Cardiello (FI) sul DUP all’attacco della Maggioranza: “Band” di incapaci

Il capogruppo di FI Damiano Cardiello attacca la Maggioranza: “DUP Bocciato e Consiglio Revocato, Cariello e la sua “band” incapaci”.

Il capogruppo azzurro interviene in merito alla bocciatura del Collegio dei Revisori dei Conti ed al rinvio dell’Assise Pubblica di lunedì 30 u.s., che avrebbe dovuto approvare il Documento Unico di Programmazione.

Damiano Cardiello-Massimo Cariello

Damiano Cardiello-Massimo Cariello

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI –  «Ieri  si legge nella nota diramata dal capogruppo consiliare F.I. – si sarebbe dovuto svolgere il consiglio comunale con all’ordine del giorno il Documento Unico di Programmazione strumento fondamentale per la pianificazione del lavoro annuale e un atto collegato al bilancio stesso. Furbescamente, e di questo faziosità non ci sorprendiamo, il Presidente del Consiglio comunale ha revocato la convocazione inserendo nella nota solo l’ultimo capoverso del parere del Collegio dei revisori dei conti!

Fausto Vecchio

Fausto Vecchio

Avrebbe fatto più bella figura – prosegue il Consigliere Damiano Cardiello a inserire anche la frase con cui viene bocciato l’intero documento e rimandata l’intera giunta comunale a lezioni di ripetizione “Esprimono Parere Sfavorevole“.

Le motivazioni per questa figuraccia – aggiunge – sono plurime e si allegano per completezza alla presente nota stampa. Continua incalzando la maggioranza la nota stampa – In particolare balzano agli occhi di chi legge:

  1. Controlli Interni dell’Ente non risultano approvati ma restano sulla carta;
  2. sulla gestione del Patrimonio, ancora una volta nonostante il richiamo già avuto in sede di bilancio 2016, non sono stati applicati i principi di contabilità economica;
  3. non si vedono all’orizzonte due gare pubbliche fondamentali per i conti: quella dei rifiuti e dei parcheggi,come viene riportato quotidianamente dalla stampa locale;
  4. numeri discordanti per quanto concerne il debito residuo e il Piano Triennale delle Opere Pubbliche ( vorremmo sapere se i progetti non finanziati dalla Regione Campania sono stati inseriti o meno);
  5. non vengono riportati dati finanziari su proventi dell’ente e relative tariffe;
  6. le Entrate 2018 e 2019 risultano identiche, alla faccia del grande lavoro operato dalla Giunta!; 7) nessun riferimento specifico alla razionalizzazione della spesa;
  7. piano di alienazione e fabbisogno identici a quelli 2015-2016.

Insomma – prosegue ancora Cardiello evidenziando una serie di anomalie – un buon mix di confusione, copia e incolla e scarsa visione programmatica messa in atto da una Giunta che oramai è prossima al primo rimpasto politico.

Vincenza Filippi

Vincenza Filippi

In meno di due settimane, – specifica Damiano Cardiello alle sonore bocciature ricevute in materia di finanziamenti comunitari, arriva un’altra sferzata dal Collegio dei Revisori, nominato dall’allora Commissario straordinario Vincenza Filippi e di cui nutriamo grandissima fiducia per la loro terzietà, proprio perché i professionisti non sono stati “calati dall’alto“.

“Chiediamo conclude la nota del capogruppo consiliare di FI Damiano Cardiello la convocazione immediata della Commissione bilancio, andata più volte deserta per assenza della maggioranza consiliare e sconvocata anche essa il giorno 26 gennaio, per approfondire la nota dei revisori e chiarire al meglio la situazione finanziaria dell’Ente».

Eboli, 1 febbraio 2017

12 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. caediè se tieni gli attributi perchè non vedi che bella lottizzazione abusiva è stata fatta in zona prato? forse hai degli amici da non toccare? qualche avvocato agricoltore ?

  2. Ennesima figuraccia dell’assessore Di Benedetto.
    Io credo che il Sindaco debba prendere atto della totale incompetenza in materia del soggetto.

    • Per prendere atto della totale incompetenza di qualcuno tu , a tua volta , devi essere competente per cui……… E comunque quella voce del centro di accoglienza è + di una voce , pare che stiano ultimando dei lavori dopodicchè cari amici dell’Epitaffio……………………. u’ strumml gira e gira e dove va a finire?

  3. Per “passavo di qua”
    Perdonami,non ho capito:uno fa una figuraccia ed io devo essere competente???
    x le cose che mi riguardano ti assicuro che lo sono.
    Tant’è che se mi chiamassero a costruire un grattacielo direi di no xkè mi mancano quelle competenze specifiche.
    Ma ciò non significa che se alla fine esce fuori la torre di Pisa non so giudicare che é storta!!!!

    • Tu hai scritto che il sindaco deve prendere atto. Se poi non ti capisci nemmeno tu……………. il mio riferimento era chiaramente ed univocamente al sindaco, forse solo tu non lo hai capito. Rileggiti bene e vedrai che ci arrivi anche tu. Mai mi sarei permesso di darti dell’incompetente e sicuramente non lo sei ma qualche ripetizione di italiano forse ti servirebbe. Senza nessuna offesa e con grande stima . Scusami ancora ma scrivere cose inutili mi secca e poi divento nervoso.

  4. COMUNE DI EBOLI
    00318580651
    Oggetto: Riapprovazione del Piano Urbanistico Attuativo di iniziativa privata – Ambito: ARDEA
    IL SINDACO
    RENDE NOTO
    che con delibera della Giunta Comunale n. 415 del 29/11/2016 è stato riapprovato il piano
    urbanistico attuativo di iniziativa privata relativo all’ambito denominato ARDEA, in conformità alle
    previsioni del vigente PRG.
    Analogo avviso è pubblicato anche all’albo pretorio del comune.
    Gli atti tecnici ed amministrativi costituenti il piano urbanistico attuativo sono pubblicati sul sito web
    del Comune (www.comune.eboli.sa.it).
    Ai sensi dell’art. 10 comma 6 del vigente Regolamento di attuazione della LR n.16/2004, n. 5 del
    04/08/2011, il piano approvato entra in vigore il giorno successivo a quello della presente
    pubblicazione.
    Il Sindaco
    dr. Massimo Cariello
    fonte: http://burc.regione.campania.it
    n

    • Avvelenata ma perchè solo il Prato? A San Cataldo una dipendente comunale ha comprato un terreno su cui insisteva una casupola che per opera e virtù dello Spirito Santo è diventata una villa. Un pò più giù un palazzo enorme in uno sputo di terreno. Un pò più su fatti una passeggiata e vai a vedere che hanno combinato.

  5. Per “passavo di qua”:
    per riferirti al sindaco od altri dovevi parlarne in terza persona.
    La terza persona è l’unica forma per riferirsi in generale a persone diverse dall’interlocutore interessato al momento alla discussione.
    Non so se sono stato felice nell’esposizione, mi auguro di sì.
    In ogni caso, tanta supponenza mi sembra anche eccessiva visto che non siamo ad un tavolo di ricercatori della Nasa (che , ti spiego, non è il femminile del naso!).
    Le ripetizioni di italiano, latino, greco ed altre materie, se vuoi, le do io a te.
    Gratis, vista la buona causa.
    E comunque ritengo che l’assessorato di Di Benedetto stia producendo danni enormi e poco riparabili.
    Da questo ero partito, e di questo voglio ragionare visto l’articolo.
    Saluti.

    • Vedo che non accetti i consigli come supponevo , se leggi solo quello che scrivi tu non ci arrivi mai e non copiare cose di cui non conosci il significato. Concentrati sulle parole prendere atto e vedrai che il significato ti apparirà più chiaro.
      Oppure fatti rileggere le frasi da qualcuno che comprende bene la lingua italiana e vedrai che ti ravvedi. Statt buon il discorso per me finisce qui.

  6. Noto che sul blog insistono una banda di agitati…che pur di non fare dispiace il loro amico Pio insulterebbero volentieri anche le mamme.
    Mi piace a proposito ricordare un simpatico episodio di qualche decennio fa:
    Un vicino di scranno di Pannella alla Camera, non potendone più del suo delirio verbale (ad avercene oggi di quei deliri!) urlò in preda ad un attacco di noia “Pannella,cazzo!Ma parla delle cose che sai!Parla degli omosessuali!”.
    Ecco,mi piacerebbe ogni tanto che ognuno parlasse delle cose che sa.
    Io magari non so niente e mi zittisco.
    Ma vorrei che quelli che ne sanno ancora meno di me non pretendano di darmi lezioni!

  7. In verità mi volevo fare i cosiddetti fatti miei.
    Ma non posso assistere oltre alla guerra tra poveri teatralmente posta in essere tra “il macchinista ” e “passavo di qua”. Una gara tra supponenti intimamente convinti di poter discettare sulla lingua italiana. Gara combattuta a colpi di strafalcioni che nessuno ha corretto all’altro, alla faccia della sbandierata erudizione. Omen nomen, e ambedue hanno scelto bene il loro: a “passavo di qua” direi che è giunta l’ora di passare oltre, nel senso di andare avanti e portare altrove la sua “scienza”.
    A “il macchinista”, invece, consiglierei di occuparsi più di ferraglie varie, anziché dare lezioni d’Italiano.
    Un solo esempio, caro il macchinista: hai scritto “Ma vorrei che quelli che ne sanno ancora meno di me non pretendano di darmi lezioni”.
    Forse era il caso di scrivere “Ma vorrei che quelli che ne sanno ancora meno di me non pretendessero di darmi lezioni”. Et de hoc satis. Buona giornata a tutti.

  8. @MEMENTO
    Hai ragione, è semplicemente frutto del fatto che, come spesso accade, si comincia a scrivere una frase e poi si cambia in corso di scrittura senza correggere il prima.
    La prossima volta Admin ti doterà di matita blu x correzione!
    Cmq l’episodio di Pannella ti è piaciuto, lo so, lo so.
    Baci e abbracci.

    P.S di ferraglie varie mi occuperò appena aiuterò la maggioranza a fare armi e bagagli.
    Mi sono proposto facchino x l’occasione.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente