Battipaglia e l’acceleratore Maieutica: Un successo

Attivato l’acceleratore Maieutica per verificare la fattibilità di nuove attività nel campo della: cultura, turismo, sociale, artigianato, agricoltura, terziario.

Record per ill progetto Maieutica: censiti oltre seicento incontri, con cinquanta verifiche di fattibilità di nuove iniziative, 20 startupper formati, dieci workshop e la pubblicazione di duecento articoli a valenza locale, regionale e nazionale.

progetto-Maieutica-Battipaglia

progetto-Maieutica-Battipaglia

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – L’attività dell’acceleratore, organizzata presso l’Informagiovani del Comune di Battipaglia è prevalentemente riconducibile alla verifica di fattibilità di nuove attività nei settori della cultura, del turismo, del sociale, dell’artigianato, dell’agricoltura e del terziario.

Numeri da record sono stati conseguiti con le attività del progetto Maieutica: censiti oltre seicento incontri, effettuate cinquanta verifiche di fattibilità di nuove iniziative, formati venti startupper, organizzata una ampia attività di animazione territoriale attraverso la realizzazione di dieci workshop e la pubblicazione di duecento articoli a valenza locale, regionale e nazionale.

Fiore all’occhiello dell’iniziativa è l’acceleratore Maieutica al quale si rivolgono giovani provenienti, oltre che dal Distretto 56, dal Cilento, dal Vallo Di Diano, dalla Piana del Sele e da Salerno città.

La logistica delle azioni dell’iniziativa Maieutica è pianificata da Salvatore Esposito, R.U.P. di progetto , mentre  le attività e lo startup sono curate da Vincenzo Quagliano e Felice Sica, amministratori della QS & Partners e da Patrizia Laudano e Gerardo Chiumiento dell’Università Popolare della Magna Graecia Thiasos, strutture partner di progetto.

Un’attività utile e attuale, unica nel contesto territoriale campano, che è stata cofinanziata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dall’ANCI.

Il team di progetto, costituito dall’O.C.P.G. dell’Università di Salerno, da FP Press, Formazione & Società, Unimpresa Piana del Sele, Gusto del Gusto e CSM Service, sta già pianificando ulteriori azioni per garantire continuità all’iniziativa attraverso il coinvolgimento di Istituti di Credito sensibili allo startup di nuove iniziative, di Istituzioni territoriali per l’organizzazione di antenne territoriali e l’individuazione di spazi comuni  finalizzati all’ospitalità delle nuove iniziative.

Battipaglia, 3 marzo 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente