Salerno: Via Malfi arriva Russo. Si insedia il nuovo Prefetto

Il 25 luglio si insedia ufficialmente il Dott. Russo: Il nuovo Prefetto di Salerno. Sostituisce Malfi, chiamato a Roma in un nuovo incarico.

Prefetto nuovo problemi vecchi. Dai Sindaci della Piana del Sele e della Provincia di Salerno arrivano i saluti istituzionali a Malfi per il lavoro svolto e al neo Prefetto Russo i saluti di buon lavoro. Il Dottor Russo è napoletano ma ama il Cilento. Dalla nomina all’insediamento ufficiale ha promesso di studiare.

Prefetto Francesco Russo

Prefetto Francesco Russo

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

SALERNO – Cambio al vertice in Prefettura: Il Dott. Francesco Russo è stato nominato nuovo prefetto di Salerno al posto di Salvatore Malfi, nominato a sua volta ispettore generale di amministrazione. Russo è l’84° Prefetto di Salerno, il 7° in dieci anni, al suo posto a Ravenna ci sarà Enrico Caterino. A deciderlo è stato il Consiglio dei ministri, che ha accolto la proposta del ministro dell’Interno Matteo Salvini e ha quindi nominato i nuovi prefetti.

Russo arriva da Ravenna ma è campano di Napoli ma ama il Cilento che frequenta da sempre. Un cambio al vertice dell’ufficio territoriale di governo che arriva dopo solo due anni. Il Neo-Prefetto Russo aveva detto alla stampa che avrebbe “studiato” Salerno e la sua provincia per modo da capire bene e meglio questa terra, ritenendo che c’è sempre da imparare e noi o speriamo ardentemente, In ogni caso, ha promesso come primo atto quello di incontrare i sindaci e tutti gli organi istituzionali locali per bene e meglio interagire con il territorio e avvierà un lavoro di squadra che caratterizzerà il suo Ufficio. Si Insedierà ufficialmente il giorno 25 luglio prossimo venturo.

83°
Malfi dott. Salvatore 11 gennaio 2016
24 luglio 2018
82°
Scolamiero dott.ssa Antonella
25 giugno 2015
10 gennaio 2016
81°
Pantalone dott.ssa Gerarda
2 aprile 2012
18 gennaio 2015
80°
Monaco dott. Ezio
10 gennaio 2012
1 aprile 2012
79°
Marchione dott. Sabatino
18 agosto 2009
30 settembre 2011
78°
Meoli dott. Claudio
30 dicembre 2005
17 agosto 2009
Salvatore Malfi

Salvatore Malfi

Saluti istituzionali da parte dei sindaci al Prefetto Malfi

A distanza di qualche giorno dalla notizia del trasferimento del Prefetto Salvatore Malfi e a poche ore dell’insediamento di oggi 25 luglio del nuovo Prefetto Francesco Russo, i Sindaci: della Piana del Sele di Battipaglia, Eboli, Albanella, Altavilla Silentina, Capaccio, Campagna, Serre, Bellizzi, Potecagnano, Olevano, Montecorvino Pugliano; e del resto della provincia, Montecorvino Rovella, San Valentino Torio, Sarno, Torchiara, Bracigliano, Centola, Oliveto Citra, Serre, Buccino Contursi, Giffoni Valle Piana, Giffoni Sei Casali, Nocera inferiore, Roccadaspide e Vallo della Lucania; esprimono il più ossequioso saluto ed il più sentito ringraziamento per il lavoro svolto.

«Desideriamo rivolgerLe il più ossequioso saluto ed il più sentito ringraziamento per l’encomiabile azione istituzionale svolta sull’intero territorio. Il grande equilibrio con cui sono state gestite importanti e complicate questioni. Schierato con i più deboli, estremamente attento alla questione migranti, come alla questione sicurezza. La competenza e l’alto senso del dovere, la sensibilità, la passione e il senso profondo dello Stato hanno contraddistinto il Suo operato e sono stati apprezzati, con la certezza che anche nel nuovo ruolo di ispettore generale di amministrazione presso il Ministero degli Interni la sua figura sarà di fondamentale importanza. La sua persona ha rivestito un’importanza fondamentale soprattutto nell’ascolto del territorio rendendosi spesso promotore del dialogo istituzionale aderendo spesso con la sua fondamentale presenza e con la sua concreta partecipazione. Non ultima l’azione intrapresa per la sottoscrizione del Patto per la sicurezza che ha visto il coinvolgimento di 118 comuni per controllo dei territori. Una cultura fondata sul profondo senso di legalità e apertamente schierato contro le mafie e la criminalità organizzata. Ci sentiamo per questo in dovere di esprimere ancora una volta la nostra profonda e sincera stima».

Un caloroso benvenuto, sempre da parte degli stessi sindaci, è rivolto invece al nuovo Prefetto di Salerno Francesco Russo: «Siamo certi che il lavoro svolto fin ad ora sarà portato avanti con grande professionalità e serietà dal nuovo Prefetto. Sperando di incontrarLa al più presto, Le mostriamo la nostra assoluta volontà di cooperare nel rispetto delle reciproche competenze per la sicurezza del territorio, per la tutela dei cittadini e nel rispetto delle istituzioni».

Russo è l’84° Prefetto di Salerno. Il 7° in dieci anni. Ha guidato la Prefettura di Ravenna dal 5 gennaio 2015, in precedenza è stato viceprefetto vicario a Milano e si occupato, in qualità di vice commissario per la Lombardia, dell’emergenza migranti. Sarà stato proprio questo suo ruolo svolto a Milano che ha influenzato il Ministro Salvini che ha ritenuto così di rafforzare la sua azione “muscolare” rispetto agli sbarchi di migranti e per controllarne flussi e destinazioni, sembrerebbe che in Campania vi sia un “corridoio” che conduce i migranti dritti dritti nel salernitano in appoggio a centinaia di Aziende Agricole che indisturbate li utilizzano, li sfruttano e ne ricavano alti profitti.

Chi sono? Quanti sono? Dove sono questi imprenditori a noi non è dato saperlo, sappiamo solo che migliaia di extracomunitari sono utilizzati nei campi e nelle Serre e che i loro salari sono miserevoli e sappiamo anche che altre migliaia di loro bivaccano lungo le strade e negli incroci in attesa di un “caporale” che li indirizzi da qualche parte a due euro l’ora, gli altri, facili prede saranno arruolati dalle delinquenze emergenti e dalle organizzazioni criminali.

A lanciare l’allarme fu proprio l’ex Procuratore Nazionale Antimafia allora reggente della Procura di Salerno Franco Roberti, il quale dichiarò una particolare attenzione verso quel mondo ritenendo vi fossero passaggi di proprietà e di mano legati alla malavita organizzata e che bisognava essere attenti

Un allarme e un attenzionamento pesante che non sappiamo come è andato a finire, se non che fu sciolto il Consiglio Comunale di Battipaglia, dopo che si era autosciolto, per infiltrazione camorristica, dando vita ad un lungo commissariamento ordinario e straordinario, tre lunghi anni. Da allora non è dato sapere quali siano stati i Camorristi. Non lo Sappiamo ancora a distanza di 5 anni ma sappiamo che la Città è la prima in.campania per il numero di beni confiscati alla criminalità organizzata.

Allo stesso modo per quanto riguarda la sicurezza e l’ordine Pubblico in generale, da anni si lamenta lo stato di abbandono in cui versa la Litoranea o Fascia costiera che da Salerno arriva ad Agropoli, terra di nessuno o meglio di ogni cosa che ha a che fare con il malaffare, nella quale primeggia la prostituzione esercitata sfacciatamente in pieno giorno e anche nei periodi estivi. Non da meno si segnalano furti, aggressioni o violenze che quotidianamente turbano i giorni i cittadini. Insomma problemi vecchi, vecchissimi per un Prefetto nuovo, l’84° Prefetto di Salerno.

Il Dott. Francesco Russo è nato a Napoli il 30 giugno 1959. E’ sposato con due figli. Si è laureato in Giurisprudenza nel 1983 presso l’Università degli Studi di Napoli.

Ha conseguito anche il Diploma di specializzazione in Diritto Amministrativo e Scienze dell’Amministrazione.

Ha superato gli esami di idoneità per l’abilitazione all’esercizio della professione di Procuratore Legale.

Assunto nel 1987 alle dipendenze dell’Amministrazione Civile dell’Interno, ha prestato servizio fino al 2007 presso la Prefettura di Parma, dove per circa 12 anni ha svolto l’incarico di capo di gabinetto, occupandosi prevalentemente di ordine e sicurezza pubblica, protezione civile e rapporto con gli enti locali e con le amministrazioni periferiche dello Stato.

Nel periodo di servizio a Parma ha svolto le funzioni di commissario straordinario presso i comuni di Solignano e Fidenza.

Nel maggio del 2003 ha conseguito l’idoneità allo svolgimento di attività di informazione e comunicazione frequentando la seconda edizione del Corso di formazione per responsabili degli Uffici Stampa e Relazioni con il Pubblico.

E’ stato promosso vice prefetto con decorrenza 1° luglio 2001. Dal 4 giugno 2007 ha ricoperto l’incarico di Capo di Gabinetto presso la Prefettura di Bologna.

Dal 30 dicembre 2009 è stato vice prefetto vicario della Prefettura di Milano. Durante questo periodo si è occupato di emergenza nomadi in qualità di vice commissario per la Lombardia e di emergenza migranti in qualità di soggetto attuatore per la Lombardia.

Ha inoltre svolto nel corso del 2011 l’incarico di commissario straordinario presso il Comune di Rho. Dal 29 agosto 2011 è prefetto del Verbano Cusio Ossola. Dal 5 gennaio 2015 è prefetto della provincia di Ravenna.

Salerno, 24 luglio 2018

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente