Melchionda al Commissario ASL: Ostetricia e ginecologia, reparti preziosi e insostituibili

Il Sindaco di Eboli scrive al Commissario straordinario ASL Salerno Bortoletti: Ostetricia non si tocca e ne ribadisce importanza e risultati.

Melchionda: “Non consentiremo alcuna ipotesi di ridimensionamento di questo reparto: la Regione e l’Asl, per farlo funzionare meglio, pensino a fornire risorse economiche, personale e attrezzature.

Ospedale di Eboli

EBOLI – Il Sindaco di Eboli Martino Melchionda ha scritto al Commissario Straordinario dell’Asl di Salerno Maurizio Bortoletti, allo scopo di sottolineare l’assoluta importanza della permanenza del reparto di Ostretrica e Ginecologia presso l’Ospedale SS. Maria Addolorata di Eboli e la straordinaria qualità del lavoro che in esso quotidianamente viene svolto.

“Ho scritto al Commissario Bortoletti spiega il Sindaco Melchionda per rappresentargli l’importanza del mantenimento, presso L’Ospedale SS. Maria Addolorata di Eboli, del reparto di Ostretricia e Ginecologia, che svolge un lavoro straordinario e di altissima qualità. E questoafferma il Sindaco di Eboli – lo dimostrano i numeri: 445 parti effettuati nel 2010, 270 nei primi sette mesi del 2011, con un incremento di circa il 23%.

Non soltanto. Nel 2010 sono stati effettuati ben 332 interventi di endoscopia, 1010 interventi chirurgici, 604 ricoveri in day hospital, 1615 ricoveri ordinari, oltre mille prestazioni ambulatoriali, 500 pap test e 500 coloscopie.

Questi dati prosegue Martino Melchionda dopo aver snocciolato i numeri che non sono affatto scoraggiantici dicono con chiarezza due cose: che il lavoro svolto nel reparto di ostetricia e ginecologia dell’Ospedale cittadino è prezioso ed insostituibile, e che esso serve un’area ben più vasta del solo territorio comunale. Sia ben chiara una cosa conclude il Sindaco di Eboli noi non consentiremo alcuna ipotesi di ridimensionamento di questo importantissimo reparto: la Regione e l’Asl, per farlo funzionare al meglio, pensino piuttosto a fornire le risorse in termini di personale ed attrezzature”.

Purtroppo per noi, già è stato deciso tutto, con il polo nascite a Battipaglia si è già detto addio al reparto. Il problema serio è che sia il Commissario Bortoletti che quelli che lo hanno preceduto ivi compreso i vari “sub” prendono prima iniziative e poi si discute, e tra l’altro, spesso le iniziative che prendono sono accompagnate da interminabili indecisioni e balletti di annunci, rettifiche, chiarimenti, smentite, nella più totale assenza della classe politica, incapace e di accennare una reazione, ma anche di formulare proposte credibili.

I nostri rappresentanti politici fanno a gara a chi più si nasconde, per evitare di assumere impegni ed iniziative. Rappresentano il nulla. Quelli che governano fanno danni irreparabili, quelli che dovrebbero opporsi supinamente accettano ogni cosa nascondendosi.

In tutto questo, non solo l’Ospedale di Eboli, ma la Sanità in generale stanno anelando l’ultimo respiro.

Eboli, 17 agosto 2011

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. sembra che il “direttore di eboli” abbia concordato in un incontro con altri dirigenti mesi addietro il trasferimento dei reparti ginecologia e pediatria a battipaglia…allora mi chiedo, che all’interno si voglia questo caro sindaco…..

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente