Il DG dell’ASL Salerno “Razionalizza” l’Area Materno-Infantile di Eboli e Battipaglia

Continua il grande impegno del DG dell’ASL Sa Squillante con la “razionalizzazione” “ad usum delphini” dell’Area Materno Infantile di Eboli e Battipaglia.

Come è buono e come è bravo il Direttore Generale, non potremo che appuntarci nei ricordi le sue firme con l’inchiostro verde. Così come ricorderemo i suoi commenti disenteresati e per nulla politici. Forse con quel provvedimento immagina che da Battipaglia nasceranno tanti “Fratelli d’Italia?

ASL Salerno

ASL Salerno

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – L’emergenza evidenziata dalla dr.ssa Beatrice Lopardo, direttore della U.O. TIN del P.O. di Battipaglia, – si legge in una nota del Direttore Generale dell’ASL Salerno Antonio Squillante – relativamente alle notevoli difficoltà gestionali dovute alla carenza di organico dei medici affidati all’U.O., conseguente al collocamento in quiescenza di alcuni dirigenti medici, e ribadite nella nota con la quale comunicava l’impossibilità ad assicurare nella U.O. Neonatologia/TIN di Battipaglia i turni oltre il 10 c.m., ha reso indispensabile una riorganizzazione della U.O. diretta dalla dr.ssa Lopardo, che rappresenta un punto di riferimento per le attività di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale per tutta la Regione Campania, attraverso una razionalizzazione dell’utilizzo delle risorse umane presenti nei PP.OO. di Eboli e Battipaglia.

Per tali motivazioni – si legge ancora – la Direzione Generale ha adottato un provvedimento in merito che prevede il seguente riordino dei posti letto dell’Area Materno Infantile nell’ambito dei PP.OO. della Valle del Sele:

  • Presso il P.O. di Battipaglia saranno attivati  7 posti di Neonatologia;
  • I posti di Terapia Intensiva Neonatale presso il P.O. di Battipaglia passeranno da 4 a 6 e quelli di Pediatria da 6 a 10;
  • Il personale dirigente e gli operatori del Comparto (puericultrici) necessari al funzionamento delle UU.OO. di Pediatria e TIN del P.O. di Battipaglia transiteranno dal P.O. di Eboli al P.O. di Battipaglia.
  • I posti letto di Ostetricia e Ginecologia presso il P.O. di Battipaglia passeranno da 19 a 22;
  • Presso il P.O. di Eboli rimarranno attivi 8 posti di Ginecologia.
  • Tre dirigenti medici e tre ostetriche rimarranno dedicate al P.O. di Eboli per le attività di ginecologia in regime ordinario e Day surgery.
  • Il personale infermieristico delle UU.OO. trasferite verrà utilizzato dalla Direzione Sanitaria secondo le necessità che al momento si registrano presso i PP.OO. di Eboli e di  Battipaglia.

L’assetto provvisoriamente proposto – secondo la nota della Direzione Generale – non si discosta dai programmi aziendali nel rispetto del Decreto del Commissario ad Acta per il Piano di rientro 49/2010 e del Decreto del Commissario ad Acta per il piano di Rientro 82/2013 della Regione Campania.

Si provvederà, inoltre ad una migliore funzionalità  della U.O. Raccolta Sangue presso il P.O. di Eboli facendo transitare un dirigente dal Centro Trasfusionale di Battipaglia a quello di Eboli. In tal modo si ottimizzerà il rapporto tra le Unità Chirurgiche e quella di Raccolta Sangue del suddetto PO.

Squillante-Calabrese-Spinelli

Squillante-Calabrese-Spinelli

Anche la Divisione di Cardiologia, – prosegue la nota dirigenziale – attiva presso il P.O. di Battipaglia sarà attenzionata potendosi prevedere un riassetto dei posti letto al momento dimensionati in 11  più 4 di UTIC .

Tanto consentirà un migliore utilizzo del personale della Dirigenza e del Comparto atteso che il riferimento della Rete dell’Emergenza Cardiologica è da individuarsi nella U.O.C. di Cardiologia/Utic, con annesso Servizio di Emodinamica, attiva presso il P.O. di Eboli.

Il direttore generale Antonio Squillante dichiara: “La decisione di riorganizzare l’Area Materno Infantile dei Presidi Ospedalieri di Eboli e Battipaglia nasce dalla esigenza di mantenere operativa una delle Terapie Intensive Neonatali più importanti della Regione Campania. Spero che almeno in questa circostanza i protettori dei campanili e degli sprechi omettano inutili commenti sulla vicenda”.

Il Direttore dell’ASL Generale Antonio Squillante se la canta e se la suona. Prende provvedimenti e se li commenta da solo.

Il DG Squillante se lo poteva risparmiare questo commento. Si renderà coto che conferma con questa sua dichiarazione come egli svolge il suo ruolo istituzionale facendo politica ed esprimendo giudizi politici inequivocabili e con quel “Spero che almeno in questa circostanza i protettori dei campanili e degli sprechi omettano inutili commenti sulla vicenda“, dimostrandoci come sia “disinteressato” e come prosegue nel suo impegno demolitorio nei confronti talvolta dell’Ospedale di Eboli e talvolta di quello di Battipaglia e con la con la “razionalizzazione” dell’Area Materno Infantile di Eboli e Battipaglia, raggiunge “l’acme” e potrà festeggiare con il suo amico commissario Pietro Spinelli che continua a gudadagnare soldi svolgendo le milionarie prestazioni in ALPI presso il PO di Battipaglia.

BRAVO!!!

Iannone-Squillante

Iannone-Squillante

Come è buono e come è bravo il Direttore Generale Squillante, non potremo che appuntarci nei ricordi le sue firme sotto questi provvedimenti, apposte con l’inchiostro verde. Così come non potremo fare a meno di ricordare i suoi commenti disenteressati e per nulla politici come quelli che ha rilasciato in più di un’occasione e a margine della presente nota. Forse con quel provvedimento immagina che da Battipaglia nasceranno tanti “Fratelli d’Italia? Realizzando un sogno che potrebbe essere quello che per sopperire ad uno stato di minorità si interviene in una sorta di “pulizia etnico-politica” con lo scopo di moltiplicare una determinata “razza”, in questo caso “politica”, e raggiungere l’obbiettivo di far nascere tutti nello stesso posto tanti “Fratellini d’Italia” per aumentare la “famiglia” così magari si eviterà di chiedere quell’odioso voto che non arriva volontariamente, così come non è arrivato alle ultime elezioni europee e amministrative, che ha evidenziato come “certe parentele” non attecchiscono nel segreto delle urne.

E a noi piacerebbe fare qualche domanda a tale proposito: E’ vero che il Direttore Generale Squillante accompagnato dal Direttore sanitario Rocco Calabrese, è andato in giro negli ospedali e presso anche operatori e strutture sanitarie private a cercare voti per il suo amico Antonio Iannone, per il quale si è anche buscato un attenzionamento della magistratura salernitana, candidato alle europee per una nota “famiglia” politica, e purtroppo per lui e fortunatamente per noi non eletto?

Se dovesse risultare il vero sarebbe molto grave e confermerebbe quanto sia “disinteressato” nel suo ruolo e quanto vi siano collegamenti con quella che si può definire la “matrioska della Sanità

Caldoro-Cirielli-Squillante-Cariello-Spinelli-Lenza-Matrioska-Sanità.

Caldoro-Cirielli-Squillante-Cariello-Spinelli-Lenza-Matrioska-Sanità.

Salerno, 13 giugno 2014

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente