Interrogazione di Cardiello sul Palazzo Paladino-La Francesca e altro

Damiano Cardiello presenta altre 5 interrogazioni (15 in 20 giorni) e tra queste anche quella sul Palazzo Paladino-La Francesca.

E mentre tra le opposizioni alcune si riuniscono nel PD grazie all’elezione di Simona Naimoli alla segreteria, per Cardiello è finita la fase di osservazione verso la maggioranza ma perde pezzi, Norma pare non ci sia più, e da solo disseppellisce l’ascia di guerra riprendendo il suo ruolo storico di oppositore. Ora l’attenzione passa sulle Commissioni consiliari e le elezioni provinciali.

Damiano Cardiello

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Sono passate solo poche ore dal quarto consiglio comunale di Eboli che finalmente ha eletto Presidente Cosimo Brenga, sia pure con solo 14 voti a fronte dei 16 della maggioranza consiliare, pur registrando l’amarezza della Consigliera comunale Lucilla Polito la quale sebbene avesse perorato la questione di cenere, con il suo intervento annunciando di votare per Brenga ha voluto stemperare i toni e allinearsi, ma di fianco), a termine della votazione ha comunque ottenuto 3 voti, segno che nella maggioraneza non vi è unità, ma l’unità non c’è nemmeno nelle opposizioni. Infatti anche se questa ha lamentato di non essere stata coinvolta e la rappresentanza di genere era uno di queli argomenti che poteva aprire nuove frontiere.

Cosimo Brenga-Consiglio comunale

Purtoppo non si può pensare di entrare nelle camere da letto se non ti fanno entrare nemmeno nel salotto, atteso che nel salotto non si è voluti nemmeno Cosimo Naponiello, per lui l’unica possibilità era quella di indossare un tutú così da attribuirlo come presidente in quota rosa, qualche maligno racconta che gli è stato anche proposto, figuriamoci, e poi su quell’abito c’era impresso il profilo di Cariello e alla maggioranza è subito venuta l’orticaria e ha ripiegato, sia pure di misura su Brenga, abbandonando il “genere” e scontentando in uno Lucilla Polito e tutte le donne che si aspettavano qualcosa di più. Intanto Cardiello è rimasto acora per una volta da solo, pare abbia già perso il Consigliere Norma, si può consolare, i franchi tiratori sono stati in gran parte nella maggioranza, ma c’è ancora tanto tempo per capire cosa accadrà, aspetteremo la composizione delle Commissioni consiliari. Di sicuro ci saranno un bel po’ di problemi facendo emergere le distanze, accompagnate ed alimentate dalle aspettative, e vedremo anche se si accentueranno le distanze all’interno del vertice della maggioranza che vede Sindaco e Vice Sindaco sempre più uniti a tenere da parte l’Assessore all’Urbanistica e ai Lavori pubblici Salvatore Marisei, così come è avvenuto per l’incontro a Napoli sul Masterplan e per la presentazione del “paccotto” del Palazzo Paladino-La Francesca. Per Marisei è una fortuna si risparmierà un bel po’ di problemi.

Lucilla Polito

Ma come si dice “Se Atene piange Sparta non ride” senza allontanarci dal tema i problemi ci sono anche nell’opposizione consiliare, e se una parte ha deciso di convogliare nel gruppo PD, grazie anche ad un accordo che si è concretizzato con l’elezione di Simona Naimoli a Segretaria del PD locale, un vero e proprio schiaffo alla maggioranza consiliare che al contrario ha sbarrato ogni strada ad una Donna come presidente del Consiglio comunale, perso Norma, Damiano Cardiello sbarazzatosi di tutte le sigle del centrodestra ecco che si reimpossessa del suo ruolo di oppositore solitario e presenta altre cinque interrogazioni comunali che si aggiungono alle altre 10 in tutto 15 in 20 giorni.

Tanti i temi affrontati e così sintetizzati:

1)   Palazzo Varriale – La Francesca: si alla valorizzazione ma con chiarezza.

Pochi giorni fa è stato annunciato a mezzo stampa, da parte della maggioranza, un progetto di riqualificazione dello storico immobile denominato “CO-HUB” ma non è stato chiarito in alcun modo come procederà l’Ente, visto che l’immobile rientra nel patrimonio dei beni trasferiti dal Comune di Eboli alla società in liquidazione “Eboli Patrimonio srl”, oggetto di ipoteca di 8.000.000 euro da parte dell’istituto bancario Monte dei Paschi di Siena.
Inoltre, non è stata pubblicata né predisposta alcuna delibera di giunta al riguardo al fine di chiarire anche i rapporti tra Ente e società in liquidazione.
Per questi motivi abbiamo depositato apposita interrogazione comunale per sapere:

  1. se è stato richiesto nulla osta da parte dell’istituto bancario Monte dei Paschi di Siena;
  2. se la società Eboli Patrimonio srl è a conoscenza della candidatura presentata dal Comune di Eboli;
  3. in caso di finanziamento quali procedure verranno avviate per la riqualificazione e da parte di quale Ente”.

2) Alloggi popolari: subito progetti per sfruttare il bonus 110%

“Il Commissario Straordinario aveva annunciato interventi manutentivi per gli alloggi popolari pari a circa 500.000 euro.
Di questi lavori nulla sappiamo ma registriamo quotidianamente segnalazione urgenti aventi ad oggetto lo stato di abbandono in cui versano gli alloggi popolari comunali sia internamente che esternamente, con concittadini costretti a vivere in condizioni disumane.
L’interrogazione vuole essere di denuncia ma anche di spunto per la giunta comunale al fine di predisporre progetti tesi a sfruttare la grande occasione del bonus statale del 110%, in un’ottica di risparmio per le casse comunali e rilancio dei lavori locali.

3) Area Pezzullo: tra abbandono, topi e sogni infranti.

Assistiamo ad una vera e propria vergogna in pieno centro che si protrae da anni.
L’abbandono amministrativo e l’incuria del tempo stanno rendendo la vita ai residenti della zona molto disagiata.
Eppure la società privata firmataria del contratto di project financing non ha scuse per avviare il cantiere e definire un cronoprogramma dei lavori.
Il Comune adesso deve valutare ogni azione legale e amministrativa per la risoluzione contrattuale e un nuovo progetto di rifunzionalizzazione dell’intera area.”

4) Palasele: mancata manutenzione della copertura.
“Dopo centinaia di migliaia di euro spesi negli anni addietro, è arrivato il momento di mettere un punto fermo su questa storia.
Il Comune deve predisporre un progetto teso a realizzare lavori manutentivi duraturi nel tempo, onde evitare allagamenti e figuracce (vedi pochi giorni fa)
”.

5) Mancata manutenzione di via #Serracapilli.
Su segnalazione dei cittadini abbiamo richiesto un intervento urgente per sistemare il manto stradale, dove resta difficile la percorrenza del ponte di collegamento con via delle Olimpiadi per autovetture e pedoni. L’Assessore alla manutenzione sarà chiamato a dare risposte in tempi certi.

Eboli, 29/11/2021

INTERROGAZIONI Cardiello

Eboli, 8 dicembre 2021

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente