Il PD: Sica indagato di estorsione a Berlusconi. Deve dimettersi

Il Partito Democratico: “Niente più condizioni politiche e morali. Ernesto Sica, dimettiti”. La preoccupazione è che dietro Sica, ve ne siano altri come e peggio di Sica.

Indagato di estorsione e minacce al corpo dello Stato Sica rischia fino a 10 anni di carcere.

Ernesto Sica in veste SuperSICAman

PONTECAGNANO – GLi organi di informazione nazionali e locali hanno diffuso l’ennesima e sconcertante notizia relativa al Sindaco di Pontecagnano Faiano Ernesto Sica: “il Primo Cittadino sarebbe indagato di estorsione e minacce a corpo dello Stato. Entrambe le accuse, che una volta accertate potrebbero prevedere la reclusione da sette fino a dieci anni, sarebbero rivolte congiuntamente ad Ernesto Sica e Nicola Cosentino“.

Il Partito Democratico di Pontecagnano Faiano, che nel frattempo non ha dato un attimo di tregua all’Amministrazione interviene sulla vicenda e fa notare che il duo Cosentino-Sica, indipendentemente dalla vicenda specifica sono già noti per il coinvolgimento in altri illeciti segnalati dalla Magistratura, si sarebbero macchiati di questi reati al fine di ottenere incarichi di rilievo, per garantirsi i quali avrebbero minacciato addirittura il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che nel 2007 si era avvalso del loro aiuto per far cadere il Governo Prodi.

Ernesto Sica, che grazie ai Dossier falsi e a questi sotterfugi era riuscito a diventare Assessore Regionale, è inoltre accusato di diffamazione e violenza privata per aver preparato un falso dossier su Stefano Caldoro, attuale Presidente della Regione Campania, e ritenuto suo antagonista nella corsa all’ennesima poltrona.

Appresa la notizia dalla stampa il coordinamento cittadino del PD, di fronte a questa valanga di fatti inquietanti e scandalosi, ha diramato la seguente nota politica:

“Il Sindaco di Pontecagnano Faiano Ernesto Sica deve dimettersi. Non ci sono più le condizioni politiche e morali perché questa persona possa amministrare ancora la città. Come possono i cittadini fidarsi di un calunniatore e di un ricattatore della sua portata? Malgrado le sue patetiche esternazioni dinnanzi ai cittadini, ai quali continua a millantare la sua estraneità ai fatti, Ernesto Sica risulta indagato dalla Magistratura per gli atti sopra citati e per questo deve assumersi le proprie responsabilità, rassegnando il mandato popolare che la Città di Pontecagnano gli ha conferito tre anni fa”.

Questa vicenda è inquietante, e oltre a far venir fuori i reati che si attribuiscono a Sica e Cosentino, fa emergere la figura inesistente e senza nessun spessore del Presidente Caldoro, che continua ad accettare la collaborazione di Cosentino, e la figura del Presidente del Consiglio Berlusconi, facilmente ricattabile da uno “sbruffone” di provincia. Persone, a questo punto, che potrebbero essere ricattate da chiunque, specie se si tratta di organizzazioni ben più importanti e ben più pericolose.

In questa provincia, senza allargare lo spettro della veduta stanno accadendo troppe cose inquietanti, tanto inquietanti da far riflettere in maniera totale chi si affida a queste figure che scaricando centinaia di migliaia di euro in ogni campagna elettorale e brigando sotterraneamente riescono a raggiungere risultati, che apparentemente sembrano carriere fulminanti, ma che in sostanza di fulminante hanno solo il quadro su cui poggiano, formato di continui ricatti e sotterfugi.

La preoccupazione è che dietro Sica, ve ne siano altri come e peggio di Sica. Se poi questo Sica riesce a raggiungere il “sole” del momento e riesce addirittura a ricattarlo, allora è veramente inquietante.

Dovremmo vaccinarci su vasta scala, per non essere contaggiati da uomini di basso profilo, ma con una grande faccia tosta e senza regole, che occupano le varie “piazze istituzionali”. Ma purtroppo questo vaccino non esiste e aspettiamo che dall’angolo venga il Sica di turno.

Pontecagnano, 11 agosto 2011

3 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2023 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente