Battipaglia Radici e Valori: Il PD sui rifiuti meglio continui a tacere

Luigi Spera al PD sui rifiuti attacca il PD: «Tanto tuonò che piovve. Farebbero bene a continuare a tacere». 

«Invece di cercare di difendere una gestione colpevole e fallimentare, che continua a penalizzare i campani e ha penalizzato, forse irrimediabilmente e per sempre, il futuro economico e sociale di interi territori, le cui vocazioni sono ben altre».

Luigi Spera BRV

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

BATTIPAGLIA – «Tanto tuonò che piovve. – scrive in una comunicato stampa Luigi Spera coordinatore del Movimento “Battipaglia Radici e Valori” facendo riferimento all’ultima nota stampa sui rifiuti del circolo cittadino del Partito Democratico – Il PD cittadino rompe il silenzio che egli stesso dice di aver sommessamente osservato fino ad oggi per … rispetto delle istituzioni! Quelle stesse istituzioni che il PD governa da decenni e che hanno ogni responsabilità in tema di rifiuti.

Irrispettosi quindi per costoro i sindaci dei territori coinvolti, che si sono permessi di mettere in discussione il verbo deluchiano. – Prosegue Spera – Irrispettosi ancora di più i padri e le madri di famiglia che sono seriamente preoccupati per la loro salute e per quella dei propri figli. Irrispettosi quindi gli imprenditori dell’agroalimentare che sono preoccupati per la qualità dei loro prodotti. Irrispettose le associazioni e i movimenti che hanno mosso critiche e osservazioni su tutta la vicenda.

La verità, secondo i democrat, l’unica, la possono raccontare solo loro ai battipagliesi. – Prosegue ancora Spera – Se questo è l’unico messaggio che possono lasciare farebbero meglio a continuare il loro silenzio nell’attesa che i fatti si sviluppino e che anche noi come movimento civico continueremo a monitorare.

Una gestione, quella dei rifiuti, che da anni vede il PD e la sinistra governare la nostra regione e la nostra provincia e che quindi, certamente, non è esente da colpe. – aggiunge il coordinatore di Battipaglia Radici e ValoriImpiantistica inadeguata; costi esorbitanti; camorra che continua a lucrare sul versante dei trasporti; bonifiche mai realizzate; anni ed anni di incendi e miasmi ammorbanti, aree, come Battipaglia e la Piana del Sele, sacrificate per tappare il buco causato dal fallimento del Piano Regionale dei Rifiuti. – conclude Luigi SperaFarebbero bene a continuare a tacere, invece di cercare di difendere una gestione colpevole e fallimentare, che continua a penalizzare i campani e ha penalizzato, forse irrimediabilmente e per sempre, il futuro economico e sociale di interi territori, le cui vocazioni sono ben altre».

Battipaglia, 26 aprile 2022

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente