V. perseguirà a portare avanti le procedure contenute nella richiamata determinazione segnaleranno e rimetteranno gli atti che in materia assumerà la S.V.:  alla Corte dei Conti, all’AVCP e alla Magistratura ordinaria.

Si chiede alla S.V. di dare riscontro agli scriventi  dei provvedimenti e delle decisioni che nel merito adotterà.

Distinti saluti.

Pontecagnano lì, 11 novembre 2013

Nunzia Fiore
Francesco Fusco
Giuseppe Lanzara
Giovanni Ligurso
Gerarda Sica

………………………..  …  ………………………

Pontecagnano Faiano, 13 novembre 2013

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente