Liberato Pumpo è il nuovo Assessore alla Polizia Municipale

Il Sindaco Santomauro ha nominato un nuovo assessore: si tratta di Liberato Pumpo che sostituisce alla polizia Municipale Muto.

La nomina di Pumpo voluta da Sica stabilisce nuovi equilibri. Ne fa le spese Toriello, che incassa la solidarietà di Cobellis e Inverso. Mentre Campione augura al nuovo entrato buon lavoro, e critica la gestione Barbato: Non abbiamo ancora una sede. E’ appiattito sull’Amministrazione.

Liberato Pumpo-UDC

BATTIPAGLIALiberato Pumpo è il nuovo ed ultimo, almeno per il momento, assessore nominato dal Sindaco di Battipaglia Giovanni Santomauro,  dal 1994 è iscritto all’U.D.C e in passato ha ricoperto la carica di assessore in varie amministrazioni, l’ultima quella guidata da Alfredo Liguori. Consigliere comunale dal 1994 al 2003 ha alle spalle una lunga appartenenza nel partito di Casini.

Assume l’incarico alla Polizia Municipale, che era dell’ex Assessore Luca Muto, dimissionario dall’estate scorsa, ma di fatto sostituisce il Vice Segretario del Partito di Casini, l’Assessore Michele Toriello. Pumpo, fortemente voluto dal Consigliere Giuseppe Sica, in passato è stato assessore alle politiche scolastiche, servizi sociali e commercio. Ha ricoperto anche l’incarico di Presidente della Commissione 219 ed è stato anche responsabile del Nucleo di Protezione Civile di Battipaglia.

sica giuseppe

Il neo assessore subito dopo la sua nomina ha dichiarato: “Porto la mia esperienza al servizio della città, ho grande entusiasmo e soprattutto cercherò continuamente il dialogo con tutti, in particolare al settore in cui sono stato chiamato darò la massima disponibilità, affinchè il Corpo dei Vigili Urbani sia come sempre il biglietto da visita per l’immagine della città”.

Un altro movimento, ormai si è perso il conto, Pumpo dovrebbe essere il 29° Assessore. Arriva nella Giunta dopo un lungo braccio di ferro con il Sindaco e grazie alla mediazione del Segretario Gaetano Barbato, e con le varie anime dell’UDC, le quali benché tutte riunite sotto lo stesso scudo, conservano i loro distingui e confermano la regola, sempre in atto, che attribuisce ad ogni gruppo di due Consiglieri un Assessore. L’uscita quindi di Toriello e la conseguente entrata in Giunta di Pumpo altro non è che un riequilibrio interno al duo Francesco Frezzato e Giuseppe Sica entrambi storici consiglieri dell’UDC, essendo gli unici ad essere stati eletti sotto il vessillo di Casini.

Sica finalmente, dopo 3 anni vede rispettato un accordo provinciale e così riesce a piazzare un suo uomo in Giunta. Peccato che il rispetto di questo accordo, tardivo sicuramente passa attraverso la defezione del Vice Segretario Provinciale dell’UDC, comprendendo, indipendentemente dal valore di Toriello, che tra l’altro è stato molto attivo e proficuo nel suo ruolo di Assessore, come si ha in considerazione le cariche di Partito.

Toriello Michele

La sostituzione naturalmente non poteva che suscitare delle valutazioni, ma a smorzare ogni polemica ci hanno pensato il Tandem dirigente dell’UDC provinciale: Il segretario Provinciale Luigi Cobellis e il Presidente provinciale Vincenzo Inverso, anch’egli battipagliese come Toriello e Pumpo, che hanno provveduto al rilascio della presente dichiarazione: Il Partito dell’Unione di Centro esprime vivo apprezzamento all’avv. Michele Toriello per il comportamento dallo stesso tenuto nel rassegnare le dimissioni dalla carica di Assessore Comunale a Battipaglia. Tale atto da parte di chi in questi anni ha espletato in maniera estremamente positiva il mandato assessoriale, dimostra il profilo responsabile e concreto del professionista realmente attaccato al bene della propria città e dell’Unione di Centro.

Ringraziamenti doverosi – aggiungono concludendo Cobellis e Inverso – vanno all’avv. Toriello nella qualità di Vice Segretario Provinciale per il suo quotidiano impegno teso alla costruzione e crescita sui territori del progetto politico nazionale a cui l’Unione di Centro punta per assicurare alla nostra cara Italia un futuro migliore.

Ma Battipaglia è una Città particolare e particolari saranno anche le valutazioni che si sono fatte a margine di alcune decisioni prese, e così sebbene comprensibili e giuste le motivazioni addotte da Sica secondo i rapporti di forza interni, sembrano altrettante inopportune quelle che hanno voluto la rimozione di Toriello.

Marco Campione

A proposito delle valutazioni e delle prese di posizioni che hanno accompagnato questa ultima staffetta assessoriale, poiché nei giorni scorsi vi è stata più di una incomprensione, a seguito di alcune dichiarazioni attribuite al Consigliere Marco Campione, quest’ultimo non ha perso l’occasione per esprimere il suo punto di vista preciso ed inequivocabile: “In questo avvicendamento non trovo niente di anomalo. Rientra tutto nei normali rapporti interni ad un Partito. Evidentemente può dispiacerci perché magari uomini impegnati seriamente poi debbano lasciare, ma anche questo se si è uomini di Partito si comprende. Tuttavia nel mentre si augura buon lavoro al nuovo entrato, non si può fare a meno di evidenziare come il Segretario si sia troppo appiattito sull’attività amministrativa, lasciando del tutto sguarnito il Partito.

Non si può fare a meno continua ancora nella sua analisi politica Campione di rilevare che da agosto ad oggi, cioè dall’elezione di Gaetano Barbato, non abbiamo ancora una sede, non abbiamo un’organizzazione, e per contro non vi è stata nessuna elaborazione politica se non una forzata gestione del Gruppo Consiliare, tra l’altro eterogeneo e difficile da gestire, mancando di favorire un processo politico di integrazione. Sarebbe il caso, e questo senza esercitare nessuna forma di polemica, che Barbato anziché affidare alla stampa ogni azione, spesso polemica, si dedicasse a costruire il Partito non sul piano dei numeri, ma sul piano di una proposta politica che sicuramente rafforzerà ognuno di noi ma soprattuto il Sindaco e la Maggioranza, lasciando alla Stampa il commento e non la veicolazione di proposte che invece andrebbero discusse nelle sedi opportune”.

Una cosa è certa, si è realizzata un’altra operazione e si spera, per il bene della Città sia l’ultima a meno che non si decida di stabilire un nuovo guinness dei primati raggiungendo la ragguardevole cifra di 30 assessori cambiati, riservando al fortunato vincitore un premio speciale: Un viaggio a Roma con Inverso.

Battipaglia, 11 dicembre 2012

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. La solita zuppa: si preferisce togliere di mezzo una persona valida, al di là dell’appartenenza partitica, senza un progetto valido ma solo per ambizioni personali.
    Ih che bellezza questa politica battipagliese!
    Ed i cittadini pecoroni stanno a guardare!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente