BATTIPAGLIA IN CORTEO DICE NO ALLA DISCARICA

Un “NO alla DISCARICA” lungo un chilometro. Tutti in corteo a sfilare per le strade di Battipaglia.

Oltre quattromila persone hanno gioiosamente manifestato il loro dissenso contro la decisione di aprire una discarica di ambito a Battipaglia. E adesso Vardé, Cirielli, Romano, Caldoro ci pensino bene e ascoltino il messaggio di speranza di Martina.

No discarica corteo

BATTIPAGLIA – Un successo straordinario il Corteo organizzato dal Comitato Permanente “No alla Discarica a Battipaglia”. Una manifestazione di popolo senza etichette con la consapevolezza di partecipare a qualcosa, che non ha nessun colore politico se non la volonta di protestare contro una prepotenza, che oggi si chiama Discarica, ieri si chiamava CDR, l’altro ieri la discarica di Grataglie, le ecoballe di coda di volpe, la discarica di Parapoti, la discarica di Macchia soprana e tutte quelle decisioni, subite come prepotenze, solo perché la classe politica dirigente del momento, quella che avrebbe dovuto programmare gli interventi non ha saputo decidere in maniera coerente se non “contro” i cittadini amministrati.

Oltre quattromila persone hanno detto NO alla Discarica. No al commissario Tino Vardé. No al Presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli. No all’Assessore Regionale all’Ambiente Giovanni Romano. No al Presidente della Regione Stefano Caldoro. No alle loro arroganze e prepotenze. No a quelli prima di loro e No a quelli che verranno e che non sono in grado di programmare il futuro, senza che questi non sia un ATTENTATO alla NOSTRA SALUTE, atteso che in quest’area le discariche utilizzate negli anni e quelle abusive attendono ancora una bonifica. No alle Camorre, che sui rifiuti e sulla cattiva gestione di tutti i processi che riguardano i rifiuti, affonda le sue radici e impedisce una crescita civile della nostra società.

No discarica-corteo-foto-politicademente

Un corteo silenzioso ma festoso, composto ma deciso,  al quale hanno partevipato giovani studenti, uomini, donne, persone anziane, associazioni varie, sindacati, movimenti e partiti politici, perché sia un monito per chi nella sua cieca incapacità non è all’altezza del compito che disgraziatamente le urne gli hanno affidato. Un corteo che si è impossessato della Città, ma che raccoglieva la protesta di tutto un comprensorio: battipagliesi, bellizzesi, montecorvinesi, olevanesi, ebolitani, campagnesi, serresi, tutti a protestare e in mezzo a loro anche gli amministratori: quelli che hanno subito, come il Sindaco di Serre Palmiro Cornetta, quello di Montecorvino Rovella Giuseppe D’Aiutolo. Defilati ma che partecipano al corteo, perché non hanno nessuna intenzione di subire una decisione che i cittadini hanno dimostrato di non gradire: gli amministratori di Battipaglia, e si vedono  Giuseppe Sica, Egidio Mirra, Luigi Provenza, Francesco Frezzato, Ugo Tozzi, Marco Campione, Vito Lucia, Cecilia Francese, il Sindaco Giovanni Santomauro, quelli di Pontecagnano con Nicola Sconza, gli ex Consiglieri Regionali Franco Manzi e Cucco Petrone e tanti altri che si sono mescolati nel corteo e non poteva mancare Don Ezio Miceli e tanti tanti giovani che a suon di taburi e tammorre, ballando pizzica e taranta hanno accompagnato la protesta……….

………..…. E da oggi possiamo dormire sogni tranquilli? Questo è l’interrogativo che si chiede la giovane studentessa tredicenne Martina Maffia, che ha affidato a POLITICAdeMENTE quel suo interrogativo che suona anche come un desiderio, una speranza.

……….…. E da oggi possiamo dormire sogni tranquilli?

di Martina Maffia
(una giovane studentessa di Battipaglia)

No discarica-11-foto-politicademente

BATTIPAGLIAIl vento soffia su questa città vuota, sembra un giorno qualunque ma da lontano, si sentono voci, urla, botti e cori di persone in rivolta… C’è bisogno di dire un secco NO alla Discarica;  Battipaglia già ha dato in passato siti per lo stoccaggio come: Impianto STIR, impianto Nappi Sud, impianti Sele Ambiente, tre aree di stoccaggio mai bonificate in via Filigalardi, via Bosco II e Via Danimarca, una discarica in località Grataglie tra Eboli e Battipaglia, e una in località Castelluccio, numerose cave abusive e terreni privati dove è stata riscontrata la presenza di rifiuti tossici, come da varie sentenze e processi in corso, due vasche di stoccaggio in località Castelluccio utilizzate per l’emergenza del 2008 e mai bonificate, un impianto deposito abusivo di pneumatici più volte incendiato e mai bonificato… Oggi, l’intera città, si è mobilitata, per dire NO, all’eventualità di una nuova discarica, con il comitato ‘’NO! Alla discarica a BATTIPAGLIA’’ in prima fila.

Il raduno si è tenuto alle ore 9,00 in piazza della Repubblica, ai quali hanno aderito, l’amministrazione comunale, consiglieri di maggioranza ed opposizione, forze dell’ordine, parroci, scuole, medici, negozianti, bambini, i quali rappresentano il futuro e cittadini tutti.. Hanno  dato voce ad una protesta che è nata dal basso e a cui le istituzioni hanno aderito. Ai politici locali e non, la domanda: ‘’avete la coscienza pulita’’ è d’obbligo.

Ma voi politici battipagliesi fino a poco tempo fa dove eravate?! Chissà, cosa fosse accaduto, se i cittadini non avessero sollevato il polverone che sta coinvolgendo tutti.. Bisogna che i signori politici abbandonino le loro ideologie politiche,  scendendo in campo come semplici cittadini e poi in sede istituzionale siano disposti a compiere il loro dovere e a prendersi le loro responsabilità! Il popolo è stufo e per loro malgrado non è più così ignorante.

Il corteo di oggi ha voluto rappresentare che i cittadini non sono più degli spettatori che si lasciano travolgere dagli eventi ma protagonisti che li gestiscono e decidono del proprio futuro, questa è una vera onda d’urto che può portare a veri cambiamenti …La strada è lunga, bisogna  concentrarsi principalmente sul da farsi…

Dopo questa bella manifestazione, si attende la risposta leale sui provvedimenti reali che i nostri amministratori devono al più presto adottare.. Bisogna continuare con la gioia di oggi e credere in possibili cambiamenti, un popolo unito non verrà mai sconfitto ed è stato dimostrato dai battipagliesi che vogliono vivere liberi in una città che sta già pagando a caro prezzo la cattiva gestione dei rifiuti.

Con la speranza che nell’incontro di lunedì prossimo gli amministratori dopo aver colto le urla del popolo e aggiungendo un pizzico di loro buon senso seguano tutte le strade politico-istituzionale per sviare il progetto della nuova discarica. Non si può accettare che la nostra città venga martoriata, stiamo già pagando le conseguenze; sperando che il tutto vado a buon fine e soprattutto che il Sindaco Santomauro non faccia il mulo.

La nostra cara e maestosa  MariaRosa è sempre in prima fila e attende buone notizie…. Ma non da un mulo!

…………….  …  ……………..

Foto gallery

No discarica-7-foto-Politicademente

No discarica-9-foto-politicademente

No discarica-10-foto-politicademente

No discarica-12-foto-politicademente-Carmine-Galdi

No discarica-14-foto-politicademente

No discarica-foto-politicademente-MariarosaBattipaglia-Alfonso-Esposito

No Discarica-15-foto-politicademente-Sindaco-Serre-Palmiro-Cornetta

No discarica-17-foto-politicademente

No discarica-foto-politicademente-Sindaco Battipagli-Giovanni-Santomauro

No discarica-corteo-3-foto politicademente

No discarica-foto-politicademente-Sindaco-Montecorvino R-D'Aiutolo-Lucarelli

No discarica-corteo-4-politicademente-foto-

No discarica-20-foto-politicademente-Sica-Mirra-Provenza-Tozzi

No Discarica-19-foto-politicademente

No discarica-corteo-5-foto-politicademente

No discarica-corteo-6-foto-politicademente

Battipaglia, 15 gennaio 2012

8 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Una grandissima manifestazione. Zara si deve solo nascondere ma Santomauro non c’entra niente sono solo i battipagliesi ad aver risposto bene.

  2. Un gran bel momento. La città si riscopre comunità, unita a combattere e difendere il proprio territorio dalle aggressioni esterne.
    Ma la cosa che più fa tristezza è la domanda: chi minaccia il nostro territorio?
    Le ISTITUZIONI, coloro ai quali è demandato il compito di far crescere e sviluppare la nostra terra. Purtroppo questi organismi hanno perso del tutto di vista quale sia la loro funzione. Si occupano solo di far quadrare i conti e ad alimentare la loro macchina del consenso. E quindi alla fine i cittadini devono protestare per difendere beni primari come la salute, l’ambiente, le strutture sanitarie, i trasporti…. difendere da chi? Da chi ha il compito istituzionale di salvaguardarli.
    Un appello. Ascoltate la gente perbene che ha protestato e manifestato civilmente, impediamo la solita già vista escalation di violenza. Le istituzioni dimostrino una volta tanto di saper ascoltare gli argomenti dei cittadini e di non piegarsi solo di fronte alle barricate e ai cassonetti incendiati.

  3. Una bella manifestazione a difesa del territorio e per far capire alla destra di Cirielli che i gichetti li deve fare a spese degli altri. Incapaci che non sono altri.

  4. Mi trovo negli USA mi sarebbe piaciuto partecipare alla manifestazione per esprimere il mio dissenzo alla discarica. Mi ha rappresentato egregiamente la mia nipote Martina che alla partecipazione al corteo ha aggiunto un bellissimo pezzo sul giornale dove ha ampiamente descritta la manifestazione ed espresso il suo scetticismo sul presunto impegno della classe politica locale. FORZA BATTIPAGLIA!

  5. Battipaglia deve reagire bene alle prepotenze della destra e cambiare definitivamente orientamento. Deve essere moderna. Questi fanno affidamento sul fatto che é una Città di destra e si permettono di tutto. Al diavolo i Cirielli, i caldoro e tutti quelli inutili come Cardiello, Fasano e via di seguito.

  6. Battipaglia ha dimostrato di aver scelto la vita e la democrazia, individuando nel PdL, di Cirielli, Romano, Zara e Caldoro.
    queste persone devono solo vergognarsi.

  7. cari amici e giunta l’ora della resa dei conti, Giù le mani da Battipaglia, nessuno ha il diritto di farci diventare la pattumiera della provincia di Salerno, abbiamo già dato, gli ospedali del nord sono pieni di Battipagliesi che fanno il viaggio della speranza.
    difenderemo il nostro territorio con le unghie e con i denti. Abbiamo gia pronte le barricate.

  8. Caro Vito che parolone ABBIAMO GIA PRONTE LE BARRICATE, io penso che le forme di proteste sono sembre delle cose buone per far sentire la voce della gente ma devono essere fatte in modo giusto e civile. Battipagla non ha bisogno di discariche per versare problemi altrui ma di essere valorizzata perche e una grande realtà e va rispettata!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente