I Riformisti: Il Sindaco venga allo scoperto

Il Sindaco venga allo scoperto. Portavoce e fumisteria non serviranno a salvarlo dalle sue responsabilità.

I Riformisti: Il Sindaco Melchionda ci dica i nomi delle persone con cui a discusso di problemi urbanistici. E’ vero che un Cittadino è stato invitato a rivolgersi ad un Avvocato amico per risolvere un problema edilizio?

Salvatore Marisei

EBOLI – Incalzante l’azione dei riformisti Salvatore Marisei, Armando Cicalese, Antonio Petrone, Carmine Campagna, facenti capo all’area dell’ex Ministro Carmelo Conte, nei confronti dell’Amministrazione e del Sindaco di Eboli Martino Melchionda, con una serie di interrogazioni tendenti a sapere non di atti ma di comportamenti e di incontri che eventualmente ha tenutoi il Sindaco con Avvocati, persone, imprenditori, cittadini, in qualche modo riconducibili al ruolo e a favoritismi conseguenti il ruolo.

Armando Cicalese

Peccato che nello stile dei riformisti non vi sia mai chiarezza perché si possa fare chiarezza e perché si possa una volta per tutte conoscere nomi, cognomi, fatti e circostanze precise, piuttosto che indicazioni generiche circa incontri, che sebbene veramente siano avvenuti solo i protagonisti possono sapere quello che si sono detto e solo loro possono sapere se quello che si sono detti è rispondente alla legge e alla morale. Nell’attesa che i riformisti si decidano di dare corpo alle loro interrogazioni resteremo sempre fiduciosi di conoscere i particolari, pregandoli di dirceli in una unica soluzione e non a puntate, per meglio collegarle in uno spazio temporale e per meglio valutarne le eventuali responsabilità anche in relazione alle alleanze e alle partecipazioni, che sebbene limitate nel tempo ed in maniera alternante, riguardano anche i Riformisti, ben sapendo che le eventuali responsabilità non sono legate al tempo ma agli atti prodotti.

…………………………..  …  …………………………

“Trapelano le indiscrezioni sulla composizione della giunta balneare frutto dell’accordo Cuomo-Melchionda: nulla di nuovo, lo avevamo annunciato, e tempi sempre più bui si profilano per Eboli, se è vero che non si è trovato fino ad ora alcuna personalità di riconosciuta competenza disponibile ad affiancare questa maggioranza.

Vedremo, se e quando si discuterà del bilancio del comune, cosa avranno da dire i protagonisti di questa crisi e se avranno il coraggio di chiarire ai cittadini i termini della loro intesa. L’impressione è che tutto si gioca tra il ristretto gruppo di amici del Sindaco e dell’Onorevole che si dividono le poltrone senza alcun riferimento alle cose da fare per salvare Eboli dalla crisi in cui l’hanno precipitata.

Quanto al Sindaco, non serve alzare fumo e nebbia per nascondere le proprie responsabilità o farsi difendere da qualche portavoce. E’ utile invece entrare nel merito delle nostre domande e provare a spiegare cosa è accaduto durante gli ultimi otto anni.

Registriamo che ad uno ad uno tutti prendono le distanze da questa stagione, da ultimo l’IDV. E’ un bene, vedremo quanto dura.

…………………………  …  …………………………

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

Al Sindaco di Eboli
p.c. al Presidente del Consiglio Comunale

I sottoscritti Consiglieri Comunali Petrone, Marisei, Campagna, Cicalese

Premesso che

  • alcuni suoi portavoce, con la qualifica di consiglieri comunali, si sono esercitati a dire il falso, cadendo nel ridicolo, per coprire la sua disamministrazione e i fatti veri che abbiamo denunziato;
  • il tentativo di farci tacere con le insinuazioni utilizzando vecchi e nuovi ronzini, che in genere non operano per beneficenza e non si distinguono per rettitudine intellettuale, è destinato a naufragare, come faremo in modo che accada con pazienza facendo emergere la verità;
  • la fumisteria organizzata per confondere le acque che vede impegnati personaggi e mestatori di ogni tipo è destinata prima o poi ad evaporare a fronte di una realtà che ci vede in sostanza all’opposizione da oltre 20 anni;
  • la circostanza che lei addebiti alla gestione Rosania tutti i suoi errori deve far riflette perché, preso dall’esigenza di inventare scuse, trascura che di quella amministrazione noi fummo oppositori politici ma non ne abbiamo mai detto e potuto dirne quello che siamo costretti a intestare a lei, che ora come allora prende solo benefici;
  • tentare di sottomettere le opposizioni con metodi medioevali, come le è riuscito con alcuni suoi vecchi oppositori e denigratori e per ultimo con l’avvocato Fausto Vecchio, suo velenoso censore di un tempo, rivela la sua responsabilità e non funziona con la persona perbene, perché non tutti sono sul mercato come lei sta sperimentando per i tanti no che riceve;
  • addebitare sempre ad altri (il Governo, La Regione, la Provincia, L’Europa etc, ) o alle amministrazioni di alcuni lustri addietro le sue colpe, il disastro gestionale, occupazionale e ambientale non funziona più e rende ridicola l’immagine di un primo cittadino che dovrebbe, invece, riconoscere gli errori e impegnarsi a correggerli;

CHIEDONO DI SAPERE

  1. Se non ritiene di dovere rendere pubblici i nomi delle persone che hanno discusso con lei in privato o in gruppo di problemi urbanistici e da chi ha ricevuto eventualmente richieste di raccomandazioni edilizie;
  2. Se non ritiene di rendere pubblico che tutto quello che sul piano edilizio è avvenuto negli ultimi otto anni, ovvero durante tutto il periodo del suo mandato, è stato deciso da lei, dai suoi collaborati e amici, all’insaputa e comunque senza mai discuterlo con i riformisti;
  3. Se non ritiene di dovere fare un rapporto al Consiglio Comunale illustrando i punti di crisi del comune e i conflitti di interesse onde consentire un esame e una decisione per salvare Eboli;
  4. Se è vero che da lei e/o da un suo collaboratore è stato consigliato a un cittadino di rivolgersi ad un avvocato amico in grado di risolvere un problema edilizio, se questo si è poi verificato, in che cosa è consistito e con quale risultato.

I Consiglieri Comunali
Salvatore Marisei
Carmine Campagna
Antonio Petrone
Armando Cicalese

……………………..  …  ……………………..

Eboli, 22 agosto 2012

14 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. lo sapevo…le verità non le pubblica nessuno

  2. intento DELATORIO O DILATORIO ?

    IN POCHE PAROLE : fate sul serio o volete perdere solo tempo ???

  3. Ma questi “Liberi” ex socialisti da quando si sono svegliati? Da poco tempocerto! Hanno fatto affari d’oro con Melchionda stando in maggioranza e condividendone tutte le scelte e convincendolo di far entrare nel PUA di Fontanelle i terreni dei loro famigliari e oggi lo criticano? ma che bella faccia di bronzo! Ma comunque è questo il modus operandi dei “Carmelitani scalzi” che già in un passato non remoto hanno realizzato grazie a Rosania centinaia di immobili a ridosso della ferrovia di S. Cecilia salvo poi criticarlo ad ogni occasione! Sono delle persone indegne prima mangiano e poi sputano nel loro stesso piatto. Noi non ne avvertiamo la mancanza di questi falsi moralisti porta acqua dell’Onorevole che facendo politica xxxxxxxx xxx x x.

  4. Fino al 1994 la politica di interessi a Eboli è stata gestita – sotto gli occhi di tutti i concittadini – dall’ex Ministro Carmelo Conte (che oggi continu a parlare tramite i suoi consiglieri comunali, in primis il nipote S.Marisei).
    Tutti sanno chi erano gli imprenditori di riferimento del passato del Ministro (anni ’70 Lanzetta, Oteri, Di Benedetto, etc., mentre furono messi in condizione da non poter ereggere più un mattone i costruttori che non piacevano “chissà perchè”, tipo Morrone, D’Agosto, Pesce, etc.), dal 1994 in poi, con la giunta Rosania, guarda caso, i pochi cantieri aperti a Eboli, chi per un motivo chi per un altro hanno fatto tutti una brutta fine, tranne le costruzione realizzate a ridosso della ferrovia in località Santa Cecilia.
    Mi sorgono spontanee delle domande a cui vorrei risponta dagli interessati:
    1) amministrazione Rosania, si costruisce solo nei suoli dell’ex Ministro Conte a Santa Cecilia, perchè?;
    2) amministrazione Melchionda, diventano edificabili i suoli facenti capo a Conte e Marisei, perchè?;
    3) Outlet Cilento, escono articoli che fanno intendere che lì si è insediata l’associazione a delinquere, forse, si insinua ciò, perchè non sono stati appaltati i lavori ai loro amici?;
    4) la stessa cosa accade per il centro commerciale Le Bolle, come mai?;
    5) Cooperative Baglieri – località Fontanelle – concessione per circa 250 appartamenti (forse i riformisti li volevano a Santa Cecilia nel suolo di un imprenditore di Battipaglia amico loro?);
    6) PUA Fontanelle, è vero che la prima trattativa economica per i “suoli di Famiglia” l’hanno avuta con un imprenditore di Battipaglia da loro interpellato?;
    7) questo screditare l’imprenditore di Battipaglia, per caso è dovuto al fatto che ha comprato altri suoli e non il loro?;
    8) a che prezzo pretendevano di vendere questo suolo visto che l’imprenditore di Battipaglia non l’ha voluto acquistare?.
    Concludo questa mia elencazione di domande (alle quali attendo risposta), con un ultimo interrogativo rivolto a tutti gli ebolitani: si rendono, e ci rendiamo conto, del danno che arrecano a tutta la cittadinanza Ebolitana per perseguire i loro interessi privati?

  5. Le vicende elencate nel commento precedente si riferiscono indubbiamente ad un modo di operare tanto fraudolento quanto conosciuto.
    L’aspetto delle ultime diatribe che maggiormente mi inquieta è questo scambio di veleni e di accuse che non hanno nulla di politico, sembra di assistere alle fasi finali di una faida di stampo camorristico, dove al posto dei proiettili vengono utilizzate le parole, ma l’obiettivo cardine è di non perdere egemonia territoriale.
    Altro aspetto altrettanto ripugnante è l’umiliazione alla quale un cittadino razionalmente normo dotato deve sottostare.

    Queste due fazioni, i Di Lauro e gli scissionisti all’ultimatornata elettorale si presentavano sotto un unico cartello, ciò ci porta a due conclusioni, o erano vicendevolmente omertosi e pronti a siglare l’accordo con Lucifero pur di vincere le elezioni prendendo per i fondelli i propri elettori, oppure oggi stanno pro pi Nando una serie sterminata di corbellerie prendendosi oggi gioco degli ebolitani.
    Secondo voi, quale delle due opzioni è maggiormente realistica, opzione a oppure la b.
    Uno dei partecipanti al sondaggio verrà sorteggiato e vincerà una cena alla cantina di Campagna dove gli on onorevoli Cuomo e Cardiello terranno delle lezioni di scuola politica su argomentazioni varie, spiccano tra le varie dissertazioni ” Come formare una classe dirigente utile alla crescita politica dal e del territorio”

  6. @Emilio:
    mi sembra che hai scritto qualche imprecisione.
    I suoli di Fontanelle , compresi, quelli riconducibili alla famiglia di Conte, sono diventati edificabili già durante l’amministrazione Rosania, con l’individuazione del PUA Fontanelle. Tra l’altro, non ci vedo alcun male, atteso che Fontanelle è un’area periferica a ridosso del centro urbano e i terreni liberi, compresi quelli di familiari di chicchessia, sono vocati a tale scopo.
    Quello che è anomalo, invece, è che la scheda del PUA Fontanelle nasceva già vecchia, in quanto nel mentre si redigeva venivano costruite quelle orrende palazzine nella zona antistante la Chiesa e visibili dalla SS19, come biglietto da visita del nostro paese, sigh!
    E’ altrettanto paradossale che tu voglia rispolverare fatti e responsabilità antiche, ma non ti indigni del fatto che imprenditori riconducibili al Consorzio Aracne continuino a fare affari ad Eboli, con l’avallo e l’appoggio dell’amministrazione, dopo aver già speculato sulle casse comunali e quindi sulle tasche degli ebolitani.
    E’ scandaloso che questi imprenditori “battipagliesi” come li chiami tu (che forse tale sei) fossero tanto certi del proprio investimento, da recintare una proprietà, disboscarla, impiantare un cantiere e predisporre cartelli di progetto, prima ancora che fosse approvata la nuova suddivisione d’ambito del PUA Fontanelle da parte della Giunta.
    E’ scandaloso che altri imprenditori (ma forse la dizione è sbagliata, in quanto l’imprenditore è colui che si assume un rischio, e ad Eboli pare non ne abbiano)possano costruire in zona agricola più alloggi di quanti se ne possano costruire in un PUA di 27 ha.
    Credo che su questo tanti ebolitani, e non solo i riformisti, vogliano chiarezza e bene fa chi pone tutte le domande del caso, come fanno i riformisti da una parte e anche tu dall’altra. Ci aspetteremmo le risposte del primo cittadino, chiare e precise, senza ricorrere come al solito a tecniche difensive che tendono ad annebbiare l’argomento e a evitare risposte, tipiche degli avvocati, quale lui è.
    Ritengo surreale, infine, indignarsi per cose di tanti anni fa, mentre quello che accade ora è forse peggio.

  7. Cari Ebolitani, care Ebolitane e a tutti gli individui liberi di agire e di pensare appare molto evidente che tutte quelle belle psarole e quei lodevoli intenti espressi in campagna elettorale son serviti unicamente a orenderci peer il culo. Oramai si sono sputtanati,ha gettato la misera maschera e come delle prostitute che non hanno più vergogna di nulla se le dicono di santa ragione. Questi interventi e questi post sono da conservare e stampare in campagna elettorale per mandarli tutti a fare nel c..o, soprattutto al burrattinaio di Santa Cecilia. Ha chi interroga se ad sono stati dati degli incarichi a professionisti amici gli chiedo: ma qulcuno facevo lo sguattero nelle sanità nell’ospedale di battipaglia e poi, magicamente è diventato dipendente regionale?…qualcun’altro ha DEGLI INCARICHI DAI COMUNI? E COME GLI HA AVUTI? SI PUò CONOSCERE IL SUO CURICULUM?
    VOGLIO INFINE SPENDERE UN PENSIERO DI STIMA PER GLI AVV. MARIO E ANTONIO C. PER IL MODO SIGNORILE E DIGNITOSO CON CUI STANNO AGENDO IN QUESTO DELICATO MOMENTO POLITICO. LA SORTE CON VOI SARà BENEVOLA

  8. buongiorno massimo,mi congratulo x la tua trasparenza e la tua professionalita’. tramite te e’ possibile far luce e trasparenza sull’amministrazione attuale e su cosa accade in citta’.E’ chiaro e palese cosa sta’ accadendo:i riformisti non riescono piu’ ad avere il controllo della citta’,quindi devono buttare veleni con il solo intento di paralizzare il nostro paese in attesa di riprendere il controllo della citta’.frattando in questa paralisi gli ebolitani sono costretti a comprare le loro case a santa cecilia o campagna (circa 3000 ebolitani sono andati a vivere li’)a santa cecilia sappiamo i suoli di chi sono, ma non tutti sanno a chi fanno capo i suoli di campagna a confine con eboli (massimo informati ed informa gli ebolitani forse sono sempre loro,).eboli e’ piena di operai manovali ed artigiani ridotti alla fame dalla politica squallida di questi soliti e vecchi parassiti. Come un imprenditore di fuori tenta di investire ad eboli e quindi portare lavoro e ricchezza x tante famiglie ebolitane ma commette l’errore di non passare x santa cecilia,( a bussare con i piedi) viene denigrato, si creano aloni di sospetti, si parla di camorra, si parla di soldi sporchi ecc ecc. chiedo a questi signori 1) loro hanno mai lavorato? 2)hanno mai creato lavoro vero ? 3)le loro ricchezze da dove provengono? 4)conclusione non hanno nulla da dire a nessuno, la cosa publica la hanno gestita solo x i cazzi personali e di famiglia. concludo l’attuale consiglio comunale piu’ attuali ed ex parlamentari ebolitani, abbiate un minimo di dignita’: DIMETTETEVI E NON PARLATE PIU’, SIETE LA VERGOGNA D’ITALIA

  9. caro massimo,parlare e non parlare,dire e non dire, lanciare minacce (del tipo soldi sporchi oin odore di camorra) Se non si e’ interlocutori in affari con i riformisti e l’ex?. Non ti sembra uno stile classico delinquenziale?.

  10. idea bellissima: ALLE PROSIME ELEZIONI TUTTI IMPEGNATI PER ELEGGERE MARTINO AL PARLAMENTO E TONINO CONTE A SINDACO DI EBOLI A TESTA DI UN’ALLEANZA CON IL CENTROSX E I RIFORMISTI ALL’OPPOSIZIONE. OVVIAMENTE E’ NOTO A TUTTI CHE IN NOME DI CALDORO, ALLE PROSSIME ELEZIONI I RIFORMISTI SI ALLEERANNO CON CARIELLLO, IL QUALE OVVIMANTE FARà LA BARBA A ZIO CARMELO, CHE TERMINERà I SUOI GIORNI TORMENTANDOSI. P.S. DIMENTICAVO: NEL CENTRO SX NON SARà ELETTO NESSUNO VICINO AD ALFONSO ANDRIA. DOPO QUESTA ESPOSIZIONE MI SPIACE SOLO DI AVERVI ANNUNCIATO UN EVENTO CHE ACCADRà COSì COME LO DESCRITTO NEI MININI DETTAGLI

  11. caro massimo, grazie al tuo articolo dettagliato sul P.U.A fontanelle hai fatto chiarezza su quali suoli si sono accesi i veleni. E’ LA ZONA ALTA (vicino ai campi di calcetto dove si erige il cartello vendesi ed i suoli pesce a non essere trasparenti,e non quelli vicino ai vigili del fuoco ed alla rotatoria. Vorrei sapere da te o dai contiani cosa e’ accaduto di non trasparente in qella zona alta del pua che sta’ generando o meglio degenerando (x colpa dei contiani)parole squallide e al solito dico e non dico (forse esisteva un PATTO che dovevano aquistare loro ed invece i proprietari hanno venduto ad imprenditori di battipaglia non rispettando accordi con i contiani a noi oscuri?

  12. Personalmente voterei Antonio Cuomo sia come Sindaco che come Deputato……

  13. per Carmelo C., il sindaco non è Antonio Cuomo ma Tonino C o n t e e e e!!!!!

  14. se queste sono le premesse credetemi il nuovo Sindaco di Eboli sarà Cariello, da Melchionda a Rosania,dai i Riformisti a Vecchio state facendo tutti il gioco di Cariello e non mi dispiace affatto.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente