D’Amelio e Pica(PD ) sui Forestali: La Giunta regionale rimuova gli ostacoli

D’Amelio e Pica (PD): Solidarietà ai forestali della Campania. La Giunta rimuova gli ostacoli.

Giunta Regionale anzichè di liberarsi degli idraulico-forestali, licenziandoli, non riconoscendo il lavoro che hanno svolto, e magari li impegnassero in maniera adeguata attraverso un progetto mirato, tanti disastri si eviterebbero.

.

.

di Massimo Del Mese (POLITICAdeMENTE)

SALERNO – La vicenda dei 104 operai idraulico-forestali della Comunità Montana Irno-Solofrana che da 17 mesi non percepiscono lo stipendio, costrine tutti a fare un’attenta riflessione, sulla cinicità con cui la Regione Campania e il Governatore Stefano Caldoro stanno gestendo questa che ormai è diventata una vertenza che non doveva mai porsi, specie pensando a come è stata portata avanti, e se si tiene conto che la Comunità Montana, è impegnata in un’area ad alto rischio idrogeologico tra le province di Avellino e Salerno.

Non è un caso che l’Italia si sgretola letteralmente alle prime piogge e alle prime condizioni metereologiche che vanno oltre la normalità, nevicate, temporali, forti venti, mareggiate, straripamenti, allagamenti, frane, smottamenti, incendi estivi e via di seguito, tutte calamità naturali che nel momento in cui si presentano, creano danni, distruzioni e talvolta morte, e vengono accettati come naturali, ma di seguito subito si aprono le polemiche e le accuse, presentando sempre un conto salato, sia intermini di danni che di vite umane, aprendo poi alla discussione infinita sulle responsabilità e ponendo sempre quella famosa domanda: SI POTEVA EVITARE?

donato pica

donato pica

La domanda non è affatto senza risposta: SI POTEVA EVITARE E COME. E tutte le volte che succede una disgrazia c’è sempre un responsabile. Magari perché non si sono costruiti gli argini, non si è liberato o dragato il greto di un fiume, non si è provveduto ad un ripascimento delle fasce costiere, o non si è protetto i costoni rocciosi, o si è consentito disboscamenti selvaggi, o si è costruito dentro i limiti delle aree protette perché vicini corsi d’Acqua, e non si è creato opportune opere di difesa del suolo, attraverso l‘irregimentazione dei corsi d’acqua o l’opportuno convogliamento delle acque di superficie, e non si è opportunamente addolciti i declivi pedecollinari. Magari si è cementificato oltremodo o si è occupato il suolo in maniera sconsiderata, coprendolo con immensi piazzali cementificati o bitumati sottraendo terreno all’agricoltura e così via.

Insomma si poteva e magari non si è fatto, perché con gli operai idraulico forestali si scherza, e la Giunta Regionale anzichè tentare di liberarsene, di licenziarli e non riconoscere il lavoro che fino ad ora hanno svolto, e magari li impegnasse in maniera adeguata attraverso un progetto mirato, appunto, che tenesse conto della difesa del suolo e dei territori con una mirata continua manutenzione, forse tanti disastri si potrebbero evitare., e sulla base di queste riflessioni che i Consiglieri regionali del Partito Democratico Rosa D’Amelio e Donato Pica sono intervenuti esprimedo ai lavoratori Idraulico-forestali tutta la loro solidarietà.

damelio-rosa

damelio-rosa

“Esprimiamo solidarietà ai forestali della Campania, – Dichiarano i Consiglieri Regionali del PD Rosa D’Amelio e Donato Pica – in particolare agli operai della Comunità Montana IrnoSolofrana che da stamattina stanno presidiando la sede della Giunta Regionale per ottenere risposte in merito alle spettanze dovute da oltre 15 mesi.

“Gli operai – proseguono D’Amelio e Pica – che hanno lavorato sulla progettazione prevista dall’Accordo di Programma Quadro finanziato con le risorse del Fondo di Sviluppo e Coesione, hanno il sacrosanto diritto di essere pagati per le prestazioni svolte.

“Se ci sono delle criticità di ordine amministrativo – concludono Rosa D’Amelio e Donato Pica è opportuno che l’Assessore all’Agricoltura si adoperi per rimuoverle anche rafforzando gli uffici centrali ed affiancando, se necessario, le strutture tecniche degli Enti Montani con personale esperto della Giunta Regionale per favorire le verifiche e l’accelerazione delle procedure di rendicontazione e liquidazione”.

Salerno, 4 dicembre 2013

Il presente articolo è proprietà intellettuale di POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese ed è vietata la riproduzione, tranne se con un Link di riferimento.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente