La CGIL FP chiede la revoca del Commissario Spinelli

La risposta della CGIL FP all’assemblea alla “corsa in avanti” della CISL FP è la revoca di Spinelli, ed è la fine dell’Unità sindacale.

In una lettera la Segreteria provinciale e i delegati dei P.O. della Valle del Sele della CGIL chiedono, la fine della fase di “sperimentazione”, la revoca del Commissario Spinelli e la richiesta urgente di un Incontro con Squillante.

CGIL-FP-Fulgione-Cittadino-Musumeci-Campagna.

CGIL-FP-Fulgione-Cittadino-Musumeci-Campagna.

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Mentre nella mattinata di ieri si consumava l’Assemblea convocata dalla CISL FP presso l’Ospedale di Eboli, alla quale hanno partecipato oltre che ai Sindaci di Eboli Martino Melchionda, di Oliveto Citra Italo Lullo, di Roccadaspide Girolamo Auricchio, il Presidente della Conferenza dei Sindaci Sergio Annunziata, alcuni amministratori locali e diversi operatori, Medici e Paramedici, gli altri Sindacati che non hanno partecipato all’Assemblea ritenendo sia stato una corsa in avanti, meditavano altre azioni: La CGIL FP chiede la fine del Commissariamento e la revoca di Spinelli; la UIL FP sebbene sia critica sull’intera manovra sanitaria della Direzione Generale, al contrario, ritiene si debba dialogare.

La CGIL FP con Margaret Cittadino, della Segreteria provinciale e i Delegati dei presidi della Valle del Sele Marcello Fulgione, Franco Musumeci, Giuliano e Valitutti, in un documento inviato al Direttore Generale ASL SA Dott. Antonio Squillante, al Direttore  Sanitario ASL SA Dott.ssa Caiazzo, ai Direttori Sanitari Dott. Calabrese del Presidio di Eboli e Battipaglia, al Dott. Di Filippo del Presidio Oliveto Citra, e per conoscenza alle RSU ASL SA, ha chiesto la revoca del commissariamento dei Presidi Ospedalieri di Battipaglia e  Oliveto Citra:

  • Nel verificare che, nonostante la nomina del Dott. Calabrese a Direttore Sanitario del presidio di Eboli e nonostante gli annunci della fine del commissariamento, continua la permanenza del Dott Spinelli presso il presidio di Eboli e che il commissariamento è stato esteso agli altri presidi della Valle del Sele
  • Nel trovare tale decisione alquanto irregolare nell’ambito delle normative istituzionali e contrattuali, inutile, dispendiosa e pericolosa, visti gli esiti organizzativi ottenuti nel presidio ospedaliero di Eboli
  • Visto che a tutt’oggi nonostante le richieste (formulate per iscritto e nell’ambito delle trattative decentrate) e le sue garanzie, la scrivente non ha avuto modo di valutare per carenza di informazioni, e la situazione trovata dal Dott. Spinelli  né gli esiti economico finanziari e organizzativi della sua azione
  • Nel valutare che l’unico obiettivo perseguito è quello di evitare il confronto con la RSU e le OO.SS. sulla organizzazione e sulla programmazione dei presidi della Valle del Sele.

La CGIL ritenendo che le questioni che ha posto in essere dall’immotivato commissariamento alla estensione dello stesso agli altri Presidi Ospedalieri della Valle del Sele, ivi compreso la illegittimità dello stesso commissariamento per nulla confacente alla normativa oltre che i provvedimenti che lo stesso ha prodotto chiede senza mezzi termini, discostandosi dalle altre sigle sindacali chiedono:

  • La fine  “della sperimentazione” commissariale presso il presidio di Eboli;
  • La revoca del commissariamento presso gli altri presidi ospedalieri della Valle del Sele;
  • I dati sull’operato complessivo (contabili, organizzativi contestuali agli elementi già trovati) del Dott. Spinelli, unitamente a tutte le voci salariali percepite a qualsiasi titolo dallo stesso (altri turni aggiuntivi, alti istituzionali, stipendio e altro);
  • Un incontro urgente sull’organizzazione del lavoro e sulla programmazione assistenziale sanitaria dei presidi di Eboli, Battipaglia, Oliveto Citro e Roccadaspide.

La Fine della fase di “sperimentazione” e la revoca del Commissariameto, oltre che di conoscere i dati dell’operato del Commissario Spinelli, fino alla richiesta di un incontro urgente, è la posizione che sancisce, se c’era qualche dubbio la rottura dei rapporti sindacali e l’inizio di una lunga fase che inevitabilmente si presenta di lotta. In maniera separata le risoluzioni della CGIL FP sono uguali a quelle prese dall’Assemblea di ieri.

Che succederà? Quale sarà la prossima mossa del Direttore Generale Squillante? Passerà al commissariamento anche della Direzione sanitaria di quella Amministrativa dell’ASL? Cercherà di far emergere anche i conti della Direzione Amministrativa e dei tre Dipartimenti: Quello del Nord, del centro e del Sud della provincia di Salerno? E’ possibile che l’aver voluto realizzare i tre Dipartimenti abbia triplicato la spesa? E’ probabile che il Commissariamento si renderebbe necessario per comprendere se in quella triplicazione vi sino sprechi?

Eboli, 11 marzo 2014

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente