Bretella veloce A3-Agropoli: Contrario anche il PD di Eboli

Anche Infante, Cuomo e Rizzo del gruppo PD  è contrario alla Bretella veloce A3 / Agropoli. E la Mercato S. Severino-Eboli per completare la A3?

C’è più interesse per l’appalto o per l’Opera? Non lo sappiamo ma sappiamo che si potrebbe collegare invece la A3 con la bretella Mercato San Severino/Eboli. Infante (PD): “Il progetto taglia fuori la Piana del Sele dai traffici turistici per il Cilento con ricaduta negativa sull’economia locale. Abbiamo chiesto un incontro urgente alla Regione”.

Pasquale Infante-Antonio-Cuomo-Francesco Rizzo

Pasquale Infante-Antonio-Cuomo-Francesco Rizzo

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – «Esprimiamo la nostra netta opposizione alla realizzazione del progetto Anas oggetto di finanziamento dal Cipe di una bretella di collegamento stradale veloce tra l’autostrada A3 SA-RC (Eboli-Campagna) e la variante alla statale 18 per Agropoli. – Scrive in una nota politica il Capogruppo consiliare del PD di Eboli, Pasquale Infante, il quale insieme ai suoi colleghi, il deputato Antonio Cuomo e Francesco Rizzo hanno presentato anche una formale richiesta di essere ascoltati in Regione Campania – La bretella collegherà direttamente l’autostrada ad Agropoli tagliando fuori importanti comunità come quelle di Eboli, Battipaglia, ecc.

Il progetto – ribadisce ancora Infante – taglia completamente fuori la Piana del Sele dalla rotta dei traffici turistici e non che raggiungono il Cilento con una ricaduta negativa sull’economia locale, in particolare sulle tante attività imprenditoriali sorte spontaneamente lungo i tratti stradali (in primis la S.S. 18) e che fungono da vetrina commerciale delle tante eccellenze prodotte sui territori: dalla mozzarella di bufala campana, ai carciofi, ai pomodori, alle fragole, ecc.

Le criticità del traffico veicolare – aggiunge Infante – possono essere risolte con l’allargamento e il miglioramento della rete viaria esistente. Come? – spiega il capogruppo PD – Innanzitutto intervenendo sulla strada statale 18 sulle rotatorie di Ponte Barizzo e di Capaccio Scalo che fungono da imbuto e strozzano il traffico veicolare determinando i tanti problemi di congestione che viviamo soprattutto nei periodi estivi e nei week end.

In secondo luogo bisogna intervenire, a nostro avviso, – prosegue ancora Infante – con il potenziamento e il relativo completamento della strada Aversana e il miglioramento della Litoranea che stanno già alleggerendo di molto il traffico veicolare che percorreva la S.S. 18 diretto al Cilento.

Noi tutti siamo per la risoluzione dei problemi di traffico turistico – aggiunge Infante – ma con la presenza di tre strade principali di grande percorrenza quali la S.S. 18, l’Aversana e la Litoranea non riteniamo sia necessaria realizzare una nuova strada, che sarebbe inoltre costosissima rispetto agli interventi suddetti e che riuscirebbero a produrre lo stesso risultato a costi di gran lunga inferiori.

Abbiamo richiesto un interessamento sulla questione all’On.le Luca Cascone, – informa il Capogruppo del PD ebolitano – Presidente della Commissione Trasporti della Regione Campania a cui abbiamo anche chiesto un incontro urgente presso la Regione Campania per verificare lo stato dell’arte e rappresentare la nostra contrarietà a tale intervento che penalizzerebbe in maniera seria una fetta importantissima del comparto economico di Eboli e dell’intera Piana del Sele. – Conclude Infante – Ci faremo inoltre promotori di presentare nei prossimi giorni, come gruppo consiliare, anche una richiesta di audizione, per avere informazioni più dettagliate su tale questione, alle commissioni congiunte regionali trasporti, urbanistica e lavori pubblici».

E così anche il PD ebolitano è contro al collegamento veloce A3-Agropoli, che dovrebbe indirizzare il traffico turistico verso Agropoli e il Cilento. PD contro PD? PD di Eboli contro il Governatore della Campania Vincenzo De Luca? Assolutamente no, anche perchè De Luca se ne fotte. Per lui la storia finisce a Salerno, e comunque non parla con nessuno se non attraverso i suoi filtri, che a Salerno è il figlio assessore Roberto, e a Napoli è il figlio Piero e dopo il fido Fulvio Bonavitacola e ora il fattivo Franco Alfieri. Tutto il resto, Cascone compreso, valcono come i due nella briscola, figuriamoci se De Luca si associava ai Sindaci del posto per ascoltare il loro parere.

Eppure in questa vicenda, più che essere contrari ad una infrastruttura vieppiù, che collega le aree interne al mare e perchè no ai siti turistici del Cilento e a quelli archeologici di Paestum, è quello che in parte è stato accennato nel comunicato di Infante, Cuomo e Rizzo, cioè quello di offrire attraverso uno “sguardo” politico complessivo, delle risoluzioni accettabili anche rispetto alla viabilità generale di quelle aree che oggi si sentono escluse, dopo altre decine di esclusioni che a partire dalla Sanità sono state fortemente penalizzanti per le nostre comunità, e le responsabilità politiche sono da scrivere tutte al Precedente Governatore Stefano Caldoro e del suo successore Vincenzo De Luca, ma anche e soprattutto per la espressa mancanza di attributi dei nostri Sindaci.

Il progetto della così detta Bretella di collegamento veloce che dall’Autostrada A3 si collega ad Agropoli era più che noto, tanto che la Regione Campania ne finanziò anche lo studio di progettazione, e con il finanziamento all’ANAS da parte del Cipe si conferma che quella “brigata” del cemento e dell’asfalto, come sempre, è più interessata all’appalto che all’infrastruttura, e se non fosse stato così, sia la Regione con il nostro De Luca e sia l’ANAS, il CIPE, e il Governo, si sarebbero ricordati della Mercato San Severino-Eboli, tanto cara all’ex ministro delle Aree Urbane Carmelo Conte, collegamento questo si superveloce, evitando quell’imbuto pericolosissimo della Fisciano/Salerno, che consentirebbe di comletare raccordando sul serio e definitivamente l’Autostrada A3, quella che molto arrogantemente e in beffa a tutto il Meridione è stata ribattezzata dopo la sua ultimazione a più di 50 anni della posa della sua prima pietra: “Autostrada del Mediterraneo“. Una infrastruttura questa che rappresenterebbe un continuum della viabilità veloce, e si che ne porterebbe di turisti in Cilento e ad Agropoli, ma questo è troppo difficile per De Luca preso come è dal suo ego ed è troppo difficile per gli scodinzolanti Sindaci impossessarsi di una tematica politica tanto grossa quanto l’appalto a cui evidentemente si è interessati.

……………  …  …………….

Al Presidente della Regione Campania
Al Presidente del Consiglio Regionale
Al Presidente della Commissione Trasporti

Oggetto: richiesta incontro urgente.

I sottoscritti consiglieri comunali Pasquale Infante, Rizzo Francesco e Antonio Cuomo del gruppo consiliare PD di Eboli,

premesso

che la realizzazione del progetto Anas oggetto di finanziamento dal Cipe di una bretella di collegamento stradale veloce tra lautostrada A3 SA-RC (Eboli-Campagna) e la variante alla statale 18 (Agropoli) taglia completamente fuori la Piana del Sele dalla rotta dei traffici turistici e non che raggiungono il Cilento con una ricaduta negativa sull’economia locale, in particolare sulle tante attività imprenditoriali sorte spontaneamente lungo i tratti stradali (in primis la S.S. 18) e che fungono da vetrina commerciale delle tante eccellenze prodotte sui territori: dalla mozzarella di bufala campana, ai carciofi, ai pomodori, alle fragole, ecc.;

che le criticità del traffico veicolare diretto verso il Cilento possono essere risolte con lallargamento e il miglioramento della rete viaria esistente innanzitutto intervenendo:

  • sulla strada statale 18 sulle rotatorie di Ponte Barizzo e di Capaccio Scalo che fungono da imbuto e strozzano il traffico veicolare determinando i tanti problemi di congestione che viviamo soprattutto nei periodi estivi e nei week end;
  • puntando al miglioramento e completamento dell’Aversana;
  • procedendo al miglioramento della strada Litoranea.

Tanto premesso,
chiede

alle S.S.VV.ILL.ME un incontro urgente per verificare lo stato dellarte di tale ipotesi progettuale e verificare altre possibili opzioni al fine di risolvere il problema traffico e allo stesso tempo evitare che questi interventi riverberino i loro effetti negativi sulleconomia locale presente sul territorio ebolitano e sullintera Piana del Sele.

Eboli, 16/09/2017

…………….  …  …………….

Eboli, 17 settembre 2017

16 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Ma davvero i nostri politici credono che impiegare 2 ore per fare Eboli – Castellabate (come mi è capitato più volte quest’anno) sia un’opportunità di sviluppo del territorio da difendere e preservare? Credono davvero che possono aiutare l’economia ostacolando il turismo verso il Cilento? L’inferno di macchine sulla ss18 è un’asset economico? Poi ci chiediamo perché questo territorio, nonostante le tante opportunità di sviluppo che ha, non decolla mai. Ecco questa è la ragione.

    • il tuo è un bel articolo ,ma NON PERMETTERTI DI DIRE CHE QUESTI SOGGETTI SONO NOSTRI POLITICI!!!! NON DEGNARTI!! CAPITO!!!!CAPITO!! saranno magari i tuoi , oppure di coloro i quali li hanno votati MA NON I MIEI!!! Preferisco avere come mio rappresentate politico la signora che tanti anni fa mercanteggiava con xx xxx xxxxx alla fontana del fico ma non costoro!!

  2. Io invece credo che nessuno ostacoli nulla.Semplicemente il dato da considerare è che la Ss 18 risponde alle esigenze di traffico di 30 anni fa e ovviamente oggi è diventata impraticabile.
    Se invece di immaginare un nuovo collegamento(che farebbe bene solo al Cilento) si immaginasse di modernizzare l’asse viario esistente,tutti i territori a sud di Salerno ne gioverebbero.
    Il problema,appunto,è politico.A Salerno e Napoli ritengono che a Sud ci sia solo Agropoli,con i suoi numeri elettorali bulgari.
    La verità è che se mettessimo insieme Eboli e Battipaglia,dal punto di vista della coincidenza degli obiettivi,col c…o che ci faremmo mettere così vergognosamente i piedi in testa!
    Ricordatevelo quando tra poco andremo a votare per le politiche.
    Abbiate finalmente il coraggio di un sonoro “schiaffone” elettorale.
    Il Sindaco si è venduto da subito immaginando di trarne benefici:l’unico beneficio è stato lui alla Provincia a non fare un tubo!
    Vergogna mille più mille volte.
    Un paese ignorato,calpestato,deriso politicamente.
    Ci voleva un venduto politico per finire di raderci al suolo.
    E per quanto mi riguarda il Cilento non offre nulla,né servizi né strutture,solo mare buono,non ottimo.
    Al Cilento non serve una strada,serve liberarsi dai capipopolo ittici!
    A noi liberarci dai servi senza cervello.

  3. Volevo chiedere all’opposizione , Cardiello in primis solo perchè sembra il più attivo , ma anche agli altri ma quando ve ne sareste accorti che facevano questa cosa se non lo avesse detto Martino?
    Quando le cose vanno male è sicuramente colpa di amministra , ma se chi è stato eletto per fare opposizione dorme per loro è tutto più semplice.

  4. Ognuno tira acqua al suo mulino, peccato che alla fine a macinare il grano sono sempre gli stessi, ovvero Battipaglia e Eboli.
    La SS18 non potrà mai essere una arteria funzionale al collegamento veloce con la costiera cilentana e i motivi li conoscono benissimo tutti. Parliamo del traffico veicolare pesante che durante i periodi di maggiore afflusso turistico trasforma il viaggio verso il mare in una odissea, dei trattori condotti dai coltivatori diretti che per accedere ai poderi percorrono tranquillamente la SS18 creando continui rallentamenti.
    Inoltre c’è la questione sicurezza con le decine di accessi su ambo i lati della statale che costringono i viaggiatori a frenate improvvise a causa di automobilisti che si immettono in carreggiata senza dare la precedenza, i tantissimi extracomunitari in bicicletta a cui occorre fare sempre estrema attenzione, gli animali vaganti…devo continuare?
    E poi si parla di turismo della Piana del Sele, ma quale?? Piuttosto fate qualcosa di concreto per il vostro territorio, investite nel turismo e acquisite visibilità anzichè aspettare il turista “a domicilio”, praticamente costretto per via delle uscite autostradali obbligate che per tanti anni vi hanno favorito.
    Chi vuole le mozzarelle di bufala o i carciofi se li andrà a prendere comunque, bretella o non bretella, perchè sono le eccellenze di un territorio, insieme alle bellezze paesaggistiche, il vero motore trainante del turismo.

  5. Volevo scusarmi con te admin e con i lettori , io nel primo intervento come possibile frase offensiva ho usato slo statv zitt ma come ho poi spiegato era un modo colorito per consigliere il silenzio ad alcuni che essendo corresponsabili di quanto sta accadendo era meglio secondo me . perchè io dico qiello che pensa, che stessero zitti.
    Hanno capito l’errore? Bene. Ottimo. Ma gli effetti di questo errore madornale noi cittadini li subiamo ancora adesso.
    Dopo questo post hanno cominciato a deragliare senza nemmeno aver capito il concetto. Mi scuso ancora ma qui se la gente non li legge nemmeno i post e va a ruota libera non è colpa mia. Peraltro accreditandosi di un tecnicismo che finora non hanno affatto dimostato , almeno nell’interlocuzione con me.

  6. Scrivo praticamente al buio per cui i lettori mi scuseranno per qualche letetra al posto di altre

    • Pure gli asini dopo un certo numero di fustigate si persuadono , tu no! Ma che hai nel cervello il cemento a presa rapida?

  7. Accendi la luce,ed il cervello.Te ne saremmo grati.Admin,non capisco perché passavo di qua si eccita tanto,di chi o cosa parla??
    Forse mi sono perso qualche commento…chi ha capito l’errore??io non ho letto di nessuno che si batteva il petto.Chi ha deragliato??Non ho letto di gente che vaneggiava se non passavo di qua.
    Secondo me forse ho perso qualche passaggio,o forse qualcuno vuole utilizzare questo blog invece di pagare psicanalista.
    Ancora una volta passavo di qua non ha parlato della bretella,unico vero argomento dell’articolo.
    Cose da pazzi!
    Due articoli sulla bretella,utenti che ne discutono e passavo di qua che saltella da un articolo ad un altro senza mai parlare di quell’argomento!
    Ma come si fa,Admin?!
    Ma basta!
    Ma dai!

    • Ma che hai la coda di paglia? Admin poi non dire che sono io? A fronte di scuse ricevo altri attacchi.
      Ma si può sapere a nome di chi parla questo? Di sicuro non lo ascolta la moglie e nemmeno il cane a casa e si viene a permettere di criticare me che mi ero pure scusato peraltro. Adesso ci vedo bene ma anche al buio ci vedevo bene quando ho visto che sei un bellicoso e un cane che abbaia alla luna. Senza capire concetti elementari ed essendo corresponsabile di quanto sta accadendo. Sono stato abbastanza corretto?
      Sei anche superficiale perchè hai vomitato un sacco di contumelie senza toccare il nodo centrale.
      Uno che deraglia così ma che tecnico è? ahahaahahah
      il tecnico del wc?

    • Io non devo parlare di niente sei tu che devi parlare del perchè avete sostenuto Cariello fino a ieri e del perchè poi vi siete allontanati, mica tutti hanno l’anello al naso come te ;).
      Parlaci di questo non importa sei vai fuori tema , non sei mica un treno? lo sei solo quando deragli alla prima stoccata ehehehhee, fammi parlare con Pansa che mi è pure simpatico.

    • La mia interlocuzione con te finisce qui ti ho dato già troppa importanza per i miei gusti. Non sono San Francesco io, a un certo punto mi annoio.

  8. tutti si svegliano tardi, tutti si lamentano a cose fatte, vott a veni o 2108, le elezioni stavolta spazzeranno via molti quasi tutti.
    i 5stelle salvini, casapound fn etc sono il populismo? pèerchè il pd cosa è? passiamo la mano, vediamo cosa sanno fare, gli altri, carte, anzi cartacce conosciute!

  9. Una domanda m isorge spontanea : ma l’Anas con che criteri opera?
    Mi sembrano due cose un po’ inconciliabili il nuovo svincolo di Eboli e la bretella.
    Non è che pure sul nuovo svincolo c’è il trucco dell’amministrazione e quindi non si farà?

  10. ho letto i post sull’argomento e devo dire che non basta o meglio non sarà sufficiente un’opposizione scimmiottata VERSO questa amministrazione che gestisce il potere in modo spregiudicato (assegnazioni dirette di lidi, manutenzione della città a consiglieri comunali, assunzioni alla soget di parenti e amici,doppio senso, chiusura del centro storico, il documento di programmazione bocciato preventivamente dai revisori, la manutenzione delle scuole improvvisata e senza programmazione, la ss.18 etc etc.

    Non sarà sufficiente se non si costruisce un dissenso vero per poterli scalzare dalle loro poltrone.

    Sarà importante per coloro i quali sono interessati alla gestione della cosa pubblica a manifestare con giusta forza le opinioni che portano al consenso in modo esplicito.

    Se non costruite una opinione diversa nella gente, per quanto questa amministrazione faccia di tutto per poterlo fare in modo negativo, tutto questo servirà a poco.

  11. A proposito di bretella valle irno-Eboli in realtà una bretella che parte dalla valle del sele per ridurre il traffico sul raccordo sa-av è già in costruzione: contursi-lioni-grottaminarda che congiungerà la nostra autostrada alla napoli-bari senza passare per la valle dell’irno appunto

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente