Eboli: Formazione per associazioni e giovani grazie al partenariato Comune – Amesci

Cariello: «Presto dedicheremo un Consiglio Comunale monotematico sui giovani»

Occasioni di formazione per giovani ed associazioni grazie al partenariato tra Comune di Eboli e l’Associazione Nazionale Amesci.

Borrelli (Amesci): «Gli obiettivi di formazione che ci poniamo passano attraverso il volontariato, il servizio civile ed il tirocinio». Il Sindaco Cariello: «Abbiamo voluto il partenariato, per garantire formazione ed occasioni per i nostri giovani».

Monaco-Borrelli-Cariello-Busillo-Lenza

Protocollo Amesci-Monaco-Borrelli-Cariello-Busillo-Lenza

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Formazione dei giovani attraverso corsi specifici e tirocini. Ma poi anche formazione rivolta ad associazioni ed organismi sul territorio che, nell’ambito delle politiche per i giovani, acquisiscano la capacità di progettare in proprio, in questo modo affrancandosi dalla politica e mettendo in campo progettualità che abbiano la possibilità di accedere ai fondi su scala regionale, nazionale e comunitaria.

Questo è il “cuore” del partenariato tra comune di Eboli ed associazione nazionale Amesci, che è stato illustrato questa mattina nel corso di una conferenza stampa, che si è tenuta nell’Aula del Consiglio Comunale di Eboli, alla presenza del Sindaco Massimo Cariello, dell’Assessore alle Politiche Sociali Lazzaro Lenza, del Consigliere Comunale Carmine Busillo, del Presidente del Forum della Gioventù Gino Monaco, e il presidente di Amesci, Enrico Borrelli

«Individuare risorse per  giovani è un merito di questa amministrazione comunale – ha esordito il presidente di Amesci, Enrico Borrelli -. Gli obiettivi di formazione che ci poniamo passano attraverso il volontariato, il servizio civile ed il tirocinio. Si tratta di occasioni di arricchimento, che vorremmo trasferire anche alle associazioni».

Il via libera al rapporto di partenariato è arrivato anche dall’organismo diretto dei giovani attraverso il presidente del Forum dei Giovani di Eboli, Gino Monaco che ha dichiarato: «Con questa Amministrazione c’è stato uno scatto in avanti un termini di attenzione per i giovani e la scelta di Amesci significa appunto programmazione, abbandonando l’improvvisazione degli anni scorsi».

Intanto, il Comune di Eboli, nonostante i ritardi con cui erano state portate avanti le politiche giovanili nel passato, è riuscito ad agganciare la finestra del servizio civile dello scorso 15 ottobre. «L’ultima finestra è una notizia importante, perché se riuscissimo ad impiegare nel servizio civile qualche decina di giovani, avremmo raggiunto un importante obiettivo», commenta il sindaco di Eboli, Massimo Cariello. Sulle polemiche che qualcuno, seppure in maniera isolata, ha voluto montare circa il rapporto con Amesci, il primo cittadino di Eboli è stato chiaro: «Abbiamo voluto fortemente questo partenariato, perché ci garantisce formazione ed occasioni per i nostri giovani. Amesci non da ora, e non solo in questo territorio, è garanzia di conoscenze e ci garantisce inoltre la possibilità di partecipare in maniera attrezzata ad importanti bandi riservati alle attività per i giovani. Voglio essere chiaro: Eboli era carente nelle politiche giovanili, ma da adesso si cambia passo e si mettono i giovani in condizione di acquisire importanti esperienze formative. Amesci è un investimento, già tra un anno tireremo le somme e verificheremo il ritorno che questo partenariato ci garantisce».

Il sindaco Cariello ha riservato un passaggio anche al programma Garanzia Giovani: «Sarà un’occasione per i giovani di mettersi alla prova e per i datori di lavoro di verificare competenze e disponibilità. Siamo consapevoli del disagio che vivono i giovani, perciò anche in questo campo mettiamo a disposizione le competenze di Amesci, perché il “disagio” si trasformi in “agio”. E poi stiamo valutando la possibilità di organizzare tirocini e stage con l’Università, ma in ogni caso a novembre ci sarà un Consiglio Comunale monotematico sui giovani per valutare gli indirizzi nel campo delle politiche giovanili. Trattenere la delega delle politiche giovanili, pur in stretta collaborazione con il consigliere comunale Carmine Busillo, impegnato quotidianamente in questo settore, significa dare importanza particolare alle politiche per i giovani».

Eboli, 23 ottobre 2015

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente