Eboli: “Presto”, nuovo svincolo Anas e nuovo accesso alla Città

Avviata dall’ANAS la procedura di finanziamento per il nuovo svincolo autostradale di Eboli in programmazione da un ventennio.

Il progetto in itinere, ormai storico ma sempre più piccolo, passa dalle amministrazioni Rosania, Melchionda e fino a giungere a Cariello, e tenderebbe alla riqualificazione dell’intera area di accesso alla città, organizzandone lo sviluppo sulle direttrici: fascia costiera e area PIP.

svincolo-autostradale-eboli-Progetto-ANAS-Massimo-Cariello-Fausto Vecchio-1

svincolo-autostradale-eboli-Progetto-ANAS-Massimo-Cariello-Fausto Vecchio-1

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – E’ partita la procedura di finanziamento del programma dell’Anas che riguarda il nuovo svincolo autostradale di Eboli, – si legge in un comunicato stampa del Sindaco di Eboli Massimo Cariello che preannuncia l’intervento generale che mira anche alla sitemazione dell’intera area – i piani di sviluppo e promozione dell’autostrada del Mediterraneo e delle località attraversate e la sistemazione della zona, – prosegue la nota – interventi propedeutici ad un più ampio sviluppo dell’area che finalmente vede Eboli di nuovo protagonista di progetti di investimento e di crescita.

A breve sarà convocata una conferenza dei servizi alla quale parteciperanno i soggetti interessati, a cominciare da ANAS e Comune di Eboli. «Una nuova tappa di sviluppo di tutta l’area – sottolinea il Primo cittadino di Eboli, Massimo Carielloormai sempre più strategica sia per le direttrici verso l’area costiera, sia verso l’area PIP. In questa ottica abbiamo voluto che il nostro preliminare di PUC prevedesse un ampliamento della zona PIP, essendo l’area da qualche tempo nelle attenzioni di molti imprenditori che stanno programmando investimenti ed attività».

L’intero programma di interventi, – prosegue la nota – oltre a garantire spazi verso il mare e sviluppo della zona industriale, getterà le basi per valorizzare l’ingresso della città. «Si tratta di un investimento che, prevedendo la rivalutazione delle aree, garantirà nuovo look e valorizzazione della principale porta di accesso alla città – spiega il presidente del consiglio comunale, Fausto Vecchio, che segue direttamente la procedura per conto del Comune di Eboli -. Un intervento ampio, che comprende l’area ex macello e si coniuga con alcuni investimenti pubblici in favore della città, come il Terminal bus, o iniziative private come il centro commerciale ed il primo lotto di costruzione di un’area residenziale, investimenti come non si vedevano da almeno 20 anni».

Una storia questa dell’ammodernamento del nuovo svincolo autostradale di Eboli che ha attraversato per decenni le varie Amministrazioni Comunali fino a giungere oggi, forse, alla sua completa definizione. Decenni a partire dall’Amministrazione retta da Gerardo Rosania, passando per l’Amministrazione di Martino Melchionda, fino a giungere al Sindaco Cariello, e man mano che sono passati gli anni questo svincolo, che: prima doveva spostarsi in prossimità della località Pescara con la realizzazione anche di una complanare che portasse all’Area Industriale di Eboli; poi tra Eboli e Battipaglia, per servire in uno la Città, l’Ospedale Unico della Valle del Sele, sparito dalle programmazioni regionali al tempo della Giunta di Stefano Caldoro, e l’Area Industriale di Eboli; Poi per sistemare tutte le diramazioni che congestionano quell’area; ora si attende il Progetto per vedere come nel tempo si è “ristretto” l’intervento che l’ANAS ha programmato per Eboli; ovviamente facendo quello che più le è comodo, e accontendando gli scemi con quattro cartelli indicativi delle opere monumentali che si trovano lungo il suo percorso.

10 anni di cazzeggiamenti che sarebbe il caso finissero una volta per tutti in una concretizzazione, per sfinimento, di un qualsiasi svincolo, purchè si faccia, ma non senza pretendere tempi e modalità oltre che realizzazioni confacenti alle necessità insorgenti e sempre più necessarie. E visti i tempi biblici che l’ANAS pratica il Sindaco pretenda una calendarizzazione dei lavori quando più breve e possibile e che i lavori inizino quanto prima è possibile.

Eboli, 17 agosto 2017

7 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Eboli ha finalmente svoltato, il suo sviluppo sembra inarrestabile.

  2. come al solito si fanno solo gli interessi privati ma non si pensa al bene della città. Con questa affermazione non voglio essere un qualunquista comune ma voglio parlarvi di dati di fatto, e vi spiego: pur di non disturbare gli interessi di qualcuno o qualche famiglia, che interagiva prima con rosania, poi con martino e adesso, attraverso i suoi scagnozzi, con massimino , si porta avanti un progetto che aldilà del restyling non risolve il problema del traffico , in quanto viene posta una rotatoria sullo svincolo e verrà creato un senso unico a scendere mentre alle spalle del distibutore si farà un senso unico a salire , come dire una EMERITA CAZZATA DEGNA DI DILETTANTI PREZZOLATI E/O MINACCIATI DA QUALCHE CAMBIALE TENUTA NEL CASSETTO!!!! Così caro sindaco non si fa il futuro, così si annebbia la mente e la vista a decine di migliaia di ebolitani stolti e incapaci di pensare ma non si annienta e si offusco il pensiero di uno/a illuminato/a come me!!!!

  3. Per Avvelenata: Ho imparato, col tempo, a leggerti con attenzione, senza la presunzione di comprendere sempre quello che scrivi. Ciò premesso, non mi pare che l’allusione a qualche cambiare nel cassetto fosse solo un casuale esempio. Se non è solo un esempio è un fatto gravissimo che spinge a pensare a non molti nomi.
    Mi toglieresti questo dubbio, visto anche il contesto dell’articolo?

  4. @moments: ehhh che cazzo hai scritto???? Num te capisco

  5. @ moments: ricordare tra non due l’intelligent sono io

  6. Hai capito, hai capito, e grazie per la risposta (a modo tuo).

    • … @ momento :paece and love ,eace and love amico. Questo peasottonon cambierà mai !!!… e siamo pure fortunati!! perché a Battipaglia abbiamo una classe politica INCOMPETENTE a cui il buon gerardone da il suo contributo, ….. altrimenti eboli sarebbe già scomparsa , però bisogna dire che le feste estive e natalizie le sappiamo fare bene : tra uno spinello e un bicchiere di vino tiriamo a campare.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente