Eboli Multiservizi S.p.A.: “Ultimo atto”

Per SEL il trasferimento alla Multiservizi del Parcheggio Multipiano dell’Ospoedale è solo “l’ultimo atto”!

La Società perde 719.000 €; Il CdA responsabile del disastro resta in carica; Non si fa nessuna riflessione sul futuro dei 13 dipendenti di fatto già fuori; SEL sfida il capogruppo PD  ad un pubblico confronto.

Gerardo Rosania

EBOLI – Per Sinistra Ecologia e Libertà quella che del Consiglio comunale del 16 dicembre u.s. che ha visto la Maggioranza di governo della questa città, deliberare ancora una volta sulla “questione della Multiservizi, è l’ultimo atto.

“Si trasferisce – con la votazione – il parcheggio multipiano dell’Ospedale alla società per consentire di assumere un mutuo con cui ripianare le perdite di 719.000 euro che la società ha contratto nel 2010″.

Non una ricapitalizzazione – rileva SEL –  per consentire alla società di avere la forza per investire ai fini della gestione di nuovi servizi, né un’ idea di sviluppo della società stessa con la messa in campo anche di una prospettiva di crescita occupazionale, e con la gestione ed il miglioramento di nuovi servizi per la città. No!

L’idea – secondo la teoria di SEL – è quella di mettere il multipiano a garanzia di un mutuo per ripianare il deficit contratto nel 2010 (dopo che il 2009 la società aveva chiuso con un utile di circa 100.000 euro) e rimettere il “giocattolo ” nelle mani di chi lo ha gestito, e portato al tracollo nel 2010. La Maggioranza è stata chiara: il Consiglio di amministrazione responsabile del disastro rimane in carica.

Nessuna – continua ancora – riflessione sul che cosa è successo nel 2010; nessuna riflessione su come rendere la società indipendente dalle commesse del Comune (che non paga), affidandogli servizi che portano flussi finanziari autonomi nelle casse della società (illuminazione votiva, affissioni, pubblicità, gestione spazi pubblici ed iniziative, ecc.);

Nessuna riflessione sul futuro di 13 dipendenti che di fatto sono stati messi alla porta.

Dopo 7 anni di governo, – evidenzia SEL – questa Maggioranza continua a parlare con la testa rivolta indietro, affidando la “dettatura della linea” al capogruppo del Pd ( che leggiamo sui giornali, ma non sentiamo praticamente mai in Consiglio comunale) il quale liquida la questione con queste “illuminate gocce di sapienza”: la colpa è della passata Amministrazione comunale:

  • perché il capitale era scarso 10.000 euro;
  • perché non gli sono stati dati sufficienti servizi;
  • perché il socio privato era incapace.

Noi di Sinistra Ecologia e LIBERTA – usando del sarcasmo – ci inchiniamo dinanzi a tanta scienza, ci limitiamo ad osservare:

  • – il capitale della società era stato portato già nel 2004 a 120.000 euro e doveva essere ricapitalizzato, esattamente come abbiamo proposto inutilmente fino a qualche mese fa, per poter investire in nuovi servizi. Come mai l’Amministrazione attuale che governa dal 2005 non lo ha fatto? e nel frattempo crea società (come la patrimonio srl,c on solo 10.000 euro di capitale?);
  • – nel 2004 alla società Multiservizi era stata riconosciuta la possibilità di gestire: ciclo dei rifiuti, cimitero, illuminazione votiva, illuminazione pubblica, pubbliche affissioni, gestione del verde urbano, manutenzione degli immobili comunali, derattizzazione e disinfestazione, ecc..
  • Siamo noi di S.E.L. che domandiamo al capogruppo del Pd: come mai quest’ Amministrazione che governa dal 2005 questi servizi non li ha mai affidati alla Multiservizi? Come mai quelli affidati glieli ha tolti per cui il CDA (quello scelto da questa Amministrazione) scrive nella relazione al bilancio 2010 che la perdita di 719.000 euro del 2010 è dovuta al fatto che il Comune gli ha tolto i servizi?
  • – la perdita di 719.000 euro si è registrata nel 2010, quando il privato non c’era. E allora, se il problema era il privato che non era “buono”, come mai la perdita la registriamo quando la società diventa tutta pubblica gestita dallo stesso CDA cui oggi si vorrebbe riaffidare “il giocattolo” dopo aver ripianato il deficit?

Siamo sicuri – conclude Sinistra Ecologia e Libertà – che il capogruppo del Pd, contrariamente a quanto ha fatto in Consiglio comunale, dove non ha risposto a questi quesiti (anzi si è guardato bene dal prendere anche solo la parola sulla materia!) vorrà confrontarsi con noi in un pubblico dibattito per spiegare agli Ebolitani ciò che noi non siamo riusciti a comprendere.

Nell’attesa, rinnoviamo la nostra solidarietà ai lavoratori della Multiservizi, in particolare ai 13 che si intende mettere alla porta.

Eboli, 22 dicembre 2011

2 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. ci avete rotto le balle

  2. SEL SEL SEL ma SEL sarebbe anche colui che ha creato e poi abbandonato la Multiservizi? credo di si……!!! Gerardo Rosania alias gerardo a ruspa ma davvero stai accollando il tracollo della multiservizi a questa amministrazione? certo che ci vuole davvero una bella faccia tosta devo dire…. seguo dalla nascita gli evolversi della multiservizi ma aimè non capisco come adesso tutte le colpe ricadano sulla giunta melchionda, ovviamente è un dato oggettivo secondo i compagni kmer rosso di SEL ma dovrebbe far mente locale e ricordare bene chi ha creato e sfasciato il tutto….ovviamente pero’ hanno memoria corta…. meditate gente meditate!!!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente