"Casa dell’acqua" tag

Casa dell’Acqua: Il Meetup M5S ne chiede l’installazione

EBOLI – Il Meetup M5S Eboli chiede l’installazione delle “Case dell’Acqua”, distributori si acqua potabile microfiltrata e addizzionata di Gas.
Le “Case dell’Acqua” dietro un apparente servizio ai cittadini nascondono un business dal momento che sarà una Società privata a gestirla usando l’acqua già potabile dell’acquedotto in più trattata e depurata utilizzando apparecchi germicidi o abbattitori batterici, oltre a contenere filtri con carbone attivo e l’addizionamento di gas.

Battipaglia: Tozzi propone l’installazione di altre due “Case dell’Acqua”

BATTIPAGLIA – Il Candidato Sindaco Tozzi sollecita la Commissione straordinaria di installare altre due “Case dell’Acqua” nei rioni Belvedere e S. Anna.
La proposta di Tozzi, vorrebbe essere interpetrata come quella di offrirre un servizio aggiuntivo ai cittadini, ma altro non è che un business di tutto rispetto. E l’ATO Sele 4? Invece di rimodernare gli acquedotti e le reti idriche, spende i soldi per addizionare e depurare l’acqua già potabile.

Associazioni dell’Agro alla Gori: Si porti l’erogazione gratuita a 72mila l. per famiglia

SCAFATI / NOCERA INFERIORE – Business dell’acqua. Le Associazioni dell’Agro, presentano alla Gori, alle Amministrazioni e ai cittadini la proposta di aumentare i litri gratuiti da 30.000 a 72.000 per famiglia.
L’iniziativa è delle Associazioni “Spes” di Scafati e “Adesso Progetto Agro” di Nocera Inferiore e dell’Unione consumatori di Salerno, contro i Business dei business a seguito della campagna di comunicazione della GORI Spa: “Servizio Idrico Integrato è un servizio pubblico privo di rilevanza economica”.

Assemblea pubblica a Scafati: Giù le mani dall’acqua pubblica

SCAFATI – Lunedì 12 maggio 2014, ore 18.00, Sala Don Bosco, Piazza Vittorio Veneto, Scafati, assemblea: Giù le mani dall’acqua pubblica.
Dal referendum le cose sono peggiorate con aumenti costanti delle tariffe e bollette salatissime. La SPECTRE dell’acqua ci prova. Spinte continue verso la privatizzazione anche con il Business delle “Case dell’Acqua” un’affare di 17milioni di euro.

Da Maiori nuovi passi “Verso Rifiuti Zero”

MAIORI – Dal gennaio 2011, il Comune di Maiori, ha aderito alla strategia “verso rifiuti zero 2020”.
La svolta alla gestione dei rifiuti ha dato risultati importanti; con il “porta a porta”, l’implementazione dell’area ecologica, i controlli mirati e le campagne specifiche si è passati con la raccolta differenziata dal 29% del 2010 al 64% del 2012.

Casa dell’Acqua a Caste San Giorgio? I verdi ecologisti: No grazie, pensiamo ai problemi reali

CASTEL SAN GIORGIO – Paradossale, l’assessore Salvati decanta i risultati della Casa dell’Acqua, mentre famiglie non arrivano a fine mese, e devono decidere ogni giorno a quale alimenti essenziali rinunciare.
Attanasio dei Verdi ecologiosti di Castel San Giorgio: i cittadini non vogliono fumo negli occhi, invece di pensare alla Casa dell’Acqua, soffermiamoci sui problemi del lavoro che manca e delle Tasse che ci soffocano.

Il Comune di Fisciano approva il PAES per la riduzione di CO2

FISCIANO – Il Comune di Fisciano approva il PAES: tra gli obiettivi la riduzione di CO2 in ambiente e l’attuazione di progetti eco-sostenibili.
Il PAES (Piani di Azione per l’Energia Sostenibile) è uno strumento indispensabile per accedere ai finanziamenti europei e ottenere i fondi necessari all’attuazione di progetti ecosostenibili, e rientra nell’ambito del cosiddetto “Patto dei Sindaci”.

La Casa dell’Acqua: Replica del M5S al commento di Santomauro su facebook

BATTIPAGLIA – La Casa dell’Acqua è un Business. I cittadini pagano l’acqua microfiltrata già potabile dell’acquedotto pubblico a 50 euro a m3. La spesa come da delibera non è di 6.000 € ma di € 18.488,00, più la quota per gli allacci pari a € 6.237,31
Nigro e Nobile sulla “Casa dell’Acqua” rispondono al Sindaco di Battipaglia Santomauro: “Le nostre non sono posizioni precostituite ma per chiarire e valorizzare l’iniziativa.

Il Movimento 5 Stelle punta il dito sulla “Casa dell’Acqua” e scrive a Santomauro

BATTIPAGLIA – La “Casa dell’Acqua”. Quel caro beverino nel quartiere Taverna, e il M5S scrive al Sindaco.
Il M5S domenica prossima 5 maggio presso i Gazebo lancia l’iniziativa “Porta la tua acqua di casa e noi ti diremo com’è”, eseguendo gratuitamente l’analisi delle acque che i cittadini porteranno.

Il Business della “Casa dell’Acqua” da 17milioni di € arriva anche a Battipaglia

BATTIPAGLIA – Ultimati i lavori della “Casa dell’Acqua”. Il costo dell’impianto: 52.457,30 euro, di cui 38.198,34 euro a carico dell’ATO, 14.258,96 a carico del Comune di Battipaglia. La tariffa per litro è di 0,05 centesimi.
L’ATO Sele 4 ha suggerito ai comuni la Società Sidea Srl senza nessun altro confronto. Un busines da oltre 3milioni di euro se aderiscono i comuni salernitani e di oltre 17 milioni di euro se aderiscono tutti i comuni campani, e l’Assessore Romano sta a guardare.

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente