Mario Conte, il nuovo Sindaco di pEboli si è insediato

Circondato da giovani supporters in prevalenza donne, Mario Conte indossata la fascia tricolore è stato proclamato Sindaco di Eboli. 

La cerimonia ufficiale di consegna tra il Commissario Prefettizio Antonio De Jesu e il neo Sindaco Mario Conte, si è tenuta nella mattinata di oggi. Nei prossimi giorni si proclameranno i consiglieri comunali, intanto imperversa il toto assessori e resta il nodo Vice Sindaco, mentre pare si profili per Cardiello la Presidenza del Consiglio comunale. 

Mario Conte-Antonio De Jesu

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI –  E indossando la fascia tricolore e con una stretta di mano questa mattina, come previsto, si è tenuta la cerimonia ufficiale di proclamazione e di insediamento del Sindaco della Città di Eboli Mario Conte a completamento del passaggio di consegna dal Commissario Prefettizio Antonio De Jesu al nuovo Primo Cittadino. E si è conclusa la più lunga ed estenuante campagna elettorale che la storia recente della Città ricordi.

«Un momento emozionante indossare la fascia tricolore della mia città. – ha dichiarato al termine della cerimonia Mario Conte circondato da suoi giovani supporters, in prevalenza donne – Ora comincia il lavoro serio. – e aggiunge – Dovremo aspettare che la Commissione termini i controlli per convocare il primo Consiglio comunale.

Quanto alla Giunta sono in corso riunioni con la coalizione. – prosegue il neo Sindaco Conte anticipando quello che ormai un po’ tutti si chiedono circa la composizione della Giunta Comunale – Le scelte saranno condivise. – prosegue elencando le linee guida che si seguirà nella scelta dei singoli assessori, anche alla luce delle rappresentanze consiliari ma anche con uno sguardo a personalità esterne alla rappresentanza degli eletti – Il criterio sarà quello della competenza innanzitutto, sarà fondamentale anche la squadra esterna alla giunta e consiglio comunale.

Mario Conte-Proclamazione-insediamento

Non abbiamo fatto promesse e quindi potremo scegliere con serenità. – prosegue ancora Mario Conte immaginando che pur non essendovi stato nessun apparentamento ufficiale ma convergenze politiche, come lo stesso neo Sindaco aveva preannunciato nel suo primo comizio alla Città tenuto la sera dello spoglio, riguardo ai contributi che il Consigliere Damiano Cardiello e le sue liste avevano dato, unitamente a quelle del PSI di Giancarlo Presutto e di Damiano Capaccio, vi sarà una conseguente riconoscimento, ancora tutto da individuare nel complesso e futuro organigramma della sua maggioranza di fatto allargata a quei contributi – Ma ognuno avrà modo di contribuire per il futuro della città.

Porterò in Consiglio comunale anche questioni che potrebbero essere decise solo in Giunta perché l’assise cittadina è la casa di tutti gli ebolitani. – aggiunge Mario Conte il quale ha intenzione, evidentemente, di aprire una nuova fase ed “in melius” andando ben oltre le prerogative che la Legge gli conferisce – Intanto – conclude il Sindaco di Eboli Mario Contemi preme ringraziare il commissario prefettizio Antonio De Iesu per il lavoro svolto. Abbiamo già avuto una lunga riunione per il passaggio di consegne».

Mario Conte-Insediamento

Chi ben inizia sta a metà dell’opera, recita un vecchio detto popolare, ma indipendentemente dalle volontà ora è il momento delle scelte operative. Scelte che si delineeranno nel corso delle ultime ore. Infatti, ieri sera, pare vi sia stato il primo incontro tra i vari responsabili delle Liste, ma senza i neo consiglieri eletti, i quali, pare, saranno coinvolti in un secondo momento. Incontro per iniziare a “scremare” le varie possibili composizioni dell’esecutivo, guardando nella nomina degli assessori eletti consiglieri, ovviamente, a far “scorrere” le varie graduatorie interne alle singole liste e giungere semmai ad aprire a qualcuno e magari “bloccarne” lo scorrimento per non giungere a qualche altro. Valutazioni che possono incidere ed in maniera “correttiva” nel quadro delle rappresentanze che più si ritengono confacenti la maggioranza.

E così mentre il toto assessori accende la curiosità degli addetti ai lavori, si fanno tante ipotesi come quella di Adolfo Lavorgna al Bilancio, o quella di Antonio Corsetto alla Sicurezza, e Lucilla Polito all’istruzione e alla Cultura, mentre si fanno diversi nomi che potrebbero ricoprire la carica di Vice Sindaco, ricorrendo o ad una personalità esterna uomo o donna che sia, indicando magari le figure di Vincenzo Consalvo, coordinatore della Lista “Eboli 3.0” o Miriam De Vita, o facendo ricadere la scelta su un consigliere eletto come nel caso di Salvatore Marisei. Poca cosa se si pensa di coprire le caselle più delicate che riguardano le politiche territoriali, quelle sociali, le attività produttive e non di meno le figure che dovrebbero fare da pontieri tra le opportunità offerte dalle politiche Europee e quelle afferenti il Pnrr e i rapporti con gli Enti Istituzionali sovracomunali. Altro problema e certamente non ultimo per importanza, rappresentanza e per le funzioni politiche ed istituzionali che svolge è la casella della Presidenza del Consiglio Comunale, fino ad ora mai concessa alle opposizioni. Casella che da più voci si indica come il più papabile il Consigliere Comunale leader della coalizione di Centrodestra Damiano Cardiello. In quel caso non sarebbe una piazza concessa alla opposizione attese le varie dichiarazioni fin qui ascoltate di aperture politiche poi concretizzatesi con i risultati elettorali, cosa diversa invece se si dovesse indicare Damiano Capaccio o una figura proveniente dalle altre aree politiche che si richiamano a Cosimo Pio Di Benedetto e Antonio Cuomo. Ma queste sono scelte politiche e rientrano nella discrezionalità di chi le deve adottare.

Chi bene inizia sta a metà dell’opera, e noi immaginiamo che tutto vada risolto in fretta, per modo da chiudere definitivamente con una gestione commissariale molto discutibile sul piano istituzionale e sociale, e qui prendendo atto di tutte le buone volontà che il neo Sindaco intende mettere in atto, val la pena sottolineare la sua prima bugia riguardo al “..buon lavoro svolto” dal Commissario De Jesu. Una bugia bianca, istituzionale, anche perché tra le prime questioni che Mario Conte deve affronttare vi è quella dell’Impianto di Compostaggio, e a seguire colmare tutte le assenze riguardo a TERNA, all’Alta Velocità e poi…… insieme ricorderemo tutte le altre questioni non ultima la colpevole mancata assistenza alle persone bisognose e deboli per un anno.

Mario Conte-Sindaco di Eboli

Mario Conte insediamento

Mario Conte Sindaco di Eboli

Mario Conte-Proclamazione

Mario Conte-Proclamazione

Mario Conte-Antonio De Jesu-Proclamazione

Mario Conte-Proclamazione e Paolo-Carlo Conte e Matilde Basili

Carlo Conte-Mario Conte

Eboli, 20 ottobre 2021

4 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. L’anno di gestione commissariale ha di buono il fatto che, forse, in futuro i più attenti prima di preferire o benedire la presenza di un commissario ci penseranno bene.

  2. Quindi Cardiello, insieme a Presutto e Piegari, questi due ultimi privi di seggio,hanno appoggiato Conte?
    Ricordando i cartellini, Sgritta,Corsetto e Naponiello, una coalizione che ha imbarcato in vari modi tutti?
    Non male,dunque evidenzia come l’essere un Brancaleone alle Crociate non sia una consuetudine di pochi, vedi Cariello e Cuomo ma di tutti.
    Dunque da Leu a Forza Italia, passando per qualche ex di famiglia missina,siamo alla macedonia politica più azzardata,ove il cinismo è la foglia di fico che non copre le pudenda!
    Ne vedremo delle belle ma tante,e giornalisticamente sarà molto esaltante,peccato che a pagar dazio saranno i cittadini,in particolare modo gli astenuti, i quali scioccamente facendo decidere agli altri, mossi da ideali,idealismi e Dio ne scampi, appetiti, che hanno infantilmente lasciato le sorti loro e dei propri cari a terzi.
    Una pacchia per i professionisti della vita pubblica.
    Passa il tempo ma la lezione non si apprende,il voto l’unico mezzo per far sentire la propria voce!
    👌 Amici “Ebo-lesi”del resto:”ogni popolo ha i governanti che si merita!” 👌

  3. Errata corrige: cariellini e civismo
    Me ne scuso con admin e i lettori e colgo l’occasione per invogliare i gentili lettori alla preghiera, ne abbiamo bisogno, ed a breve davvero, ne capirete la ragione,ricordatevi di quanto scritto in questa sede.

  4. Don Enzo non resta mai zitto? Eboli ha scelto la serietà?
    Dunque ogni ebolitano che non ha votato Conte non è persona seria?
    Lei dovrebbe essere uomo di pace perdono e bontà, ma come sempre negli ultimi anni si fa ingolosire dai suoi amici di Santa Cecilia e parla troppo tra un esposto e una denuncia.
    Una persona poco seria a suo giudizio.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente