E’ Assalto al Movimento di Grillo: Si costruisce un argine alla “transumanza”

I centometristi della transumanza politica sono pronti a saltare sul carro di quelli che loro ritengono siano i vincitori e darsi con immediatezza una nuova verginità politica. Si resiste con “l’argine delle regole”.

Il “botto” del Movimento 5 Stelle si sente e come, solo il Presidente Napolitano non se ne è accorto.

giorgio_napolitano_e_beppe_grillo

SALERNO – E’ inutile dire che il “botto” del Movimento 5 Stelle si sente e come, e tra l’altro incomincia a produrre i “secondi” effetti, poiché i primi si sono visti nella tornata elettorale scorsa. Il Boom di voti che ha interessato il Movimento di Beppe Grillo, solo il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non lo ha avvertito, ma poco importa, l’importante sono i risultati e i risultati ci sono e si aspetta il  botto definitivo con i ballottaggi di domenica prossima.

Quei risultati anzichè far riflettere la classe politica, hanno sortito evidentemente un altro effetto, e la conseguenza è stata l’aggressione a Grillo e al Movimento. Ma mentre i leader nazionali dei Partiti, che ormai vivono un’altra realtà, fatta di privilegi e di agi, a scapito degli italiani, non se ne rendono conto, le seconde e le terze file, quelle che più hanno il polso dei movimenti della società, hanno percepito che il vento è cambiato e che dalle loro parti spira aria cattiva, quell’aria che si porta addosso solo chi è perdente, e cerca immediatamente una nuova collocazione.

I centometristi della transumanza politica sono pronti a saltare sul carro di quelli che loro ritengono siano i vincitori e darsi con immediatezza una nuova verginità politica. E’ così si inquadra il caso che il Movimento attivo 5 Stelle di Salerno sta vivendo sulla base della sua esperienza, e hanno ritenuto il caso di esternarla, rendendola pubblica, questo non tanto per sottolineare una “contrarietà” sic et simpliciter, ma una “contrarietà” di intenti politici, che impone al Movimento stesso percorsi condivisi e linee di principio che sono agli antipodi di quella realtà politica che i Partiti ci hanno man mano abituato a vivere.

I centometristi della Transumanza politica, utilizzino l’ultimo scatto per farsi da parte e scomparire dalla scena politica insieme alle loro “truppe” di “famigli” e lascino che il Paese faccia il suo ultimo sforzo per riprendersi e per ridare un futuro ai nostri figli. Utilizzino quello scatto, se vogliono, facendo autocritica e se veramente ci credono diano la loro disponibilità senza se e senza ma, per recuperare un minimo di onore perduto.

Andrea Cioffi M5S

E così Andrea Cioffi, nella vita privata Ingegnere, e nelle ultime Elezioni Amministrative Candidato Sindaco di Salerno, e solo per questo assunse l’incarico di portavoce del Movimento di Grillo, ci racconta quanto accade in una nota politica che a sua volta, riporta nella prima parte una “nota” del Movimento 5 Stelle Campania e nella seconda le considerazioni che sono alla base delle motivazioni di essere del Movimento stesso: “Riceviamo una nota inviata al gruppo attivo del Movimento Cinque Stelle Campania. – Scrive Cioffi a nome del Movimento 5 Stelle Salerno – Nella quale si parla di interessamento al Movimento da parte di uno gruppo composto da un Consigliere della Provincia di Salerno (che ha ricoperto funzioni amministrative anche a Cava dei Tirreni) e di una “flotta” di una ventina di associazioni che “fanno capo a noi”.

Sulla base di questa “nota”  il Movimento 5 Stelle salernitano prende spunto per fare alcune considerazioni: “Ci sentiamo in dovere di specificare che lo scopo precipuo del Movimento è il cambiamento radicale di una visione della politica basata sul concetto di “capo” e su quello dei “pacchetti di voti” a conferma del famoso motto: ” Ognuno vale uno!”.

L’appartenenza o meno al Movimento – continua Cioffi e 5 Stelle – si stabilisce naturalmente dopo un percorso di mesi e anni di partecipazione e attività su iniziative concrete legate al territorio e decise durante assemblee pubbliche e aperte a tutti i cittadini.

Il fatto stesso che un cittadino sia stato eletto nel Consiglio provinciale (ente che il Movimento intende abolire ed è il motivo per cui nessuno di noi si è mai candidato alle elezioni del consiglio provinciale) lo pone in “opposizione di fase” con la “vibrazione” che caratterizza il Movimento cinque stelle.

Perdipiù – prosegue la nota – chiunque sia stato eletto in una lista di un qualsiasi partito è automaticamente escluso dalla possibilità di una candidatura a qualsiasi livello con il Movimento Cinque Stelle. Questo per effetto di quelle poche regole di buon senso di cui ci siamo dotati e che sono proprio quelle caratteristiche che rendono tanto eccezionale il movimento stesso.

Un’altra delle caratteristiche degli eletti attraverso le liste civiche certificate del Movimento Cinque Stelle – si continua nella nota – è la trasparenza e la rendicontazione ai cittadini di tutto quanto accade al suo interno e il confronto prima e dopo la seduta con il gruppo attivo e tutti i cittadini interessati.

Il Movimento Cinque Stelle – prosegue Cioffi – è solo un mezzo per rendere la politica trasparente e veramente vicina ai cittadini, che rifiuta ogni genere di finanziamento pubblico (il movimento ha rifiutato 1.600.000 euro per le elezioni regionali del 2010) e che rendiconta online qualsiasi introito percepito dai propri eletti e rinnova il mandato agli stessi con cadenza annuale valutandone l’operato durante l’assemblea degli attivi.

Intendiamo – ribadisce nella sua nota il Movimento di Grillo – che la nostra disponibilità al dialogo è un conto ma altro è l’apertura a forze o persone che non rispecchiano il nostro modo di intendere la politica che è da noi intesa solo ed esclusivamente come servizio civile temporaneo per la propria comunità.

Nei giorni scorsi – conclude Andrea Cioffi a nome del Movimento 5 Stelle – un gruppo di cittadini di Cava dei Tirreni si è riunito per iniziare un percorso a cinque stelle. Erano presenti una cinquantina di persone che si incontreranno periodicamente per fare qual percosso partecipato tanto vitale per il Movimento. Tutto quanto appena specificato è facilissimo trovarlo in rete facendo una semplicissima ricerca.

Salerno, 18 maggio 2012

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Quello della transumanza politica è un film già visto , accettarlo vuol dire discreditarsi da soli ed il cittadino questo lo capisce eccome . Immaginate un vs iscritto che facendo propaganda per il Mov. 5 stelle si sentisse rispondere, ma come avete candidato quello lì che è stato là,. poi là ed adesso sta con voi?
    Bene a lasciarlo fuori , tanto chi ha intrallazzato di là e di quà non cambia.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente