Cardiello (PDL): Alt al fotovoltaico sui tetti, meglio le lampade LED

Cardiello chiede al Comune di bloccare il bando relativo al fotovoltaico sugli edifici pubblici, ritenendo che le lampade Led siano un’alternativa.

Con le lampade Led si passerebbe dagli attuali 47,85 a 7,83 Kw….. di consumo e si risparmierebbero 2 milioni di euro, che si potrebbero impiegare per mettere in sicurezza gli edifici pubblici e bonificarli dall’amianto.

Damiano Cardiello

EBOLI – Alla notizia di qualche giorno fa che il Comune di Eboli ha intenzione di spendere € 3.000.000 per dotare gli edifici pubblici con pannelli fotovoltaici allo scopo di realizzare un risparmio energetico, il consigliere comunale del PdL Damiano Cardiello, propone all’Amministrazione di fermarsi a riflettere su tale iniziativa perché ritenuta economicamente svantaggiosa, in quanto con la tecnologia LED e la sostituzione di tutte le lampadine degli edifici in oggetto, l’investimento sarebbe di circa € 1.000.000 e il resto della spesa si potrebbe utilizzare magari mettendo in sicurezza gli edifici pubblici stessi, rimuovendo semmai anche l’amianto nei luoghi dove è presente.

Cardiello sostiene: “Si parte dalla stessa premessa di Consalvo: la riduzione dei costi per l’illuminazione pubblica è diventata una esigenza imprescindibile, basti pensare al continuo aumento del prezzo dell’energia elettrica, la soluzione proposta però non risulta fattibile per vari motivi”.

lampade led

I LED – continua Cardiello – sono più che semplici piccole lampadine: sono la rivoluzione nel campo dell’illuminazione. Ci consentono di utilizzare la luce come non l’avevamo mai utilizzata prima e si è liberi di creare tutti gli effetti di luce, poiché ogni singolo LED è un dispositivo semiconduttore. Quando viene alimentato, gli elettroni si muovono attraverso il materiale semiconduttore e alcuni di loro cadono in uno stato energetico inferiore. Nel processo l’energia “risparmiata” viene emessa sotto forma di luce. Le lampadine LED possono raggiungere efficienze luminose altissime. Questa è la chiave per la riduzione dell’energia consumata altro che fotovoltaico!

Occorre ricordare – precisa il consigliere del Pdl Cardiello – che queste lampadine funzionano a bassa tensione e nel calcolo della reale efficacia deve essere considerato anche il rendimento del sistema di alimentazione. Inoltre, la  lampada LED correttamente utilizzata può raggiungere una vita superiore alle 50.000 ore e vanta bassissimi consumi con un altissimo rendimento. La ricerca scientifica ha permesso oggi risultati incredibili fino a ieri ( dove sono rimasti Melchionda e compagni), pensiamo che oggi con un faretto da 3 led da 3W è paragonabile a quello di una lampadina da 50W.

Sarebbero necessari questi motivi a far cambiare idea alla giunta Melchionda?

A questo punto il Consigliere Cardiello fa due conti: “Attualmente il nostro Municipio ha:
n. 433 Neon da 60 cm assorbimento 21 Kw;
n. 135 Neon da 120 cm assorbimento 13,5 Kw;
n. 89 Neon da 150 cm assorbimento 13,35 Kw;
per un assorbimento totale orientativo, in caso di totale utilizzo dei corpi illuminanti di Kw 47,85 Kw. Effettuando una sostituzione totale a led avremmo :
n. 433 Neon Led da 60 cm assorbimento 3,46 Kw;
n. 135 Neon Led da 120 cm assorbimento 2,43 Kw;
n. 89 Neon Led da 150 cm assorbimento 1,94 Kw.

Il totale assorbito – secondo Cardiello quindi – passa dagli attuali 47,85 Kw a 7,83 Kw…..è doveroso informare i cittadini di questa differenza. – e aggiunge – I pannelli fotovoltaici hanno costi troppo elevati rispetto a questa tecnologia, necessitano di spese aggiuntive di manutenzione e hanno una durata limitata rispetto ai LED. Dunque si dotino gli edifici pubblici di lampadine a LED contribuendo al rispetto dell’ambiente e delle tasche dei cittadini riservando le restanti risorse al problema amianto.

Cardiello si domanda e domanda in conclusione: Perché installare le lampade votive a Led nel cimitero, dichiarando con stupore che ci sono risparmi anche del 90%, mentre negli edifici pubblici no? Il Sindaco rifletta e ponga attenzione a questa problematica, non faccia finta di niente, in ballo ci sono soldi pubblici non caramelle!

Eboli, 21 novembre 2011

18 total pingbacks on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2022 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente