Il PD esprime apprezzamenti e dubbi per la redazione del nuovo PUC di Battipaglia

Bruno(PD) pur condividendo l’impostazione data per la indicazione delle Linee guida, evidenzia come sia lontano il traguardo della redazione del nuovo PUC.

La consulenza giuridico-amministrativa affidata al Gruppo di lavoro Alvisi, fa seguito alla revoca del preliminare di Piano adottato dal commissario Ruffo ma lascia in vigore la delibera n°42 del 2012 sul documento programmatico e atto di indirizzo del preliminare del PUC.

PUC Battipaglia

PUC Battipaglia

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – Il Segretario del Circolo del Partito Democratico di Battipaglia Davide Bruno, all’indomani della Presentazione del Gruppo di Lavoro, guidato dall’Architetto Massimo Alvisi, che dovrà redigere il preliminare del PUC, esprimere apprezzamento per la visione di “città estesa”, per l’intenzione di recuperare gli standard, di “riammagliare” la disarticolazione delle periferie, per la collaborazione di professionisti che hanno avuto esperienze di grande livello.

Allo stesso tempo è necessario sottolineare come ci ritroviamo di nuovo alle linee guida e che il traguardo del PUC è lontano, visto che il mandato della commissione scade il prossimo ottobre, confermando, di fatto, che il paventato pericolo della nomina del commissario ad acta per la redazione del PUC a luglio, di fatto, non esiste.

Davide Bruno

Davide Bruno

Infatti, non c’è l’incarico per la redazione del piano urbanistico ma una consulenza tecnica per l’elaborazione di un documento programmatico di indirizzo delle politiche urbanistiche e una consulenza giuridico-amministrativa che fa seguito alla revoca da parte della commissione straordinaria del preliminare di Piano adottato dal commissario Mario Rosario Ruffo lasciando in vigore la delibera di consiglio comunale  n°42 del 2012 sul documento programmatico e atto di indirizzo del preliminare del PUC, delibera mai revocata.

Sul modello del piano d’Azione “Agenda 21” si può ragionare sull’attivazione di un processo di partecipazione, un apposito forum,  che prevede il coinvolgimento attivo dei rappresentanti dei vari attori locali (settore produttivo, aziende collegate, associazioni di categoria, associazioni del volontariato, circoli, mondo della scuola, agenzie di controllo, organizzazioni sindacali, ordini professionali, media, enti pubblici, ecc.) ispirato dal concetto di della “città pubblica” di quote del plusvalore prodotto dalle trasformazioni urbane, ma anche a politiche capaci di attrarre impresa, ricerca, attività culturali, per improntare il consumo di suolo alla preservazione di un bene comune non riproducibile, per assicurare una risorsa necessaria a garantire la qualità della vita delle nostre e delle future generazioni, su quali siano le risorse su cui poter contare per attuare i processi di riqualificazione e di rigenerazione della nostra città.

Comunque si evidenzia che detta attività, nelle forme giuridiche, è prevista dai combinati disposti delle norme che regolano l’attività pianificatoria con quella della valutazione ambientale strategica.

Battipaglia, 29 gennaio 2015

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Effettivamente si parla per adesso solo di elaborazione di linee guida, da parte del gruppo dell’Arch. Alvisi. Sono comunque convinta che la commissione si attiverà nel periodo che sarà impegnata a Battipaglia a far elaborare ed approvare il PUC. Sono anche convinta che delle persone non del posto, quindi maggiormente coinvolte con le realtà locali, saranno più di altri in grado di far elaborare un buon strumento urbanistico, cosa che di fatto noi non siamo riusciti in tanti anni a fare, preferendo gestire il territorio nel modo che conosciamo.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente