Ospedale centro Covid, MdP-LeU: Un consiglio comunale urgente

Il P. O. di Eboli è “centro Covid e l’Ordopedia va a Battipaglia. MDP-LEU: Il nostro Ospedale non si usi solo per affrontare le emergenze. 

Conte, Petrone e Di Candia temono che dietro l’emergenza si nascondano anche volontà di ridimensionare il Nosocomio ebolitano e chiedono un Consiglio Comunale per l’emergenza a porte chiuse e con la partecipazione delle Autorità Sanitarie.

Ospedale_Eboli_Petrone_Conte_Dicandia

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – I Consiglieri comunali MDP-LEU, Antonio Conte, Antonio Petrone e Teresa Di Candia, hanno scritto, al Direttore Generale dell’Asl di Salerno, al Direttore Sanitario dell’Ospedale di Eboli, ai Primari dell’Ospedale di Eboli, ai Consiglieri Comunali di Eboli: «Riteniamo giusto e doveroso che il nostro Ospedale concorra in maniera decisa e solidale all’opera di contrasto alla diffusione del contagio da Coronavirus e che, nel contesto del piano provinciale e regionale, impegni le sue strutture e il suo personale altamente qualificato nell’opera di assistenza e soccorso. Va fatto tutto il necessario, compreso il rafforzamento e l’ampliamento dei reparti specialistici (rianimazione, infettivo, pneumologia) con un rallentamento delle attività mediche e chirurgiche che sono rinviabili. 

Non va chiuso alcun reparto e non va comunque sconvolto l’assetto dell’Ospedale senza mettere in conto quale sarà il suo assetto dopo, quando finalmente l’epidemia del Coronavirus sarà domato.  – Proseguono i consiglieri comunali del MDP-LEU Conte, Petrone e Di CandiaSi impone, da ora, la definizione di una scelta organica, operativa e finanziata per il domani, per evitare che Eboli resti vittima dell’emergenza.

Petrone, Conte, Di Candia

Appare doveroso e urgente definire un progetto che preveda, nella prospettiva degli Ospedali Riuniti della Valle del Sele, interventi coerenti e in particolare:

  • Ampliamento della pianta organica ospedaliera medici, paramedici e tecnici.
  • Il raddoppio (da 8 a 16) dei posti di terapia intensiva, prevedendone la stabilizzazione e il ruolo funzionale a regime.
  • La realizzazione di tutte le opere programmate da tempo, per la realizzazione delle nuove sale operatorie.
  • L’ampliamento della struttura ospedaliera, collegando le palazzine esistenti e realizzando una nuova unità, già programmata, prevedendo anche la ristrutturazione e l’ampliamento del parcheggio.
  • La definizione dei tempi e dei modi, con la previsione dei mezzi necessari, della completa riattivazione dei reparti storici dell’Ospedale, eventualmente messi in…quarantena. 
  • Istituire una task force, con numero verde, riservata agli Ebolitani per tutte le esigenze connesse al Coronavirus, tenendo conto della vastità del territorio, della presenza degli extra comunitari e delle categorie deboli.

A tal fine chiederemo una riunione a porte chiuse del Consiglio Comunale, vista l’emergenza, con la partecipazione delle Autorità Sanitarie.

E ancora sempre in merito alla vicenda dell’emergenza da Coronavirus il capogruppo Antonio Conte di MDP-LEU dichiara: “Abbiamo inviato a firma del Gruppo Consiliare una lettera al Direttore Generale dell’ASL di Salerno, al Direttore Sanitario dell’Ospedale di Eboli, ai Primari e a tutti i Consiglieri Comunali, nella quale affermiamo che dobbiamo essere disponibili con la nostra struttura all’opera di assistenza e soccorso, per combattere l’epidemia. Nel contempo, però,  ribadiamo le nostre proposte per rafforzare e potenziare il Nosocomio, anche in vista di quello che sarà l’Ospedale dopo l’emergenza. Il nostro deve essere uno spirito collaborativo senza riserve, in un contesto provinciale e regionale che deve vedere coinvolta tutta la rete Ospedaliera dell’ASL di Salerno e della stessa azienda S.Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona.

Bisogna evitare che l’Ospedale di Eboli venga utilizzato solo per l’emergenza e prevedere da subito il futuro dello stesso. – prosegue Antonio ConteIl percorso è quello del completamento dell‘Ospedale Riuniti della Valle del Sele ed Eboli ha opere già programmate che vanno assolutamente realizzate in tempi brevi.

Ospedale-di-Eboli1-640×4801-1

Ancora una volta il nostro Sindaco non si è interessato alla vicenda Ospedale – aggiunge Conte – e in tempi di emergenza vengono fuori tutte le criticità, che dovevano essere affrontate e risolte, come suggerito più volte in Consiglio Comunale e ribadito nella lettera, che abbiamo inviato alle Istituzioni Sanitarie preposte.

Cariello senza spirito di polemica,  si mostra incerto e non completamente concentrato sull’emergenza in atto, nè esprime le dovute perplessità, se ve ne sono, di quanto si intende fare sull’Ospedale, per affrontare l’emergenza stessa. – conclude il Capogruppo MDP-LEU Antonio Conte. – Pur avendo dato la nostra piena collaborazione come gruppo consiliare nella conferenza di presidenza dell’8 Marzo, ad oggi non abbiamo avuto riscontro.  Chiederemo a breve, quindi, un Consiglio Comunale a porte chiuse, per l’emergenza e per un ulteriore approfondimento sul futuro del nostro Ospedale.”

Eboli, 11 marzo 2020

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente