L’Assessore Borrelli (PD) esprime solidarietà al “Centro Le Rose” e alle maestranza

Borrelli: “Solidarietà ai lavoratori del Centro “ Le Rose “: Si riunisca immediatamente il coordinamento del Piano di Zona”.

Con la Chiusura del Centro “Le Rose”, 35 persone perderanno l’assistenza e 28 dipendenti perderanno il lavoro.

Manuel Borrelli

VIBONATI – Il “Centro le Rose”, la casa protetta per anziani e minori fondata alla fine degli anni ’90 da don Pietro Greco, da alcuni anni è sotto i riflettori. La struttura, allocata nel vecchio seminario di proprietà della diocesi Teggiano-Policastro, assiste attualmente circa 35 persone.

Il 5 Marzo del 2009, a conclusione di una lunga e tormentata vertenza che aveva determinato il licenziamento collettivo di tutti i dipendenti del Centro Le Rose di Policastro Bussentino, il tavolo istituzionale tenuto presso il Comune di Santa Marina, alla presenza dell’allora Assessore al lavoro della provincia di Salerno, Massimo Cariello, S.E Angelo Spinillo, Vescovo di Teggiano, l’allora Sindaco di Santa Marina Giovanni Fortunato, l’assessore  del Comune di Vibonati Manuel Borrelli e i rappresentanti sindacali, ha determinato l’affidamento della gestione del citato centro alla Cooperativa Multiservice Sud.

Nel 2010 per effetto del mancato rilascio dell’autorizzazione definitiva al funzionamento da parte degli organi del Comune di Santa Marina, la struttura del Centro “Le Rose” vide messa in discussione la possibilità di assistere tanto gli anziani ospiti quanto i minori a rischio e la Multiservice fu costretta ad avviare le procedure di licenziamento per i 28 lavoratori.  In seguito ad un’ulteriore vertenza aperta dai Sindacati (Cgil rappresentata da Pietro Lamberti e Cisl rappresentata da Gennaro Falabella) unitamente alle amministrazioni Comunali di Vibonati, Ispani, Torre Orsaia, Caselle In Pittari e Sapri, il Piano di Zona S9 si fece carico del problema e in virtù della legge regionale 11/ 2007 rilasciò l’autorizzazione definitiva per il funzionamento della Comunità alloggio che permise, ancora una volta, di salvaguardare i livelli occupazionali.

A distanza di un anno, a causa del mancato adeguamento della Casa albergo, non è ancora stata rilasciata l’autorizzazione provvisoria, da parte del Piano di Zona S9, al funzionamento e la Multiservice Sud ha annunciato la chiusura dell’attività della Casa Albergo per Anziani. Il provvedimento comporterà il licenziamento delle 28 unità lavorative.

Contro ogni licenziamento si esprime l’assessore del Comune di Vibonati, manuel Borrelli, che nel corso degli anni ha partecipato alle innumerevoloi iniziative messe in atto per salvare la struttura e tutte le maestranze dichiara:

“Intendo esprimere la mia più profonda e concreta solidarietà a tutti i dipendenti del Centro “ Le Rose “ che vedono nuovamente a rischio il proprio posto di lavoro. Mi impegnerò ,come ho già fatto in passato , affinchè tutte le amministrazioni comunali del golfo di Policastro prendano coscienza del problema e si impegnino a trovare una soluzione. Occorre profondere ogni energia per impedire che il centro, nonostante la  ventennale presenza sul territorio del Basso Cilento, possa dismettere ospiti e lavoratori riproponendo integralmente il disagio sociale ed occupazionale di un territorio già mortificato per
le problematiche del lavoro. Chiedo, pertanto, l’immediata convocazione del coordinamento istituzionale del Piano di Zona e auspico che la Multiservice sospenda il provvedimento di chiusura”
.

Vibonati, 26 giugno 2011

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente