Salerno: Balneabilità e Porto Marina d’Arechi nel mirino del M5S

Nel mirino del M5S: De Luca, Arpac, balneabilità, Porto Marina d’Arechi. Nessun accenno al Progetto di Ripascimento.

Meetup Amici di Beppe Grillo Salerno guarda il dito anzichè la Luna: “Oltre ad aver modificato la costa il porto Marina d’Arechi ha reso non balneabili il lido dell’Esercito, il lido del Carabiniere e il lido dei Finanziari“.

Marina di Arechi

Marina di Arechi

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – «Il porto di Marina D’Arechi si legge nella nota del Meetup Amici di Beppe Grillo di Salerno – fin dalla sua realizzazione ha creato poca utilità ai cittadini salernitani creando non pochi problemi di carattere geomorfologico alla costa che ne è risultata modificata in vari tratti.

Infatti – aggiunge l’ABG Salerno -: nella parte sud a ridosso della Colonia San Giuseppe è stata creata un’ampia spiaggia di varie decine di migliaia di metri quadri, successivamente data addirittura in gestione dal Comune a privati; Nella parte nord a ridosso del Lido dell’Esercito per effetto di maree e mareggiate di fatto è scomparsa la lingua di mare di circa 50-70 m, sostituita dalla sabbia riportata; in conseguenza di ciò la spiaggia arriva di fatto al braccio del porto; Nella parte centrale invece è stata realizzata una scogliera tra la terraferma ed il molo, facendo sì che si venisse a creare un laghetto che viene alimentato attraverso due piccole aperture laterali che certo non servono al ricambio delle acque, ma sono di fatto stagnanti.

Marina di Arechi

Marina di Arechi

Senza dimenticare il progetto, rimasto ad oggi irrealizzato, proseguono gli Amici di Beppe Grillo – di Santiago Calatrava, del ponte di collegamento tra la terra ferma ed il porto stesso, che non è mai stato realizzato, lasciando di fatto una diga di collegamento realizzata durante la costruzione per il passaggio dei mezzi pesanti adibiti al trasporto di materiali e cose.

Ad oggi poi – continua la nota dei pentastellati – si è aggiunta un’altra beffa per i cittadini salernitani che sono soliti ristorarsi e bagnarsi nei lidi, presenti da decenni, ubicati nei pressi nel Porto di Marina D’Arechi. Anche per il 2018 l’ARPAC (Agenzia Regionale Protezione Ambiente) ha emesso la mappa delle zone balneabili della Regione Campania e, per legge, per effetto della presenza del porto, quest’anno è fatto divieto di balneazione dal tratto che partendo dal porto Marina D’Arechi si estende al nord fino all’altezza del Novo Hotel.

In quest’area non balneabile sono ricompresi:

  • il lido Dell’Esercito,
  • il lido dei finanzieri,
  • il Lido del Carabiniere, dove da anni, trascorrono l’estate in serenità i componenti delle Forze Armate e le loro famiglie. Beati loro, aggiungiamo noi, che per anni si sono “serenamente” bagnati in quelle acque, a noi altri al meglio toccavano le spiagge sporche e abbandonate.

Quest’anno, – conclude sarcasticamente la nota degli Amici di Beppe Grillo del M5S salernitano – grazie alla scellerata scelta delle amministrazioni competenti, che improvvidamente in fase di progettazione a suo tempo concessero la realizzazione del porto in quel preciso posto, i frequentatori dei lidi innanzi indicati non potranno bagnarsi nelle “limpide” acque. I cittadini salernitani ringraziano».

De-Luca-inaugurazione-marina-d'Arechi-pubblico

De-Luca-inaugurazione-marina-d’Arechi-pubblico

Lasciando stare i rilievi dell’ARPAC fatti tutti nei mesi scorsi laddove l’attività del mare è più soggetta a ricambi a seguito delle mareggiate e ovviamente senza l’afflusso dei turisti balneari che nei periodi estivi affollano Lidi e spiagge libere non si comprende bene se il problema sarebbero quelle “Limpide acque” non più disponibili, il Porto Marina di Arechi, o i Lidi dei Carabinieri, delle Forze Armate e dei Finanzieri.

Spesso accade che pur volendo osservare la Luna, si finisce per guardare il dito che la indica, e questo sembra essere uno dei casi. Lungo il litorale salernitano sia sulla fascia costiera che nelle retroaree è in atto una massiccia e profonda trasformazione urbanistica che ha caratterizzato nel bene e nel male la “stagione” progettuale che ha riguardato le varie Amministrazioni del Sindaco Vincenzo De Luca e dei vari “intermezzi”, intendendo per “intermezzi” l’Amministrazione di Mario De Biase e quella di oggi di Vincenzo Napoli.

Marina D'Arechi Port Village-Gallozzi- De Luca- Barca--5561

Marina D’Arechi Port Village-Gallozzi- De Luca- Barca–5561

Ebbene in queste progettualità rientra anche il Porto Marina di Arechi e tutte le strutture, retrostrutture e i servizi presenti nella fascia litoranea e oggi la “Luna” è rappresentata dal Grande Progetto di riqualificazione della fascia Costiera che va da Salerno a Capaccio-Paestum passando per Pontecagnano, Battipaglia e Eboli, progetto ancora non decollato, anzi fermo al palo, per via della non rispondenza del progetto e delle tecnologie adottate sia rispetto alle famose barriere soffolte che rispetto alle trecniche che dovrebbero essere da argine al fenomeno dell’erosione marina. Il “dito” invece è rappresentato da quei lidi, anch’essi improvvidamente concessi nei decenni addietro, i quali come ogni struttura, nel momento in cui si completerà il progetto generale se ne discuterà la loro ricollocazione, ivi comprendendo anche la loro futura realizzazione seguendo i criteri che vanno nella direzione della salvaguardia dell’ambiente del fronte sabbioso e del mare.

Lido Esercito Salerno

Lido Esercito Salerno

Ritorniamo alla “Luna” e oservandola ricordiamo agli Amici di Beppe Grillo di Salerno, è dei giorni scorsi la sortita del Governatore De Luca che avrebbe aumentato la destinazione dei fondi al Grande Progetto da circa 75 milioni di euro a circa 115 milioni di euro, e sebbene questo aumento di impiego, De Luca rincorrendo la sua “passione” per la carica di Sindaco di Salerno, nonostante l’aumento dei fondi di ben 40 milioni circa, l’intervento pare si sia “accorciato”, almeno nella sua “prima parte” limitandolo al lungomare salernitano fino a Pontecanano, stravolvgendo e strafottendosene del resto fino a Capaccio-Paestum. Nell’ottica del Sindaco per passione De Luca c’è un’accellerazione a definire il “suo” progetto spagnoleggiante per Salerno, e fa bene, e in quel progetto sono compresi anche i Carabinieri, i Finanzieri e l’Esercito, confermando quel “privilegio” a loro concesso come pari pari è stato concesso al Porto Marina di Arechi.

Lido Carabinieri Salerno

Lido Carabinieri Salerno

Ciò detto, indipendentemente dall’essere favorevole o contrario rispetto ad un “progetto” che De Luca ha immaginato per Salerno, va da se che quella programmazione è stata supportata dalla fiducia elettorale che la Città di Salerno ha concesso al Governatore e ne va preso atto, tuttavia va preso anche atto che il “Sindaco per Passione” De Luca nella sua qualità di Governatore della Campania, dovrebbe usare più che un cannochiale nel quale egli riesce a vedere solo Salerno, un grand’angolo costringendolo a guardare oltre. Comunque “beati” i cittadini salernitani, compresi quelli dell’esercito, della Finanza e dei Carabinieri che fino ad ora si sono “serenamente” bagnati in quelle “limpide” acque e potranno continuare a farlo per buona pace anche dei grillini, nel mentre gran parte di quell’area resta sempre esclusa a chicchessia e il resto dei cittadini si dovranno accontentare di spiagge mal messe, abbandonate, sporche e aggressivamente occupate da lidi che ormai sono palafitte nel mare.

Salerno,15 giugno 2018

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente