Commissione Bilancio: Esenzione IMU sulla Prima Casa alle fasce deboli

AVVISO IMPORTANTE: Chi volesse riprodurre gli articoli di questo sito lo può fare liberamente, ma solo se effettua un link di collegamento. Grazie.

Commissione Bilancio: esenzione dell’Imposta Municipale Unica per le fasce deboli della popolazione.

Il Presidente della Commissione Bilancio Pasquale Lettera: “Un importante provvedimento in vista delle direttive del Governo Centrale”

Pasquale Lettera

Pasquale Lettera

EBOLI – Questa mattina, presso la Residenza Municipale, si è riunita la commissione Bilancio presieduta dal consigliere comunale dell’Api Pasquale Lettera. Presenti i consiglieri comunali Tarcisio Di Cosmo, Vincenzo Rotondo, Mauro Vastola, Emilio Masala, Mario Di Donato e l’assessore al Bilancio Adolfo Lavorgna.

Oggetto dell’incontro è stato il regolamento dell’Imposta Municipale Unica e relativa aliquota.

Durante la discussione e dopo attente valutazioni, è emersa la volontà di procedere all’aumento della detrazione, fino alla completa esenzione dal pagamento dell’Imu, per coloro che presentano un reddito ISEE pari al minimo INPS.

La commissione, dunque, intende elaborare un emendamento all’attuale regolamento, allo scopo di rendere per quanto possibile esenti e, dunque, agevolare le fasce più deboli della popolazione. Seguendo la scia delle prossime decisioni che adotterà il Governo Letta circa l’IMU, la Commissione Bilancio ha voluto anticipare un provvedimento, andando incontro ai cittadini.

Alfano-brunetta-berlusconi

Alfano-brunetta-berlusconi

Difatti, durante il prossimo Consiglio Comunale, previsto per l’8 di maggio, tra le altre cose, si discuterà proprio delle modifiche al Regolamento per l’applicazione dell’IMU e si procederà all’approvazione delle aliquote dell’imposta per l’anno 2013. Il provvedimendo, benché vorrebbe, secondo la Commissione Bilancio, andare nella direzione di alleviare i cittadini di quella che viene definita tra le imposte quella più odiosa, poiché va a colpire nella totalità dei casi la prima casa degli italiani, potrebbe essere cancellata del tutto, ma solo per la prima casa, tranne che non sia di lusso.

Il provvedimento, a livello nazionale, è ancora in fase di discussione, e le forze politiche si stanno confrontando per arrivare ad una risoluzione accettabile. L’IMU, è stato oggetto di grande interesse da parte degli italiani e tra le forzre politiche, il PDL e Silvio Berlusconi, ne hanno fatto una battaglia di principio. Secondo Berlusconi andrebbe eliminata del tutto per la prima casa, escludendo le abitazioni di lusso e pare che il destino del Governo Letta sia destinanto ad avere una brevissima durata se non dovesse eliminare l’IMU e restituire le somme che i cittadini hanno versato nel 2012.

Si comprende come il provvedimento della Commissione Bilancio possa essere inutile, quanto inopportuno nel caso si andasse nella direzione cara a Berlusconi. Se così dovesse essere resterebbe in ogni caso, almeno la volontà per la Commissione di averci provato.

Adolfo Lavorgna

Adolfo Lavorgna

A riguardo è intervenuto il presidente della commissione Pasquale Lettera: “Con la delibera che ci accingiamo a votare il prossimo 8 maggio, in Consiglio Comunale, procederemo all’approvazione dell’aliquota Imu che, come già previsto dal Piano di riequilibrio,  sarà pari al 6 per mille, e proporremo l’introduzione dell’esenzione dal pagamento dell’imposta  sulla prima casa alle famiglie che presentano un reddito basso.

In tal modo, qualunque siano le determinazioni che dovessero essere assunte nelle prossime settimane dal Governo, l’Ente, entro i termini previsti, avrà assunto tutte le dovute misure al fine di  tutelare le fasce economicamente più deboli della popolazione”.

“Lo scopo – interviene l’assessore al Bilancio Adolfo Lavorgnadi tale provvedimento è quello di non sottrarre alle casse dell’Ente il gettito Imu;  difatti, in tal modo, nel caso in cui venisse sospesa l’imposta, il Governo rimborserà l’Ente sulla base della nuova aliquota”.

Eboli, 4 maggio 2013

4 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. bravi. e qual è il minimo INPS?

  2. Bravi ci date l’ombrello quando non piove più !!!!!!

  3. Quanti prestanome di immobili nel centro antico con redditi “al di sotto del minimo INPS” saranno esentati dal pagamento dell’IMU? (non loro ovviamente ma i reali proprietari?).

    E’ giusto dare ossigeno a chi non ce la fa ad arrivare a fine mese ma com’è tanta celerità per esentare e bradipismo per scovare gli evasori dei tributi locali? (ma non è che molti di questi fanno parte della base di elettori di qualcuno?).

    Boccaccia mia …!!!!

  4. @ ADMIN perchè non rettifichi? quella proposta non è mai passata in consiglio anzi se non ho letto male dai giornali l’hanno addirittura ritirata perchè era contraria al piano di riequilibrio. altra bella figura di questi signori

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente