Aggressioni a Campolongo, finalmuente il Sindaco di Eboli si incazza

Conte chiede un rapporto dettagliato alla Polizia Municipale. I controlli messi in atto dalle Forze dell’Ordine sono ancora insufficienti.

Il Sindaco di Eboli finalmente si incazza. A scatenare l’ira di Mario Conte è stato l’ennesimo episodio di aggressione subita questa volta dal titolare della DoK Group, Gerardo Avallone il 3 dicembre scorso. Prepara una informativa al Prefetto e chiede l’intervento dell’esercito. Dopo magari informerà anche i Carabinieri. E gli interventi interforze? Un miraggio. Un miraggio che dura da anni. 

Mario Conte

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLIIl Sindaco Mario Conte chiede ancora una volta, e con toni pressanti e di urgenza, l’intervento della Prefettura per la zona litoranea. – Si legge in una nota di Palazzo di Città – A scatenare l’ira del primo cittadino l’ennesimo episodio che denota come i controlli finora messi in atto dalle Forze dell’Ordine siano ancora insufficienti. Venuto a conoscenza dell’aggressione subita dal titolare della DoK Group, Gerardo Avallone, il 3 dicembre, Conte ha chiesto una dettagliata informativa preliminare al comando di Polizia Municipale. – prosegue la nota che evidenzia come sono stati disattesi gli impegni presi a Salerno con il Prefetto e la promessa di interventi sistematici interforze prr contrastare i vari fenomeni di delinquenza che in quell’area completamente abbandonata a se stessa trovano casa – che L’imprenditore, infatti, era stato aggredito da alcuni extracomunitari armati di bastoni che volevano impedirgli la riparazione dell’impianto di illuminazione posto sulla fascia costiera. Impianto che, a quanto risulta da precedenti denunce e constatazioni operate dagli agenti della municipale, viene sottoposto a continui sabotaggi.

Lo scopo di tali azioni, secondo il rapporto del comandante Sigismondo Lettieri, è quello di mantenere la zona nell’oscurità per poter portare a termine indisturbati azioni delittuose. Ed infatti gli agenti avrebbero constatato che proprio in occasione dei “guasti”, abilmente provocati dai sabotatori, venivano compiute imprese criminali, dai furti alle rapine, allo spaccio e alla prostituzione. – 

Eboli-controlli-litoranea-Polizia-Urbana

Il comandante Lettieri, ha evidenziato quanto da anni sta facendo POLITICAdeMENTE ravvisando come in quell’area colpevolmente abbandonata sia un immenso “parco delle illegalità“, e cosa grave, di tanto intanto dopo qualche azione criminosa ai danni dei cittadini ci si ricordi di intervenire e si promette interventi interforze, ma purtroppo, dopo un’azione dimostrativa poi si ritorna come prima e peggio di prima facendo accrescere nei cittadini la sfiducia più totale nei confronti delle Istituzioni preposte alla salvaguardia della Sicurezza – Avallone ha sporto denuncia per l’aggressione subita ai carabinieri informando il comandante della municipale che non si trattava né della prima volta né della prima denuncia.

«Sto preparando l’informativa al Prefetto – ha dichiarato il sindaco invocando una ripresa del Tavolo tecnico, tavolo che al contrario dovrebbe essere sempre a lavoro e non solamente quando succede qualcosa, in quella fascia litoranea come nel testo della Città non si può intervenire inseguendo le disgrazie,

la Sicurezza è in cima alle richieste dei cittadini

e se i presidi che devono occuparsene non sono in grado di farlo si rimuovono – Non solo ritengo che sia urgente riprendere il tavolo tecnico che doveva occuparsi del ripristino della legalità nella zona litoranea, ma chiederò al Signor Prefetto in mancanza di altre soluzioni, di inviare l’esercito a presidiare la zona. Non possiamo permettere che sia completamente fuori controllo. – e ha ragione il Sindaco ma più che rivolgersi ai suoi Vigili Urbani deve fare di più e incazzarsi seriamente con il Prefetto e il Comando Generale Provinciale dei Carabinieri se veramente ha intenzione di svolgere con i suoi uomini una vigilanza attiva e costante su tutto il territorio comunale affinché i cittadini si sentano più protetti e sentono più vocine le Forze dell’Ordine, chiamare l’Esercito è solo ammettere che le attuali Forze non sono in grado di svolgere il loro lavoro – Le forze attuali della Polizia Municipale e dei Carabinieri non sono sufficienti per un presidio costante. Se vogliamo incentivare il turismo bisogna prima “ripulire” la litoranea dalla sacche di criminalità che vi hanno trovato rifugio e ricominciare, senza esitazioni, gli abbattimenti delle costruzioni abusive che fungono da riparo ai criminali».

Eboli, 8 dicembre 2021

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente