Strade comunali e provinciali nel degrado: Appello di SEL all’Amministrazione

Le strade cittadine e Provinciali, versano nel degrado e nell’abbandono, sono insicure e provocano danni.

Curcio (SEL): La Manutenzione degli argini di fiumi e corsi d’acqua, la sicurezza e la manutemzione del territorio sono le “infrastrutture” più importanti del nostro Paese. L’Amministrazione si faccia carico di un Piano di Manutenzione.

Massimiliano Curcio

Massimiliano Curcio

EBOLI – Mentre nei giorni scorsi si è assistiti ad una polemica tutta a “destra” tra il Consigliere Damiano Cardiello e il suo Collega Massimo Cariello plenipotenziario dell’ex Presidente della Provincia Edmondo Cirielli e “paladino unico” dell’Ente Provincia nella zona, sullo stato a dir poco pietoso delle strade provinciali nel territorio ebolitano, si ripropone, ma questa volta tutta a sinistra tra gli esponenti del Circolo cittadino di SEL “E. Melchionda”, la stessa polemica ma per strade diverse, quelle cittadine nell’ambito del centro urbano e di stretta pertinenza del Comune di Eboli.

“Periferie, centro cittadino e quartieri di Eboli – si legge nella nota di SEL che evidenzia lo stato di tutte le strade cittadine – uniti senza differenza nella presenza di buche pericolose. E’ sotto gli occhi di tutti – proseguono i dirigenti di SEL – lo stato di degrado e insicurezza in cui versano le strade della nostra Città e le arterie Provinciali che la collegano alle Periferie.

Strada-Provinciale-262-per-Campolongo

Strada-Provinciale-262-per-Campolongo

Il dissesto del manto stradale riduce la sicurezza su strada per tutti e spesso provoca danni ai veicoli. Quante persone – si chiede SEL – hanno danneggiato la propria auto o corso rischi in strada nei giorni più piovosi di questo inverno?

Le amministrazioni pubbliche locali dovrebbero destinare il 50% delle entrate provenienti dalle multe per finanziare la manutenzione delle strade.  – chiedono – Avviene questo nel nostro territorio? – E ancora – Sempre per quando riguarda la “manutenzione e prevenzione”, come ogni anno, assistiamo alle esondazioni dei fiumi Sele e Calore con il conseguente allagamento delle campagne della Piana con gravi danni alle aziende agricole. Cosa che si è puntualmente verificata anche nei giorni scorsi.

“Crediamo che siano necessari interventi di manutenzione degli argini e la pulizia dei canali di scolo, come primi passi per la manutenzione dei fiumi che provocano pericoli alle persone e danni alla economia agricoladichiara Massimiliano Curcio, coordinatore cittadino del circolo di Sinistra Ecologia e Libertà. La prima grande opera pubblica necessaria al Paese è la prevenzione e la mitigazione del rischio idrogeologico.

Riteniamo che la manutenzione del territorio sia la più importante infrastruttura del nostro Paese, perciò facciamo un appello all’Amministrazione Comunale per farsi portavoce presso gli Enti opportuni e di impegnarsi  nella programmazione di un vero e proprio piano di manutenzione cittadino, continua Massimiliano Curcio.

Il circolo cittadino di Sinistra ecologia e Libertà sottolinea la necessità di questa Programmazione, non solo per la sicurezza dei cittadini e del nostro territorio, ma contemporaneamente  per dare ossigeno al settore edilizio che versa in gravi difficoltà come denunciato dalle proteste dei disoccupati Ebolitani ai quali va la nostra solidarietà.

Eboli, 19 marzo 2013

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. Bravi i compagni di Sel, questo è un modo intelligente di porre all’attenzione dell’amministrazione problematiche che interessano la città nell’ottica della loro risoluzione. Nulla a che vedere con le filippiche di Rosania ormai sempre più solo e scollegato dalla realtà.

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente