Rosania e la Sinistra: “La Casa del P…asticcio”, tra ritrovamenti e “occultamenti”

Dalla “Casa del p…..asticcio” emergono tracce di cinte murarie, ritrovamenti e probabili tentativi di occultamento.

Sinistra Unita e Rifondazione Comunista chiedono: “Alla Sovrintendenza, di approfondire lo studio di quanto emerso; Al Commissario prefettizio Filippi, di accertare se c’è stato davvero il tentativo di occultamento e darne conto alla Città.

Ritrovamento-Mura a secco-Eboli-Centro storico

Ritrovamento-Mura a secco-Eboli-Centro storico

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLIL’avevamo detto in tempi non sospetti, – Scrivono in una nota, Rifondazione Comunista e Sinistra Unita, formazioni politiche che hanno tra i propri massimi ispiratori l’ex Sindaco di Eboli ed ex Consigliere regionale Gerardo Rosania, ca commento della sospensione dei lavori, di cui alla realizzazione, nei pressi del Castello Colonna e del Santuario dei SS Cosimo e Damiano, della così detta Casa del Pellegrino, per il ritrovamento di alcuni cocci e pare di un muro a secco da verificarne l’epoca – che l’intera vicenda della costruzione della “Casa del Pellegrino”, da realizzare nelle vicinanze del santuario di San Cosimo e Damiano, si presentava come un “GRAN PASTICCIO” ammantato  di confusione e scarsa trasparenza.

Un “pasticcio” – scrivono i due Partiti dell’estrema sinistra, c’era d’aspettarselo aggiungiamo tenuto conto che in quell’area vi è una forte concentrazione di testimoniante di diversi periodi strorici – aggravato dalla scarsa chiarezza che ha accompagnato la vicenda fin dall’inizio, fin dal reperimento dei finanziamenti: non è stato mai chiarito chi li abbia ottenuti .

La confusione – per la Sinistra estrema è dettata oltre che per l’ubicazione anche per la futura gestione della fantomatica Casa del pellegrino – è aggravata dal comportamento omertoso e arrogante tenuto dalla vecchia Amministrazione Comunale:  non è stato mai chiarito quale sarebbe stata  la forma di gestione della struttura una volta realizzata. In Consiglio comunale, allorquando la questione fu posta, la maggioranza si rifiutò di discuterne.

Silvio-Masillo-Gerardo-Rosania

Silvio-Masillo-Gerardo-Rosania

La poca trasparenza regna sovrana quando, leggendo i documenti, – fanno notare rifondazione e Sinistra Unita – ci si accorge che la denominazione “Casa del pellegrino” non compare mai nella Pratica di finanziamento, e che quest’ultimo  viene concesso per realizzare un  “Centro Polifunzionale”!

Nessuno ha mai voluto chiarire cosa fosse e cosa dovesse contenere questo ” Centro Polifunzionale”!

Non è stato mai chiarito perchè si era deciso che questo “Centro”  (o qualunque cosa esso  sia) fosse costruito nell’area della vecchia “tendostruttura” del dopo terremoto,  adottando  una variante al P.R.G., e non potesse essere realizzato in strutture già esistenti. Poteva ad esempio essere utilizzato il palazzo Paladino-Varriale-La Francesca, che sorge a 100 metri dal Santuario e che è di proprietà del Comune di Eboli.   Questo palazzo  sta letteralmente cadendo a pezzi e, perciò, si poteva cogliere l’occasione, utilizzando quei fondi, per realizzare un momento  di “ospitalità religiosa ” e al tempo stesso recuperare una struttura di immenso valore storico ed architettonico!

Non è stato mai chiarito – aggiungono ancora altre considerazioni Sinistra Unita e Rifondazione – come  e se  si potesse indire ed espletare  una gara d’appalto senza avere, nel frattempo, provveduto a dare “efficacia” alla variante allo strumento urbanistico, come richiede la normativa. Si è voluto sottovalutare, e quasi occultare, il fatto che la Sovrintendenza non avesse espresso il prescritto parere positivo su quell’opera  e che i lavori sono partiti solo sotto “l’ombrello protettivo” di una sentenza del TAR che ha riconosciuto la sospensiva dell’efficacia del parere “non positivo” della Sovrintendenza. Cosa accadrebbe se il Giudice di secondo grado desse torto al Comune di Eboli

In questa confusione procedurale ha “brillato” per ambiguità il Consiglio Comunale (quello appena sciolto), con la sola eccezione della Sinistra Radicale che ha sempre espresso coerentemente la propria non condivisione dell’opera. Tale Consiglio  si è continuamente contraddetto: al suo interno alcuni  avevano votato a favore dell’ opera, per poi sostenere senza vergogna, dinanzi alle Associazioni che protestavano, di avere votato a favore ma di avere, nell’intervento, espresso il proprio dissenso (poi leggi l’intervento e ti accorgi che si è cercato  addirittura di rivendicare la paternità della costruzione del “Centro”); altri prima hanno posto la questione della “gestione” e  poi l’hanno  ritirata  per evitare che l’intero giocattolo potesse rompersi.  Che vergogna!

Centro-Polifunzionale-SS-Cosma-e-Damiano-Eboli.

Centro-Polifunzionale-SS-Cosma-e-Damiano-Eboli.

Ma i lavori dovevano avere inizio in fretta, pena la perdita dei  finanziamenti, e, guarda caso, ci si dimentica di darne comunicazione alla Sovrintendenza, così come la stessa aveva  prescritto con una nota del 31/12/2010 indirizzata al Comune di Eboli.

Ed ora, inevitabilmente, insorgono i primi problemi: LO SCAVO HA PORTATO ALLA LUCE TRATTI DI UNA ANTICA CINTA MURARIA. La Sovrintendenza, chiamata d’urgenza, ha immediatamente imposto la sospensione dei lavori per verificare la valenza di quanto riportato alla luce.

Ma del resto in quella zona (siamo a 10 metri dalle mura del castello Colonna) cosa ci si aspettava di trovare procedendo agli sbancamenti? Bastava guardare la mappa della Eboli antica, quella del Pacichelli del 1703, per osservare  che in quella zona il Castello è circondato da una cinta muraria. Era da aspettarsi che qualche testimonianza di quelle mura fosse ancora presente sotto la stratificazione del terreno.

Ma la cosa che desta preoccupazione, e che se rispondesse  al vero sarebbe di una gravità unica, è la voce di un tentativo di “occultamento” del ritrovamento. E’ vero che la rete elettrosaldata era già stata posizionata ed era prossima una colata di cemento che avrebbe, per sempre, coperto quei reperti antichi?

Nessuno può far finta di niente: se la cosa fosse vera sarebbe una vera offesa alla storia della nostra Città ed una ulteriore dimostrazione del disprezzo che, troppo spesso, si riserva alla storia di una comunità sacrificata dinanzi alle esigenze del “cemento moderno”!

Chiediamo – conclude la nota congiunta di sinistra Unita e rifondazione Comunista – alla Sovrintendenza di approfondire lo studio di quanto emerso.

Chiediamo anche alla Commissaria che gestisce il Comune di Eboli di procedere ad accertare se c’è stato davvero il tentativo di occultamento e di darne conto alla intera cittadinanza.

Noi continueremo in quel lavoro, che da sempre svolgiamo, di controllo e di vigilanza del nostro territorio aggredito quotidianamente  da abusivismo, ignoranza e noncuranza; territorio  che stanno  deturpando, nel disinteresse di tanti e, spesso  ( troppo spesso!), anche delle Istituzioni.

Eboli, 7 dicembre 2014

44 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Non sono di sinistra ma quello che dicono qui Sinistra Unita e Rifondazione va preso in seria considerazione da chi di dovere per gli approfondimenti,chiarimenti e provvedimenti del caso

    • CHI CONTRASTA IL LAVORO IL LAVORO GIA’ LO HA, X SE ED I SUOI CARI,O MAGARI UNA BUONA PENSIONE.
      EGOISMO DI CLICHE’ ALLO STATO PURO, INCOMMENTABILE!

  2. Eh quante storie!!!!! Per 4 pietre!!! Ci dobbiamo sbrigare,

    • carissimo, tutti son buoni a fare il pianto greco sul lavoro mancante, ma quando si aprono spiragli si guarda il pelo nell’uovo della “miopia” sociale,.
      mi spiego:
      una struttura di questa portata,tenednomi basso, darebbe lavoro a 50 unità, tra diretti ed esterni, minimo 50 persone tolte dalla strada, che potrebbero realizzarsi nella vita privata, rimanendo e spendendo ad eboli, in ogni ambito, oltre un arricchimento al gettito comunale, spero che anche i contrri pongano mente locale alla realtà!

  3. nel mentre si perde il finanziamento di 18 mesi salvo non so se previste, proroghe!
    sono sei milioni di euro, dico sei, non è roba da poco, chi ce li darà per altre opere se siamo campioni di finanziamenti persi, mom già tutta la campania, primatista ue…
    ALLORA NON LAMENTIAMOCI DELLO SVILUPPO MANCANTE, CHE EBOLI E’ MORTA, CHE NON C’E’ LAVORO E BLA BLA BLA…

  4. questo finanziamento non doveva essere concesso poiché riguardava il centro storico di una città con tanta storia antica (è come concedere il finanziamento per costruire in prossimità dei templi a Paestum) io metterei in galera dopo aver licenziato colui che ha concesso il finanziamento

    • no fressola, sbagli costruire allora sarebbe stato prendere 2 piccioni con fava,
      1 risollevare il centro storico centralizzandolo,
      2 dare lavoro,si rimuove tutta la filiera economica,
      una ottima idea, peccato i nichilisti dediti sempre all’ignoranza convinta…
      andatevene via

  5. Che pena! Con questa gente Eboli sta scrivendo la parola FINE. E che commenti …

  6. Che pena! Con questa gente Eboli sta perdendo occasioni,
    e che autolesionismi, benvenuta miseria!

  7. UNA DOMANDA PER TUTTI.
    scusate non sono ferratissimo dal punto di vista della cronologia delle opere pubbliche, ma questi signori che oggi accusano di tentativi di occultamento ecc….non sono gli stessi che erano al governo della città quando fu costruita la tendostruttura, con relativo piazzale?? il muro era già là sotto o no? fu quello non un tentativo, ma un riuscito atto di occultamento o no?
    grazie a chi sarà delucidarmi 🙂

  8. Non allarmatevi.

    Non perderemo nessun finanziamento e potremo prenderci tutto il tempo necessario per le dovute indagini a tutela della storia di Eboli.

    Anche se parte dei lavori finirà nel 2016 non c’è alcun pericolo….. questo è un progetto che supera i 5 mil di euro e ha dei canali preferenziali (diciamo così)!!!

    Spostate l’attenzione su altri temi molto più importanti per la città !!!

    • XGERARDO:
      E’ FINITA L’EPOCA BELLA DELLE DILAZIONI, SONO FONDI CAMPANI VIA EUROPA, MESI DICIOTTO O A CASA, AMICO CARO,SEI RIMASTO AGLI ANNI 0TTANTA, MAASTRICHT, E’ AHINOI ANCHE QUESTO, I TEMPI BIZANTINI SONO FINITI!

    • Per Burocrate.

      Mi sa che tu sei rimasto agli anni ottanta. Prima di fare certe affermazioni dovresti informarti sul funzionamento dei Fondi Europei e delle loro regole. I fondi li gestisce la regione ma le regole le detta bruxelles. Studia le linee guida per la chiusura dei PO 2007-13 e poi ne parliamo.

      Studia studia (e come direbbe sgarbi CAPRA CAPRA CAPRA!!!)

      perche` e` proprio la gente come te che contribuisce a fare confusione

    • Caro gerardo, prima di dare della capra, come solito fare un altra xxxxx xxxxxxxxx, ti invito a studiare eleggere meglio le direttive di bruxelles, non amante dei tempi borbonici italiani, appunto:
      Con i fondi strutturali si promuove lo sviluppo per la coesione economica e sociale. Il periodo di programmazione è di solito di 7 anni; l’attuale periodo che si conclude quest’anno è riferito al 2007-2013, il prossimo sarà riferito alla programmazione europea 2014-2020.
      La programmazione 2007-2013
      La partita della programmazione in atto è, però, quella che toglie il sonno al sottosegretario alla presidenza del Consiglio Graziano Delrio, che ha deciso di tenere per sé la relativa delega. Nell’anno e mezzo che resta prima della chiusura, fissata a fine 2015, l’Italia ha da spendere ancora 22 miliardi di euro: sette entro la fine del 2014 e 15 entro l’anno successivo. Secondo le proiezioni di Palazzo Chigi, una cifra pari ad almeno cinque miliardi di euro sarebbe allora a rischio.
      n Italia i finanziamenti arrivano direttamente alla pubblica amministrazione che sono le Autorità di Gestione e fanno capo ai ministeri di riferimento per ciascun tematica e alle Regioni. Per utilizzare al meglio i fondi ad esempio le Regioni devono indire i relativi bandi. Il problema oggi è che la gestione è troppo politicizzata e molto spesso per il ritardo delle regioni nel presentare i bandi si perdono i finanziamenti.è un mare magnum

    • per Burocrate

      ma cosa c’entra???

      STUDIA STUDIA perché da quello che dici non sembri proprio un esperto di settore…

      hai mai sentito parlare di progetti a cavallo???? Ah, dimenticavo, non sei esperto di settore quindi che cacchio ne vuoi sapere…..

      Allora Studia prima di dire cose a vanvera lette su internet…

    • ai ragione, non sono esperto, sono un fessacchiotto come la corte dei conti ue,che accusa l’Italia: “Non sa gestire i fondi europei”le irregolarità riguardano ritardi nell’esecuzione dei controlli di primo e di secondo livello, nella trasmissione delle relazioni, nel seguito dato ai controlli e nell’aggiornamento della tabella di monitoraggio, nonché nelle verifiche che l’autorità di pagamento avrebbe dovuto effettuare. Diverse irregolarità non sono state segnalate dai controllori nazionali, mentre altri controlli erano stati considerati conclusi senza che fossero stati esaminati documenti essenziali.
      Per i prossimi sette anni dire ‘povera Italia’ sarà vietato. Quarantadue miliardi di euro è infatti la cifra che la Commissione europea ha deciso di dare al nostro Paese, in seguito all’accordo di parteneriato siglato il 29 ottobre sui fondi strutturali 2014-2020.
      In particolare, 32,2 miliardi di euro di finanziamenti totali arriveranno dalla politica di coesione.Per quanto infatti il «funzionario medio regionale italiano sia valido come gli altri europei, si deve sempre scontrare con le alte sfere che bloccano tutto: il presidente che vuole il favore, l’amico del direttore che chiede la commessa senza bando».
      La «classe dirigente non è limpida ed efficiente, se a ciò aggiungi un contesto economico depresso dove i migliori vanno via, resta quello che resta. Insomma c’è gente brava, però si perde…». Come si perdono i fondi europei.
      A rimanere, invece, è sempre la corruzione. «Stranamente le Regioni del Sud in ritardo anche quest’anno nella consegna dei programmi sono Campania, Sicilia e Calabria», osservano a Bruxelles, «la corruzione non è certo limitata a quelle Regioni ma è un fattore determinante ulteriore».
      Per questo la Commissione ha voluto un programma specifico sulla legalità che chiede alle amministrazioni di attrezzarsi per adottare misure anticorruzione e antifrode. «Ma questo non è controllabile certo da noi» fonte conrte conti ue
      22,2 MILIARDI PER CINQUE REGIONI DEL SUD. Di questi, 22,2 miliardi per le Regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia),
      ma forse tu e i tuoi amici siete migliori nel campo delli progetti a cacio-cavallo

    • errata corrige:
      in appoggio a burocrate cui mi rivedo:
      i tempi europei sono stretti e rischiamo di perdere altri soldi

    • X Marco Naponiello

      non cimentarti anche tu in cose che non conosci prendendo le osservazioni della Corte dei conti Europea riportandole pari pari per giustificare un tuo “ragionamento”.

      Prima di tutto, mi devi spiegare cosa c’entra l’inefficienza e la corruzione nella gestione delle risorse a livello regionale con le tempistiche di attuazione di singoli progetti già finanziati a livello locale/comunale. Le attività dei controlli di I e II livello, di monitoraggio … ma sai cosa sono e da chi vengono fatti??? Ma poi cosa c’entra con il nostro ragionamento?? Stai riportando cose a caso tanto per scrivere qualcosa…

      Nel caso di specie dovresti spiegarmi quali sono i collegamenti con la vicenda del centro Polifunzionale. Il ragionamento è partito dal fatto che Burocrate sostiene che andiamo verso una perdita del finanziamento, mentre Gerardo sostiene che non vi è alcun rischio concreto in quanto ci sono dei meccanismi che permettono di “portare” questi progetti a valere sulle risorse 2014.20.
      Ma queste cose può conoscerle solo chi opera nel settore quindi, vi prego, non cimentatevi in cose che non conoscete, specialmente se volete fare carriera politica, altrimenti farete solo figure di Merda!!!

      Poi, se vuoi sapere la mia opinione sulla perdita di risorse europee nelle regioni del SUD (oltre alle osservazioni della Corte dei Conti UE che condivido in parte), uno dei motivi principali è la presenza di persone incompetenti nelle funzioni di gestione messi, quasi sempre, dalla politica (che va per vicinanza e non per merito). Magra consolazione è che almeno voi, non ricoprendo posizioni di gestione e/o di potere (almeno lo spero) non potete provocare datti vista la manifesta ignoranza e incompetenza dimostrata con questi post.

    • caro pseudo meritocratico io riporto dati ufficilai della ue e di istituzioni nazionali, inoltre x bontà di admin, ho scritto articoli sull’argomento e di come la campania fosse primatista nei sprechi di danaro, auspico che eboli sia parte diligente,in controtendenza con l’andazzo regionale.. come auspico che oltre ad essere meritocratico tu sia anche coraggioso nel firmarti.
      ti auguro buone feste

    • X Marco Naponiello

      Ancora una volta hai risposto a vanvera. Poi sti soldi li sprechiamo o non li spendiamo?? Deciditi….

      Vedi il fatto è che la materia è molto complessa nei suoi aspetti tecnici e procedurali e non basta leggere qualche documento di sintesi per capire il funzionamento di questo mondo.

      Comunque nessuno ha messo in dubbio la “bontà” delle frasi estrapolate da documenti UE che tu hai riportato (di nuovo a vanvera) su questo blog.

      Io sarò anche pseudo meritocratico ( …anche questo appellativo gratuito che cazzo centra ???) ma una cosa è certa che chi vuole come te forzare la mano sulle argomentazioni senza avere nessuna competenza, pensando di avere (sempre) difronte una massa di ignoranti, prima o poi pagherà il conto!!!

      Buona fortuna per le prossime elezioni … e speriamo che ti vada male per il bene della città se queste sono le premesse !!!

      W la Competenza W la Corretta informazione W la Meritocrazia W Eboli

      PS. mantengo il mio anonimato proprio perché non ho bisogno di avere visibilità in quanto io sto dalla parte dei “giudici elettori” . Poi anonimato o no vale quello che scrivi non chi sei ! o no ? Ai giudici elettori (competenti) l’ardua sentenza!!!

    • x meritocratico e gerardo, coi ritardi perederemo il bambino e l’acqua sporca,mentre noi discutiamo eboli brucia, come i soldi e le speranze di riscatto, chi avrà finanze decenti andrà a svacazzare in sud-centro america o est europa, gli altri a pulire i culi dei paesi emergenti, come le colf che da anni abbiamo in italia,..
      CHI TROPPO CHIACCHIERA NON CONCLUDE NIENTE, SIAMO UNA NAZIONE DI CIALTRONI!
      trovatevi un lavoro vero…

    • MODERAZIONE
      …………………………………
      x realista ( o marco naponiello?)

      …ma non sai leggere o hai letto male? se così fosse ti invito a rileggere tutti i post dall’inizio con attenzione.

      1. chi parla troppo in questa chat non sono certamente io (ho scritto al massimo una decina di post in tutta la vita di questo blog). Ecco qua! Anche tu parli a vanvera!

      2. scrivo poco perché non ho tempo di combattere e CHIACCHIERARE con persone come te, naponiello e tanti altri che parlano, ahimè, a vanvera;

      3. scrivo poco perché ho un lavoro (io) e non spero di essere eletto per trovare una forma di lavoro (anzi di assistenzialismo) retribuita dalla collettività. Chi si propone per governare, o governa, deve essere serio e competente;

      4. chi chiacchiera e non conclude non sono certamente io (ricordi? io già ho un lavoro grazie a dio e produco…) perché non sono stato un politico ne voglio esserlo (nulla da togliere a chi ha fatto e fa politica con serietà, dedizione e competenza… ma sono rarità non ebolitane);

      5. che cazzo c’entra il discorso dei “ritardi” con il perdere il bambino e l’acqua sporca (ah .. tu sei uno di quelli competenti che lavora e non parla a vanvera. vero?)

      6. se eboli brucia, come i soldi e le speranze di riscatto, non devi dirlo a me ma a chi ha governato questa città, questo paese e chi si appresta a farlo senza avere merito o competenze. Proprio perché nei posti decisionali ci sono persone che non sanno un cazzo e non sanno affrontare i problemi che ci ritroviamo con le pacche nell’acqua.

      LEGGI e RIFLETTI PRIMA DI SCRIVERE e rivolgiti alle persone giuste non ad un povero cristo come me che, in un giorno di malattia, sta cazzeggiando su internet.

      Ai Politici incompetenti (che sono molti) e agli aspiranti tali (che sono ancora di più) anche tu devi dire…

      TROVATEVI UN LAVORO E NON ROMPETECI I COGLIONI PERCHè FATE SOLO DANNI !!!

      AVANTI IL MERITO e COMMISSARIO A VITA SE QUESTE SONO LE PREMESSE e le ALTERNATIVE A MELCHIONDA

      ps. il messaggio è rivolto solo a politici e persone incompetenti che con la loro presunzione e arroganza stanno distruggendo questa città e l’intero paese.

      UN PLAUSO, invece, a quei pochi eroi politici e gente comune che con la loro umiltà e competenza hanno fatto grande questa nazione e la nostra città !!!!

    • MODERAZIONE
      …………………………………
      CARO GERARDO ALIAS MERITOCRATICO ALIAS DEMOCRATICO ALIAS SPACCONE:
      NON VOGLIO FARMI TRASCINARE IN UNA LITE DA POLLAIO, IO METTO LA FACCIA TU UN AGGETTIVO!
      I GIUDICI ELETTORI DEVONO CONOSCERE IL NOME DEI SOGGETTI SOTTOPOSTI AL LORO GIUDIZIO A CUI SI COLLEGANO LE IDEE..TROPPO FACILE,E UN PO VIGLIACCHETTO IL TUO ATTEGGIAMENTO, TIPICAMENTE ITALIOTA.
      PARLO A VANVERA?
      I RIPETO CHE MI SONO BEN DOCUMENTATO, PARLANDO ANCHE CON TECNICI DEL SETTORE,INGEGERI ED ARCHITETTI, QUELLO CHE TU/VIOI FINGETE DI ESSERE, O LO SIETE IN MANIERA MALDESTRA.
      IO MI INTENDO UN POCHINO DI LEGGI, E DI COME LE NORME IN ITALIA A LIVELLO PROCESSUALE EPROCEDIMENTALE NON SIANOR ISPETTATE PER COLPA DI UNA DOLOSA BUROCRZIA BORBONICA, INCAPACE,E NON ANCORA INFORMATIZZATA,VEDI CODICE AMM.NE DIGITALE.
      BENE QUESTA SUPPONENZA IRRIGUARDOSA DELLE IDEE ALTRUI è LA TUA PATENTE DI FINTO MERITODEMOCRATICO,
      SPPERO CHE LA MIA PREVISIONE ERRI PER IL BENESSERE EBOLITANO, VI AUGURO A TUTTI E TRE, SORRY, UNO UNA RESIPISCENZA OPEROSA.
      SENZA RANCORE,CORDIALMENTE, BUON NATALE!
      PS. L’OPERA SI DEVE FARE…

    • pps..chiedo scusa x errori di battitura causa t9

    • Ciao Marco, alias burocratico alias realista alias a vanvera. Buon natale anche a te e figli maschi … Ops mi scuso mi sono fatto prendere dalla vanverite!!!!

      Ps io non sono sottoposto a giudizio degli elettori perché non sono candidato. Buona campagna elettorale a te e speriamo vinca il meno peggio

  9. Il comune di Eboli ha rischiato di essere chiuso per infiltrazioni mafiose (questo è quello che si dice in giro) ed invece si è scelta la soluzione più soft del commissariamento.
    Le indagini su Le Bolle, sull’Outlet Cilento stanno facendo emergere situazioni a dir poco raccapriccianti.
    E tutto questo in nome del lavoro, dell’occupazione.
    Chi è a favore della devastazione cementizia a tutti i costi “perché porta lavoro” sono identici a chi, a Palermo, a Napoli, a Bari, a Reggio Calabria inneggia alle mafie perché “dà lavoro”.
    Siete anche voi per questo o per la crescita sostenibile e nel pieno della legalità?
    Noi vogliamo che l’edilizia garantisca lavoro ma in modo intelligente e non come vorreste voi costruendo in maniera selvaggia. Il nostro territorio è già ampiamente martoriato, il futuro potrebbe essere – se a governare ci fosse gente come voi – identico a quello dell’agro nocerino sarnese o del nolano dove non c’è più spazio neanche per coltivare una dico una cipolla (per questo la Piana del Sele la stanno acquistando gente proveniente da quelle parti).
    Quindi smettetela di fare dell’ironia idiota e cercate di capire cosa si sta dicendo da decenni.

    • mister no cosa c’entrano delle cose con le altre?
      qui parliamo di una opportunità di crescita che sarebbe bene non perderla, le voci di paese sono tali se non si concrtizzano in atti giudiziari,altrimenti sono pettegolezzi illazioni,diffamazioni!
      il garantismo peloso, non produce giustizia tanto meno lavoro, sono anni che ne vediamo i risultati, ma tu forse vivi bene nel tuo piccolo…

  10. tra gli inervenienti c’è nascosto sicuro qualche amministratore, si vede dall’ignorantità che manifestano

    • l’ignorantità come nel maccheronico italiano dici tu, è l’atteggiamento dei fanatici e fessi concittadini che tutto sanno di tutto si lamentano, ma alla occsione di cambiamento preferiscono l’inerzia polemica al sano fattivismo…vergogna!
      la lamentela è l’ultimo rifugio dei falliti dentro, è sempre colpa degli altri,e boli siamo noi invece e ce en dimentichiamo.

  11. Le orecchie sono state loro aperte ,gli ebolani ora si suicidassero, come meglio desiderano.buona fortuna.

  12. X mister no. Se il comune é a rischio infiltrazione cammoristica vao dai msgistrati e denunciali , perche rischi di essere coinvolto come persona informata dei fatti e come tale essere denunciata, diverrsamente se non sei convinto ti conviene tacere alttrimenti rischi di essre denunciato x altro.
    X rosania
    Ma quando costruirono quell ebbrobrio di palazzo nel centro storico accanto all isses tu doveri???? … a si ricordo …. eri impwgnato a f are il sindaco e a magnificare un assessore chiamato bancomat!!!! Io da comunista dentro ti dico che taluni amministratori sarebbero la sciagura x eboli.

    • chi è a conoscenza di fatti penalmente rilevanti, quarto piano palazzo di giustizia di fronte piazza amendola, a destra dopo l’androne vi è un ascensore,
      li vi è la cancelleria addetta alla ricezione delle denunce e degli esposti, se il contrario meglio stare zitti per non essere querelati per ingiuria.
      cosi si fa in un paese civile

  13. Ma cosa c’è da dire?
    Cosa c’è da chiarire?
    Vogliamo il lavoro, o ci faremo un panino con le pietre.

  14. Non dire a me che devo denunciare ma a chi scrive articoli sui giornali che, se non fosse vero, avvelenano il paese

  15. ….@…..
    Mister no saresti stato un buon affare x Eboli peccato che paragoni Eboli a comuni dell’agro nocerino del nolano ci mancava solo che paragonarsi ai comuni siciliani e il gioco e fatto…
    Bravo l’ebolitano

  16. A Martino tutto gli si può dire purché sia implicato in faccende di mafia.
    X rosania
    Aspetto risposta sul palazzo edificato nel centro storico vicino alla ises

  17. @ Pietro il grande

    come immaginavo. Pur di raggiungere il proprio scopo si travisa (o meglio si vuole travisare) tutto.
    Ho detto che se la mentalità è quella del “costruire sempre e comunque” anche se non ce n’è bisogno presto la Piana potrebbe diventare come quella dell’agro nocerino sarnese e del nolano. Non ho detto che siamo come loro (anche se la maggiioranza di chi abita in quelle zone sono persone perbene) ma che il territorio potrebbe diventare come quello.
    E non fate finta di non aver capito!!!

  18. Un giorno un funzionario comunale, a rischio declassamento, comunciò a gridare nei corridi del palazzo Comunale delle cose gravissime indirizzandole a chi doveva prendere quella decisione. Tutti gli impiegati si rifugiarono negli uffici ma tutti sentirono ascoltarono quelel accuse pesanti. Chiedo a qualcuno di quegli impiegati, se legge Politicademente, di ricordare ai lettori cosa disse quel funzionario e così si capirà cosa volevo dire. Se poi quello stesso funzionario ha mentito questo non posso saperlo.
    Poi è normale che le accuse vanno provate altrimenti se fosse vero tutto quello che si dice su molti amministratori locali sarebbero già in galera. I giornali ormai sono pieni di infamità di chi getta fango contro nemici ed avversare per deligittimarli utilizzando la carta stampata come clava, salvo poi accorgersi che era tutta una farsa. Le accuse vanno provate (com’è giusto in uno Stato di diritto)

  19. Per Mister No ed altri.
    Che facciamo a chi la spara più grossa?
    Pensavo che la cosa morisse li, invece mi rendo conto che così non è stato.
    Il tentativo di dipingere Eboli come una città piena di camorra, partecipando ad un gioco al massacro che invece è in atto tra gruppi politici, quelli si senza scrupoli.
    E quali sarebbero gli elementi perchè sì giunga a questo?
    Magari il nostro desiderio? O assecondare il desiderio di qualche suggeritore che a puntate su alcuni foglietti o di tanto in tanto su qualche quotidiano locale per il solo desiderio di rompere ogni cosa solo perchè non ci si può arrivare PUNTO Al massacro?
    Quei tempi di politica e camorra li abbiamo già vissuti e di certo non ne abbiamo un bel ricordo. Questo però non significa che la Camorra non c’è, c’è e come, ma noi non siamo investigatori ne dobbiamo farli, semmai collaborare praticando solo la legalità e l’onestà. Facciamo fare ai poliziotti e agli inquirenti il loro lavoro non disturbiamoli.
    Questa Città ha avuto negli anni un progressivo impoverimento, e mentre I suoi abitanti si impoverivano solo pochissime persone si sono arricchite.
    Ma questa è un’altra storia, così come è storia il tentativo di trascinare in un’aula giudiziaria tutto l’operato dell’amministrazione Melchionda.
    Un gioco al massacro del quale ne parlerò in un articolo specifico.
    Questo che accade sembra più una azione volta ad una vendetta che al desiderio di cercare giustizia.
    Melchionda non ha brillato, come non hanno brillato i suoi oppositori interni ed esterni.
    La trattazione di alcuni argomenti sembra voler raggiungere altri obiettivi e in questa strategia c’è ovviamente chi ne è consapevole e magari chi involontariamente si presta, ma ci potrebbe essere anche chi con sistematicità e in gruppi diversi usando mezzi diversi per scompigliare le carte e semmai orientarle in altre direzioni, “imponendo” una strategia del terrore che potrebbe avere oltre che lo scopo di intimidire, anche quello di mandare messaggi subliminali a chi deve capire. SE È COSÌ non ci troviamo in una città di camorra ma in una città dove c’è chi con metodi che non si allontanano da quelli che utilizza la camorra, vorrebbe ridurre tutti all’obbedienza, per fare solo i cazzi propri eliminando tutti gli avversari che sono sulla loro strada e si frappe nono ai loro disegni.
    Caro Mister No, poichè non penso tu voglia aggiungerti a questa specie di vermi contagioso e poichè non hai nessun elemento, ti suggerisco di non ripetere commenti del genere, altrimenti fai proprio tutto il contrario di quello che speri.
    Non diciamo stronzate.
    In ogni caso noi staremo qui, veglieremo e ci opporre mo a questi disegni, osi come denunce remo chi grida “al lupo al lupo” solo per sostituirsi al lupo.
    Massimo Del Mese

  20. ULTIME NOTIZIE, VI è IL SOSPETTO CHE LE MURA SCOPERTE, NON SIANO DEI BASTIONI DI BALUARDO MA UN SEMPLICE MURO DI CONTENIMENTO SENZA VALORE STORICO, QUINDI LA SOPRAINTENDENZA DOVREBBE DARE IL SUO OK

  21. …@….
    Penso di non aver travisato..

    ma sig.mister no che si critichi l’operato del primo cittadino penso sia legittimo e non va contro l’interesse della città che si dica e qui la penso come te che tutto quel proliferare di abitazioni nella piana del sele sia stato il modo sbagliato di interpretare un certo modo di fatr politica ma penso che adesso sia il momento di iniziare una critica sui futuri aspiranti sindaci ,sperando di tenerli sotto pressione in modoche non deviono dal mandato che gli verrà dato

  22. caro Admin

    vorrei che le tue parole fossero profetiche ma mi rendo conto che davanti al declino morale a cui stiamo assistendo anche nel nostro paese non possono fare a meno di “dire la mia”.

    le cose che scrivo sono il riporto di testimoni affidabili ma, credimi, vorrei fare a meno di dirle ma come tacere queste cose così immonde? Come non far sapere alla gente che ad Eboli da anni c’è qualcosa che non va (e non necessariamente deve essere penalmente rilevante ma eticamente sicuramente si).
    Admin da anni sto vedendo morire, lentamente, questa magnifica città e soffro enormemente vedere quanta indifferenza ci sia in giro. I miei interventi non è solo veleno ma il grido di dolore di chi vede morire una persona cara e non può farci nulla. Ci hai dato la possibilità di poter gridare al cielo questo dolore, permettici di fare almeno questo visto che altro non possiamo fare.
    Cordialmente!!!

  23. L’economia non gira con opere inutili come questa. Mi rendo conto che per chi non ha lavoro, una gettata di cemento è sempre meglio di nulla ma, mi chiedo e vi chiedo: dopo la gettata di cemento cosa accade? dei 6 milioni quanti di questi soldi andranno nelle mani degli ebolitani? E quanti di questi ebolitani che prenderanno i soldi sono tra le “fasce deboli”? Il tempo come sempre saprà dare risposte effettive. Ricordate che il modo migliore per far arricchire i già ricchi è sempre stata la speculazione edilizia e la cementificazione. I poveri sono rimasti sempre poveri con tali mezzi. Ricordatevelo.

  24. E ci tengo a sottolineare (per evitare commenti di risposta sgradevoli e superficiali) che io sono a favore dello sviluppo della città. Ma abbiamo tanti edifici totalmente abbandonati, da poter riqualificare e destinare a nuovi e diversi usi. Parlo di riqualificazione, ripeto, ristrutturazione, attuazione di nuove idee per un sincero sviluppo economico del territorio. Perchè costruire ex novo quando abbiamo già molti edifici fantasma? I veri programmi attuativi si studiano in tal senso. Si studiano tutte le possibilità, si analizzano gli aspetti positivi e negativi. Il centro storico è l’essenza della tutela, della conservazione e noi andiamo a costruirci sopra… E dove possiamo e dobbiamo riqualificare/ristrutturare lasciamo al totale abbandono. Che senso ha? E’ questo che proprio non capisco. Osservate la città e notate quanti scheletri di edifici sono abbandonati da anni. Da anni lasciati in totale abbandono! Ma perchè? Svegliamoci, osserviamo le cose dal giusto punto di vista! Non buttiamo i NOSTRI 6 milioni di euro in pasto agli speculatori! Sono nostri e dobbiamo pretendere dalle autorità che vengano usate per le NOSTRE VERE ESIGENZE!

3 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente