PD, Amministrative a Battipaglia e lo “strappo”: Femiano lascia

Il PD preannuncia l’accordo e Femiano il Pasionario “strappa”: Fa 6 nomi di Sindaci, chiede commissariamento, Congresso e si dimette. 

Lascerò tutti gli incarichi di Partito restando soltanto un iscritto!” preannuncia Raffaele Femiano mentre accusa il Segretario provinciale Luciano e l’unico parlamentare salernitano del PD Piero De Luca ed evoca gli spettri di una epocale sconfitta elettorale e una deriva democratica. 

Raffaele Femiano

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – «Ha vinto l’antipolitica, ha prevalso la distruzione del Partito Democratico, ma non potranno dire che sono stato un loro complice, – scrive d’impeto il pasionario battipagliese del Partito Democratico Raffaele Femiano, riferendosi all’andamento degli incontri del famoso Tavolo politico del centrosinistra per individuare una coalizione e un candidato Sindaco e più in generale per la “derivademocratica verso cui si sta dirigendo il PDle mie prese di posizioni sono a difesa esclusivamente del rispetto delle regole e mai contro le persone.

La situazione politica elettorale nel Comune capo fila della “Piana del Sele” ormai si è consumata, tra tradimenti, inciuci, porcate. – prosegue Femiano nell’esprimere le sue tesi che da mesi porta avanti inascoltato – Hanno fatto terra bruciata intorno alla libertà e l’autonomia del Partito Democratico, a cominciare dai soliti dirigenti politici irresponsabili – aggiunge il “pasionario” il quale si riferisce ai vertici provinciali del suo Partito, segretario provinciale in testa, Vincenzo Luciano e all’unico Parlamentare salernitano del PD Piero De Luca – visto che hanno fatto di tutto per bypassare le regole statutarie! – i quali, secondo Femiano – complottano per distruggere il Partito Democratico, facendo dello statuto carta straccia.

Piero De Luca-Vincenzo Luciano

La mia amarezza è tanto più marcata quanto più diffuse sono state le irregolarità ed è suffragata dal disinteresse dimostrato sia dalla Federazione Regionale che Nazionale, – aggiunge Femiano snocciolando dati e confrontandoli – le quali non sono intervenute nonostante ricorsi e segnalazioni, riguardanti la gestione delle procedure per le elezioni amministrative Regionali del 2020. Il risultato? Solo in Provincia di Salerno, da 2 Consiglieri Regionali siamo passati a uno: Complessivamente il PD alle Regionali ha perso 7 consiglieri e dal 19,40% del 2015, è passato al 16,90%, del 2020!

Peraltro, lo strappo da parte del PD dei suoi iscritti e dei simpatizzanti e diventato più forte con l’accordo di governo! – fa notare Femiano – Nonostante le esternazioni del Segretario Nazionale Nicola Zingaretti, che più volte ha richiamato al senso di responsabilità discutendo nelle sedi e non sui giornali in TV e sui siti web, il Segretario Nazionale si è chiesto che i Circoli ormai sono quasi tutti scomparsi che gli iscritti si sono azzerati. Con le amministrative di quest’anno, si continua ad annientare quel poco che è rimasto del Partito Democratico.

Per salvare il salvabile la cosa da fare è commissariare il PD in Campania, e andare al più presto al Congresso e se non cambiano le cose il mio impegno come dirigente del PD, non ha più nessun senso, visto che non si accetta il confronto diretto e non viene seguita la possibilità di interloquire, di coinvolgere i territori nelle scelte dei Candidati a Sindaci e delle relative liste. Lascerò tutti gli incarichi di Partito restando soltanto un iscritto!

Antonio Visconti-Rosario Rago

Non è affatto vero che a Battipaglia non ci sono candidati per proporli a Sindaco sotto il simbolo del PD, – aggiunge ancora Femiano indicando almeno 6 possibili candidati a Sindaco, quasi a sottolineare come egli non gradisce, non tanto i nomi ma i metodi adottati per i quali si è giunti ad individuare prima l’Imprenditore Rosario Rago e poi il Presidente dell’Asi Antonio Viscontibasta dare uno sguardo agli iscritti ci sono almeno 6 nomi tra questi che possono farlo in quanto capaci, competenti e onesti parlo di Nicola Oddati, Piero La Scaleia, Egidio Mirra, Emilio Ferrara, Rossella Femiano, Angelo Marsico, tutti compagni iscritti da anni al PD, con un piroscafo di esperienza e capacità.

Il processo degenerativo del PD sembra essere irreversibile finché non si rispetteranno le regole statutarie e soprattutto finché non verrano commissariati gli organismi che violano continuamente le regole dello statuto Nazionale. – prosegue il “Pasionario” battipagliese del PDResterò sempre fedele e rispettoso dei valori che mi hanno insegnato i padri della Sinistra Moderata, Progressista, Europeista. – conclude Raffaele Femiano anticipando un futuro buio per il PD e la Città evocando non spettri ma realtà laddove il PD ha subito le più amare disfatte – Battipaglia sono certo, sarà un’altra Waterloo, come è accaduto ad Angri, Eboli e tutti i Comuni dove non sono state rispettate le regole e senza il coinvolgimento dei territori!»

Battipaglia, 22 febbraio 2021

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente