Eboli: No ai rifiuti nell’area industriale

No ai rifiuti nell’area industriale di Eboli: la commissione comunale licenzia all’unanimità il nuovo regolamento per l’area PIP. 

Sindaco Cariello, Presidente commissione Naponiello: “Salvaguardia  e della salute e attenzione per l’ambiente e la salute dei cittadini, affidabilità di imprese ed imprenditori e superamento delle assegnazioni di lotti in deroga” . Damiano Cardiello: “L’emendamento votato oggi in commissione è a tutela del nostro territorio, ed esprime solidarietà al Sindaco di Battipaglia”. Guarracino (Misto): “Per noi la salute e le preoccupazioni dei cittadini non si svendono per le royalties sui rifiuti”.

Massimo Cariello – Cosimo Naponiello

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Attenzione per l’ambiente e la salute dei cittadini, affidabilità di imprese ed imprenditori e superamento delle assegnazioni di lotti in deroga. Sono i tre cardini sui quali la commissione comunale attività produttive, presieduta dal consigliere Cosimo Naponiello, ha rimodulato il nuovo regolamento per l’area industriale di Eboli. «Un grande lavoro quello della commissione – ha commentato il sindaco, Massimo Carielloche ha regalato alla città un nuovo regolamento, cancellando il vecchio che ormai datava da circa 20 anni. I punti su quali poggia il nuovo disciplinare sono di grande importanza, più di tutti voglio sottolineare come Amministrazione e maggioranza abbiano chiuso definitivamente ogni ipotesi di attività collegate con i rifiuti sul nostro territorio. Ringrazio per questo risultato il presidente della commissione comunale, Cosimo Naponiello, la struttura tecnica comunale con Francesco Mandia ed Antonio Fine e tutti i commissari per la condivisione di questa grande svolta per la città».

I dettagli del nuovo regolamento arrivano dal presidente della commissione, Cosimo Naponiello: «Innanzitutto abbiamo posto il divieto assoluto di attività che riguardino il trattamento dei rifiuti: nessun insediamento sarà possibile nella nostra area industriale. In secondo luogo, abbiamo voluto prevedere la massima trasparenza per chi investe, che non deve presentare carichi pendenti, né ritrovarsi sottoposto a procedimenti che riguardino reati di mafia. Inoltre, la commissione ha accolto totalmente le indicazioni del sindaco, Massimo Cariello, per il superamento della facoltà di deroga: nella nostra area industriale non saranno ammesse assegnazioni di lotti al di fuori dei bandi comunali».

Damiano Cardiello

A tale proposito sulla risoluzione adottata dall’amministrazione arriva la nota del Capogruppo di opposizione Damiano Cardiello di FI: «L’emendamento votato oggi in commissione è a tutela del nostro territorio che ha abbondantemente dato in questo campo, e visto anche le ultime vicende avvenute nell’adiacente territorio di Battipaglia (esprimiamo piena solidarietà al Sindaco e tutta la cittadinanza), questa proposta già figlia di una precedente avanzata in commissione sempre a tutela del territorio contro l’insediamento di aziende insalubri in area PIP ormai confinante con la frazione Prato divenuta un piccolo agglomerato urbano, si pone come risposta seria e concreta alle sollecitazioni dei residenti. Per noi la salute e le preoccupazioni dei cittadini non si svendono per le royalties sui rifiuti.

L’emendamento votato oggi in commissione è a tutela del nostro territorio che ha abbondantemente dato in questo campo, e visto anche le ultime vicende avvenute nell’adiacente territorio di Battipaglia (esprimiamo piena solidarietà al Sindaco e tutta la cittadinanza), questa proposta già figlia di una precedente avanzata in commissione sempre a tutela del territorio contro l’insediamento di aziende insalubri in area PIP ormai confinante con la frazione Prato divenuta un piccolo agglomerato urbano, si pone come risposta seria e concreta alle sollecitazioni dei residenti. Per noi la salute e le preoccupazioni dei cittadini non si svendono per le royalties sui rifiuti».

Luigi Guarracino

A Cardiello si aggiunge anche il Consigliere Comunale del Gruppo Misto, Luigi Guarracino prima componente della Maggioranza ora all’opposizione che dichiara: “L’emendamento votato oggi in commissione è a tutela del nostro territorio che ha abbondantemente dato in questo campo, e visto anche le ultime vicende avvenute nell’adiacente territorio di Battipaglia (esprimiamo piena solidarietà al Sindaco e tutta la cittadinanza), questa proposta già figlia di una precedente avanzata in commissione sempre a tutela del territorio contro l’insediamento di aziende insalubri in area PIP ormai confinante con la frazione Prato divenuta un piccolo agglomerato urbano, si pone come risposta seria e concreta alle sollecitazioni dei residenti. Per noi la salute e le preoccupazioni dei cittadini non si svendono per le royalties sui rifiuti”. 

Eboli, 25 settembre 2019

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. la solidarietà al sindaco la esprime cardiello.
    la zona prato finalmente riconosciuta come facente parte di eboli.
    gli avvoltoi starnazzanti ora abbassano la voce ma la zona pip rimarrà cosi senza nulla o ci saranno riprese utili?

  2. Senza Guarracino e Cardiello che hanno presentato l’emendamento la facevano bella la figura sti due.

  3. Al Prato la situazione per noi cittadini desta una doppia preoccupazione: la sicurezza con i continui furti e l’area PIP che con l’incertezza del vecchio regolamento non faceva dormire sonni tranquilli. Un ringraziamento ai consiglieri Cardiello e Guarracino per l’emendamento presentato.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente