Cardiello: La Giunta revochi la convenzione con l’Amesci

Cardiello (FI):  “Avevamo ragione sulla convenzione Comune-Amesci. Il Segretario Comunale ci conforta.

Il capogruppo Forza Italia interviene sulla proposta di convenzione tra Comune e AMESCI: “La delibera venga revocata e portata in consiglio comunale.”

Damiano Cardiello (4)

Damiano Cardiello (4)

da (POLITICAdeMENTE) il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – «Quasi due messi fa abbiamo sollevato la questione concernente la convenzione onerosa tra Comune di Eboli e Associazione AMESCI. – scrive in una nota il capogruppo di Forza Italia Damiano Cardiello -.

Spendere 30.000€ in tre anni, 10.000€ per ogni annualità di progettazione ecc…. (in allegato) – aggiunge Cardiello – per noi rappresentavano uno schiaffo alla gestione oculata delle risorse pubbliche.

Il parere del Dirigente Cosimo Marmora – per Cardiello – già aveva gettato ombre dal punto di vista contabile (in allegato), in seguito la nostra interrogazione comunale (in allegato) abbiamo avuto conferma che quella convenzione non è stata ancora firmata. Anche perchè all’atto della firma per il Comune di Eboli l’esborso sarebbe stato di € 2.000.

Oggi – conclude Damiano Cardielloabbiamo ricevuto il parere da parte del Segretario Comunale che ci ha confortato (in allegato). Invitiamo la Giunta Comunale a ritirare in autotutela la delibera adottata e a valorizzare maggiormente le associazioni presenti sul territorio senza bisogno di rivolgersi fuori Città per integrare le politiche giovanili.»

 

……………….  …  ………………..

.

PARERE

…………………  …  ………………….

.

.

.

.

……………………  …  …………………….

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

…………………….  …  ……………………..

COMUNE DI EBOLI
ADESIONE ALLA CAMPAGNA CITTADINI 2.0
ACCORDO DI PARTENARIATO CON ASSOCIAZIONE AMESCI

Premesso che:

– l’associazione AMESCI (da qui denominata AMESCI) è Ente Nazionale di Promozione Sociale, presente nel Forum Nazionale dei Giovani e membro della Consulta Nazionale per il Servizio Civile istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha tra gli scopi statutari la promozione di interventi nei settori delle politiche per i giovani, con particolare riguardo alla partecipazione, alla cittadinanza attiva e alla legalità;
– l’AMESCI ha predisposto e presentato a questa amministrazione la Campagna “Cittadini 2.0: giovani che costruiscono il cambiamento” quale laboratorio sociale e culturale nel campo delle politiche locali giovanili;
– questa Amministrazione (da qui in poi denominata ENTE) intende favorire lo sviluppo delle attività di cui al punto precedente, ritenendo fondamentale l’apporto delle giovani generazioni allo sviluppo sociale, culturale ed economico del proprio territorio;
– quest’Amministrazione ha valutato positivamente la possibilità di aderire alla campagna presentata dall’AMESCI ritenendola un prezioso ed innovativo strumento di promozione della partecipazione giovanile;
– con proposta del responsabile del settore o dirigente n.____ del __/__/____ si proponeva di aderire alla Campagna “Cittadini 2.0: giovani che costruiscono il cambiamento” e di affidare all’AMESCI il compito di realizzarla sul proprio territorio; Premesso, altresì, che
– l’ENTE intende adottare e mettere in pratica le linee guida sulle politiche giovanili contenute nella “Carta Europea della Partecipazione dei Giovani alla vita locale e regionale” – Consiglio d’Europa 21 maggio 2003, nella nuova Raccomandazione del Consiglio d’Europa del 23/11/2003, e nella nuova “Carta Europea dell’Informazione della Gioventù Europea” – Bratislava novembre 2004;
– a tale scopo si rende necessario, sia per la complessità e il carattere innovativo degli interventi che per la promozione delle iniziative, che esula dalle normali competenze del personale dipendente, avvalersi di un organismo qualificato ed accreditato in ambito di politiche per i giovani cui affidarne la progettazione e la supervisione;

TANTO PREMESSO

L’anno _____________________, il giorno_____ del mese di _________

Tra

Il Comune di Eboli, in persona di _______________________, nella qualità di ________________________________;

E

La Associazione AMESCI, con sede legale in Napoli, via G. Porzio Isola E3, rappresentata da Enrico Maria Borrelli, nato a Napoli il 28/01/1971, in qualità di Presidente pro-tempore. Si stipula e conviene quanto segue:

Articolo 1

La premessa e la delibera di Giunta n. __ del __/__/____ fanno parte integrante del presente Accordo di partenariato.

Articolo 2
Oggetto dell’Accordo di partenariato

L’ENTE con il presente Accordo di partenariato aderisce alla campagna “Cittadini 2.0: giovani che costruiscono il cambiamento” quale Città 2.0 e affida all’AMESCI il compito di attuarla nel proprio territorio. A tale scopo si conviene che:
1. L’AMESCI si impegna a realizzare le seguenti attività:
a. favorire e accompagnare la costituzione di realtà associative, o di gruppi informali, e incentivare la creazioni di reti di impegno giovanile, ivi inclusi il Forum dei giovani e gli albi delle associazioni comunali;
b. implementare il social network Cittadini 2.0 con una pagina dedicata all’ente per favorire l’informazione e il dialogo con i giovani;
c. favorire la stipula di accordi per tirocini e stage tra l’ente locale e le università al fine di consentire agli studenti universitari di svolgere un’esperienza presso l’ente locale;
d. effettuare il monitoraggio dei finanziamenti inerenti le politiche per i giovani a favore dell’ente locale e delle associazioni giovanili del territorio;
e. curare la progettazione per l’impiego di giovani in Servizio Civile Nazionale da destinare allo sviluppo di politiche sociali, culturali ed ambientali dell’Ente.
f. promuovere e curare almeno un progetto connesso agli scambi internazionali culturali con particolare riferimento alle misure previste dal programma europeo Erasmus Plus;
g. collaborare con l’ente nella pianificazione e progettazione di interventi di carattere culturale, con particolare riguardo ad iniziative che vedano i giovani protagonisti, in accordo con il settore cultura del Comune;
h. realizzare n.1 corsi di progettazione sociale, della durata di 20 ore, per giovani residenti nel comune teso a favorire progettualità a sostegno del territorio e delle associazioni;
i. realizzare n.2 giornate seminariali sulla progettazione europea, con particolare riferimento al Programma Erasmus Plus;
j. organizzare un incontro di Dialogo strutturato Europeo allo scopo di attuare le priorità della cooperazione europea nel settore delle politiche giovanili, permettere ai giovani stessi di essere parte creativa e proponente dell’intero processo e di far sentire la loro voce in sede di decisioni politiche locali;

2. L’Ente si impegna a:
a. individuare un responsabile unico autorizzato alla firma di tutti gli atti conseguenti al presente Accordo;
b. mettere a disposizione le aule per la formazione individuando all’uopo idonei locali di proprietà dell’ente, delle scuole presenti sul territorio comunale o di organizzazioni che ne offrano la disponibilità;
c. mettere a disposizione sul proprio sito web una pagina dedicata alla Campagna “Cittadini 2.0: giovani che costruiscono il cambiamento”;
d. trasmettere all’AMESCI l’elenco delle associazioni giovanili da informare costantemente sulle opportunità di bandi sulle politiche giovanili;
e. informare tempestivamente l’Amesci di eventuali difficoltà o problemi connessi alla realizzazione della campagna.

Articolo 3
Corrispettivo economico

L’ENTE, per l’adesione alla Campagna Cittadini 2.0, corrisponderà all’AMESCI un contributo annuale di € 10.000, forfettario e omnicomprensivo, esclusa dal campo di applicazione dell’iva ai sensi del D.P.R. 633/72 art.4 comma 1 n°4 e che sarà stanziato nel proprio bilancio per l’intero importo. Tale importo sarà liquidato nel seguente modo:
* il 20 % pari a € 2.000 sarà liquidato alla stipula del presente Accordo;
* il 50% pari a € 5.000 sarà liquidato a valere sul bilancio pluriennale 2015/2017 (anno 2016)
* il 20% pari a € 2.000 sarà liquidato allo scadere del dodicesimo mese dalla data di stipula del presente Accordo di partenariato, e dietro presentazione della relazione annuale, a valere sul bilancio pluriennale 2015/2017 (anno 2016). La somma sarà liquidata con versamento IBAN IT85K0307502200CC8500245559 intestato all’Associazione AMESCI;

Per le annualità successive l’importo sarà liquidato con rate semestrali anticipate pari ognuna alla metà dell’importo previsto nel presente Accordo di partenariato. In caso di ritardo nei pagamenti saranno comunque dovuti gli interessi così come previsto dal decreto legge n.231/02’ e dalle sue successive integrazioni e modificazioni.

Articolo 4
Partecipazione a riunioni

Nella somma come sopra determinata è compreso il supporto all’Amministrazione, in forma di relazione esplicativa o di intervento di delegati dell’AMESCI a riunioni o assemblee degli organi collegiali, istituzionali o dirigenziali dell’ENTE.

Articolo 5
Responsabilità

L’AMESCI è sollevata da ogni responsabilità nell’attuazione del progetto relativa ad errori od omissioni compiuti dai giovani, da dipendenti dell’ente o da terzi, e non direttamente ascrivibile a sua responsabilità secondo i naturali principi relativi al nesso eziologico.

Articolo 6
Rescissione

E’ fatta salva la facoltà dell’ENTE di rescindere il presente Accordo di partenariato per grave inadempimento, contestato per iscritto e sentite le controdeduzioni dell’AMESCI, in merito agli impegni assunti.

Articolo 7
Documentazione

L’ENTE fornirà all’AMESCI, entro 48 ore dalla richiesta, tutti i documenti che siano agli atti dell’Amministrazione e che l’AMESCI riterrà necessari per la prestazione della propria attività.

Articolo 8
Relazione finale delle attività

L’Amesci si impegna a produrre una relazione annuale delle attività svolte in relazione alla Campagna Cittadini 2.0 e a quanto stabilito dal presente Accordo.

Articolo 9
Durata dell’Accordo

Il presente Accordo avrà la durata di anni tre a partire dalla data di sottoscrizione. Nel corso dei mesi l’AMESCI potrà integrare di volta in volta il materiale consegnato all’ENTE man mano che l’incarico procederà. L’AMESCI, ai fini dell’espletamento dell’oggetto del presente Accordo, potrà avvalersi della collaborazione di esperti e società. L’AMESCI ed i redattori degli elaborati oggetto della prestazione del presente Accordo garantiscono fin da ora la loro conformità alla normativa vigente, al momento della consegna degli elaborati.

Articolo 10
Ulteriori servizi aggiuntivi

All’associazione Amesci potranno essere affidati ulteriori Servizi in favore della popolazione giovanile e/o inseriti in specifici progetti o interventi previsti dall’Ente e finanziati ai sensi di specifiche leggi regionali, nazionali o comunitarie.

Articolo 11
Clausola compromissoria

Tutte le controversie che dovessero insorgere in relazione al presente Accordo saranno deferite alla decisione di numero 3 arbitri da nominarsi in conformità del Regolamento della Camera Arbitrale di Napoli che le parti espressamente dichiarano di conoscere e di accettare, con particolare riferimento, ma non limitatamente, alle modalità di designazione degli arbitri. Gli arbitri decideranno in via irrituale secondo equità regolando lo svolgimento del procedimento arbitrale nel modo che riterranno più opportuno. Le parti si impegnano a dare pronta e puntuale esecuzione alla decisione degli arbitri che sin d’ora riconoscono come espressione della loro stessa volontà contrattuale.

Articolo 12
Spese di registrazione

La registrazione del presente Accordo, in misura fissa in quanto soggetto ad I.V.A., sarà eseguita dall’AMESCI, cui faranno carico le relative spese per imposta di registro e bolli, unicamente in caso d’uso.

Articolo 13

Rinvio a norme di legge.
Per quanto non previsto dal presente Accordo saranno applicabili le norme di legge vigenti. Letto, confermato e sottoscritto

Per AMESCI
Il Presidente
Enrico Maria Borrelli
________________________
Per il Comune di Eboli
________________________

Eboli, 6 dicembre 2015

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Giusto!
    cosa ha mai prodotto questa amesci?
    quanto lavoro concreto?
    ci sono dei dati imparziali?
    Basta con i finanziamenti a pioggia,piccoli o grandi,spendano i danari x opere concrete o x finalità sociali.

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente