Per Melchionda, il campo fotovoltaico dei Monti di Eboli è un'occasione di lavoro

Benvenuti nel futuro energetico “alternativo”: pale eoliche, Campi Fotovoltaici e all’orizzonte le minacciose torri nucleari.

Melchionda: L’impresa terrà conto, nel rispetto delle professionalità da impiegare, della manodopera locale.

Campo fotovoltaico Impianto

EBOLI – Per il Sindaco di Eboli Martino Melchionda, la realizzazione del Campo Fotovoltaico sui Monti di Eboli in una proprietà del Comune di Salerno, rappresentano una occasione di lavoro. Per quando riguarda il resto, ivi compreso l’iter burocratico, Melchionda chiarisce il ruolo e le competenze del Comune, spiegando che le procedure per questo tipo di iniziative sono sicuramente eccezionali e sfuggono a valutazioni proprie  del Comune rispetto alle autorizzazioni.

Il Sindaco, tra l’altro, fa sapere che ha avuto ampie assicurazioni dalla ditta costruttrice, la Toto Costruzioni S.p.A. per quando attiene all’utilizzo del personale del posto.

Le considerazioni rispetto a questa vicenda già sono state espresse da POLITICAdeMENTE. Valutazioni che vanno nella direzione opposta, ma che non si discostano dallo stupore generale per un impianto di quella portata sulle colline lussureggianti del circondario ebolitano.

Pur essendo paladino delle fonti alternative e per questo nettamente contrario al nucleare, è opportuno dire anche a costo di essere iscritto nei disfattisti, che l’impianto fotovoltaico progettato e che la Toto Costruzioni realizzerà si sviluppa su 42 ettari di terreno collinare, terreno fertile.

Forse è un poco troppo, e il troppo storpia.

Come sempre succede quando si rincorrono le cose già programmate, adesso si può essere a favore o contro, ben poco influenza le scelte, specie se sono supportate da leggi e regolamenti che ne giustificano l’opera. Ma anche le leggi possono essere sbagliate, specie se non tengono conto dei luoghi. Quindi fermo restando l’utilità delle fonti energetiche alternative e il loro impiego, ritenuto essenziale per l’ambiente, la loro essenzialità non deve essere forma di violenza per l’ambiente stesso.

Naturalmente nel mentre si attende nei particolari il tipo di progetto che la Toto realizzerà, sarebbe il caso di sapere se il sottosuolo sarà coltivato da prodotti orticoli e se invece è il caso di pretendere che questo avvenga, affidando la produzione a cooperative che possano produrre e poi distribuire a prezzi politici i prodotti di quei campi. Ma questo è troppo, figuriamoci se sarà possibile. Purtroppo, nel nostro futuro si moltiplicheranno paesaggi pieni di odiosissime Pale Eoliche e pieni di specchi fotovoltaici, ma anche di quelle odiosissime e minacciose torri rotonde delle centrali nucleari.

Benvenuti nel futuro energetico “alternativo”.

……….  …  ………

COMUNICATO STAMPA

melchionda

Arriva dall’energia rinnovabile una nuova speranza per le imprese ed i lavoratori di Eboli. Una speranza legata alla realizzazione dell’impianto fotovoltaico che sarà realizzato in località Monti di Eboli, su iniziativa del Comune di Salerno, utilizzando suoli di proprietà del capoluogo di provincia.

Il via libera al lavoro per il territorio ebolitano è arrivato in occasione di un incontro tra il Sindaco di Eboli, Martino Melchionda, e l’azienda incaricata della realizzazione dell’impianto, la Toto Costruzioni.

Il primo cittadino di Eboli ha chiesto ed ottenuto che nella fase di realizzazione, così come pure nella fase della gestione, il sistema delle imprese e dei lavoratori ebolitani fosse coinvolto per intero, nel rispetto delle professionalità che necessitano per un’opera così importante.

Sul piano delle procedure, invece, il Comune di Eboli è chiamato unicamente al controllo urbanistico, in pratica al controllo della conformità della struttura da realizzare con il Piano Regolatore Generale.

«Si tratta di impianti per l’energia rinnovabile che costituiscono ormai obiettivo nazionale, non solo per il nostro Paese – spiega Melchionda -. Tanto che le stesse normative nazionali e comunitarie garantiscono corsie privilegiate per questo tipo di impianti, addirittura prevedendo anche casi in deroga.

Inoltre, per l’impianto fotovoltaico di Monti di Eboli esiste già la valutazione di impatto ambientale della Commissione VIA. Per quanto riguarda i benefici per il Comune di Eboli – conclude Melchionda – dalla normativa non sono previste royalties di nessun tipo, ma esclusivamente il versamento dell’ICI che ammonta a circa 250mila euro annui».

EBOLI, 24 LUGLIO 2010

7 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente