Battipaglia: Il M5S propone di realizzare un “Centro del riuso”

Il M5S di Battipaglia ha presentato, alla Commissione Prefettizia, una proposta per realizzare, un Centro di raccolta e riuso del materiale di scarto.

L’iniziativa si ispira al centro Goteborg in Svezia, primo in Europa, che assicura al Comune circa 800.000,00 € l’anno, offrendo lavoro a più di 30 persone. Tra gli obiettivi anche quello di sostenere la diffusione della cultura del riuso dei beni, basata su principi di tutela ambientale.

Riuso

Riuso

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Il gruppo locale del Movimento 5 Stelle di Battipaglia per iniziativa di Ivano Esposito, Donato Antonello D’Alessio, Enrico Farina,  ha presentato, all’attenzione della Commissione Prefettizia, un’istanza tendente a realizzare, nel territorio comunale, un Centro di raccolta e riuso del materiale di scarto, da ubicare presso strutture confiscate alla criminalità organizzata, attraverso il coinvolgimento del Presidio Locale dell’Associazione Libera, dell’Istituto Professionale E. Ferrari e delle Associazioni di Volontariato.

L’iniziativa si ispira al centro di Goteborg in Svezia, il primo in Europa, che oggi assicura al Comune circa 800.000,00 € all’anno, offrendo lavoro a più di 30 persone. E’ importante evidenziare che non esistono realtà similari nel Sud Italia e che Battipaglia sarebbe la prima città a realizzare un Centro per recupero del materiale di scarto.

Tra gli obiettivi dell’iniziativa si evidenzia: sostenere la diffusione di una cultura del riuso dei beni, basata su principi di tutela ambientale e di solidarietà sociale; consentire alle fasce più deboli della popolazione la possibilità di ottenere, a titolo gratuito (previa esibizione ISEE), beni non nuovi ma ancora in grado di essere utilizzati per gli usi, gli scopi e le finalità originarie dei beni stessi, i quali potranno essere anche venduti, attraverso la realizzazione di un “mercatino dell’usato”; realizzare un Polo formativo per gli indirizzi professionali del territorio, dove i giovani potranno effettuare laboratori professionali ed artistici, finalizzati a ridare vita agli oggetti di scarto; realizzare un Laboratorio di incubazione di idee e tecnologia, nel quale i ragazzi potranno creare prodotti riciclati e dall’alto valore intrinseco (es. realizzare accessori di moda, da abiti di riuso, laboratorio informatico con vecchi pc utilizzando software open source).

…………………….  …  …………………….

Battipaglia, 3 gennaio 2015

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente