Caldoro a Napoli gioca al “rimpasto” e a Salerno il CSTP affonda

Mentre si vive la paralisi del Trasporto pubblico a Salerno, la Regione di Caldoro “rimpasta”.

Il CSTP è senza scampo liquidato e liquidatore sono la stessa persona, cose che succedono solo nel terzo mondo e a Salerno. Caldoro finanzia lo SMA e il trasporto napoletano e e casertano e fa fallire il CSTP non versando il suo debito di 14 milioni di euro.

CSTP-Scusate il Disagio

SALERNO – Dopo i recenti provvedimenti assunti dalla Giunta Caldoro e l’ulteriore spallata al Trasporto pubblico salernitano ecco che arriva uba dura nota politica dal Segretario Provinciale del Partito Democratico Nicola Landolfi, che si scaglia contro il Governatore della Campania Stefano Caldoro e il suo alleato fiancheggiatore “Nick o’ mericano“, alias Nicola Cosentino, colpevoli di concentrae tutte le risorse finanziarie su Napoli, e sottraedole vergognosamente a Salerno.

“La Campania targata Cosentino – scrive nella sua nota politica il Segretario Provinciale del PD Nicola Landolfi – dopo avere assunto vergognosamente i 700 dipendenti della SMA invece di dare garanzie ai lavoratori idraulico-forestali, é impegnata in una discussione degna del Burkina Faso. In piena crisi nei settori del trasporto pubblico, dell’assistenza, con migliaia di famiglie senza stipendi e senza servizi, Caldoro é impegnato, niente poco di meno, per il rimpasto!  

Nicola Landolfi

Ha assicurato – continua Landolfi – un impiego pubblico, il buon Caldoro, a 700 napoletani e casertani (parliamo sempre di SMA), nel compiacente silenzio di tutti e lascia interi territori come il nostro privi di servizi pubblici essenziali.

Stiamo parlando di centinaia di milioni di euro, – sottolinea Nicola Landolfi mentre non vuole riconoscere il debito che ha con il CSTP di 14 milioni di euro e ha fatto miseramente fallire il CSTP – tra SMA e trasporto pubblico napoletano, mentre fanno fallire il trasporto pubblico salernitano e un’Azienda, il CSTP, che fino a qualche tempo fa viveva una situazione finanziaria ben migliore di altre realtà della cosiddetta Area Cosentino.

Quella del CSTP é una vicenda a dir poco vergognosa, – rincara la dose il Segretario Provinciale del PD Landolfi nel momento in cui ricorda i mancati impegni della Regione circa il suo debito verso il CSTP di Salerno – soprattutto perché nessuno vuole evidenziare come sia la REGIONE la vera grande assente! 14 MILIONI DI EURO DI DEBITI CHE NON VENGONO RICONOSCIUTI E RESTITUITI, mentre si butta e si regala denaro pubblico per legittimare clientele e settori parassitari! Che vergogna!  Caldoro rimpasta…..

Infine, anche l’attuale liquidatore del Cstp, qualche mese fa, nelle vesti di Presidente, ammetteva che era la Regione ad essere inadempiente (come da foto allegata); prima di essere censurato, ovviamente, da qualche gerarca locale, allergico alla verità. – concludere Landolfi – E’ un paese normale quello in cui “liquidato” e “liquidatore” sono la stessa persona?

Caldoro e i federali locali non risponderanno. Sono alle prese con il fondo di rotazione per Assessori, con le porte girevoli. Loro Rimpastano…”

Salerno, 11 agosto 2012

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente