Etica e il “Miracolone” di Santomauro

Mercoledì sera “Santo-mauro” ha superato se stesso, ha fatto il “miracolone”: Il “riequilibrio pluriennale”.

L’Amministrazione è stata costretta a rivedere i “residui attivi” eliminandone 39.806.535,44, perché insussistenti o inesigibili! di conseguenza il disavanzo finanziario passa da 3.419.616 a circa 18.000.000 altro che miglioramento dei conti! il 2012 chiude ancora peggio: -22.922.084,95!

Giuseppe Speranza-Cecilia-Francese

Giuseppe Speranza-Cecilia-Francese

BATTIPAGLIA“Per anni – scrive Giuseppe Speranza, il portavoce di Etica per il Buongoverno, il Movimento politico fondato da Cecilia Franceseabbiamo ascoltato, ogni qualvolta si è trattato di approvare un documento finanziario del Comune di Battipaglia, il sindaco di Battipaglia Giovanni Santomauro rivendicare un suo “miracolo” e rivendicare il fatto di stare aggiustando i conti del Comune.

Ogni volta la nostra Consigliera Comunale, Cecilia Francese, invitava alla calma; invitava a vedere con attenzione i dati contabili ed in particolare la crescita abnorme dei “residui attivi” ( i soldi che il Comune avrebbe dovuto incassare, e che non riusciva a riscuotere da anni!!).

Cecilia – scrive Speranza – faceva presente che c’era un “trend” crescente di questi soldi che il comune non riusciva a recuperare estremamente preoccupante: se nel corso del 2007 erano maturati residui attivi per euro 1.631.229,nel 2011 erano maturati euro 21.508.289 (una cifra impressionante) e nel 2012 si andava ancora oltre ,arriviamo alla sbalorditiva cifra di 31.579.020, mettendo in mostra una incapacità assoluta da parte del comune di Battipaglia di riscuotere i soldi dovuti (tasse, tariffe, trasferimenti ecc.),che si riproponeva negli anni: la massa dei residui attivi accumulati nel corso degli anni sommando quelli creatisi in ogni esercizio finanziario, al 31/12/2011 ammontava ad euro 73.073.407. Una cifra impressionante! Sulla cui “esigibilità” nessun dirigente del comune attestava nulla. In sostanza quella cifra stava sulla carta, ma nessuno si arrischiava a dire che si trattava di soldi veramente riscuotibili da parte dell’ente!

Ma il dato – secondo il Portavoce di Etica per il Buongoverno – aveva altre conseguenze estremamente preoccupanti su cui Cecilia Francese in Consiglio Comunale, più volte ha lanciato l’allarme:

  • A fronte di incapacità crescente di riscuotere da parte del comune, aumentava la somma dei residui passivi (i soldi che il comune dovrebbe pagare a fornitori, a cittadini, a chi ha fatto dei lavori per l’ente e ce non riesce a pagare!), con una devastante conseguenza di centinaia di contenziosi, di decreti ingiuntivi, di spese legali, di interessi ecc.;
  • A fronte di un dato fittizio sulla carta, di quelle dimensioni era il risultato finanziario dell’ente ad essere falsato. Per cui Santomauro continuava a dire che le condizioni del bilancio stavano migliorando giocando su soldi che nessuno sapeva se c’erano: al 31/12/2011 il Comune chiedeva con un disavanzo di “soli” 3.419.616 euro, frutto di un somma algebrica in cui quei 73.073.407 dei residui attivi, risultavano fra le voci attive!

Ma ogni qualvolta Cecilia poneva la questione in consiglio comunale, – aggiunge Speranza – veniva aggredita da un sindaco “bilioso” che si sentiva scoperto nelle sue manipolazioni delle cifre, colto con le dita nella marmellata!

C’è voluta una legge: la  n°95 del 2012,che  impone ai comuni di istituire in bilancio un fondo di garanzia della riscuotibilità per i residui attivi più anziani pari al 25% di quella somma cosa che per il comune di Battipaglia significava mettere in bilancio oltre 3 milioni di euro, che non c’erano, per scoprire “gli altarini” di Santomauro & c.

Alla luce di questo disastro ecco il “nuovo miracolo” di Santomauro: il riequilibrio pluriennale!

Si tratta di una strada che la normativa (D.L. 174 del 2012) ha previsto per evitare il dissesto finanziario.

Un grande risultato, ha detto in consiglio il sindaco “venditore di fumo“, esito di un risanamento dei conti avviato dalla sua amministrazione!

Peccato – continua Speranza – che la legge prevede la possibilità di accedere a questa procedura, dice testualmente, per gli enti per i quali “sussistono squilibri strutturali del bilancio in grado di provocare il dissesto finanziarioper accedere a questa procedura, finalmente, l’amministrazione comunale è stata costretta a rivedere i “residui attivi” eliminandone 39.806.535,44, perché insussistenti o inesigibili!

A seguito di questo il famoso miracolo del disavanzo finanziario al 31/12/2011 si “ridimensiona! Ed il disavanzo passa da 3.419.616 a circa 18.000.000 altro che miglioramento dei conti!9 ed il 2012 chiude ancora peggio : -22.922.084,95!

Questa è la cifra riassuntiva di 4 anni di cura Santomauro!

Chi pagherà questa condotta scellerata nella gestione delle finanze comunali? La risposta è sempre la stessa: i cittadini di Battipaglia. cosa prevede la legge, infatti, perché il comune possa accedere a “riequilibrio pluriennale” ?

A) aumentare al massimo tutte le tasse ed i tributi comunali (i.m.u., addizionale irpef, cosap, ecc.)
B) assicurare la copertura finanziaria dettata dalla legge per i servizi a domanda individuale (mensa scolastica, trasporto scolastico, illuminazione votiva ecc.);
C) copertura per intero delle spese dei rifiuti con la t.a.r.s.u.;
D) applicazione al massimo della nuova tassa comunale che entrerà in vigore da giugno di quest’anno: la t.a.r.e.s. ;
E) riduzione della spesa per alcuni servizi comunali (10% ,25% a seconda del tipo di servizio;);
F ) divieto di contrarre mutui per realizzare le opere pubbliche;
G) riduzione della spesa del personale;
E questa situazione rimane valida per 10 anni (il periodo di validità della manovra!)

Quindi – conclude il portavoce di etica per il Buon Governo Giuseppe Speranzaaumenteranno le aliquote I.M.U. che non sono già al massimo (seconda casa, terreni agricoli, altri immobili), aumenterà l’addizionale IRPEF; e le tariffe dei servizi comunali! Ma i miracoli di Santomauro: tutti sono chiamati a fare i sacrifici! I cittadini, le a iende, i consiglieri comunali! Tranne sindaco ed assessori!

Eh si! La spesa di indennità  per la giunta comunale ( già salita da euro 255.240,94 del 2010 ad euro 325.000 del 2012) rimarrà invariata fino al 2015! Poi da allora scenderà ad euro 271.000.ma questa riduzione dell’indennità se la piangerà la prossima amministrazione! Se non è un nuovo miracolo questo……! Ecco perché noi diciamo che mercoledì sera “Santo-mauro” ha superato se stesso: ha fatto il “miracolone“.

Battipaglia li 3 febbraio 2013

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente