Fratelli d’Italia mette le radici: Con Lenza nasce a Eboli il Comitato costituente

Il Partito di La Russa, Meloni e Crosetto apre bottega  a Eboli con la Costituente Fratelli d’Italia. Presenti all’incontro il Sen. Paravia e il Presidente della Provincia Iannone.

Tra gli aderenti oltre a Lazzaro Lenza che ne è l’ispiratore: l’ex Consigliere comunale PDL Corsetto, l’ex Consigliere Provinciale AN Donato Gallotta, Fernando Sada, Gerardo Avino, Giovamma Sica, Laura Lamberti, e Damiano La Salvia

 Antonio Corsetto-Laura Lamberti-Daminano La Salvia-Giovanna Sica-Gerardo Mimmo D'Avino-Fernando Sada-Donato Gallotta-Antonio Iannone-Lazzaro Lenza-Nino Paravia-

Antonio Corsetto-Laura Lamberti-Daminano La Salvia-Giovanna Sica-Gerardo Mimmo D’Avino-Fernando Sada-Donato Gallotta-Antonio Iannone-Lazzaro Lenza-Nino Paravia-

di Massimo Del Mese (POLITICAdeMENTE)

EBOLI – Si è tenuta nella giornata di sabato mattina presso l’Aula consiliare Isaia Bonavoglia nella sede del Comune di Eboli  la conferenza stampa di presentazione del Comitato Costituente Fratelli d’Italia di Eboli, alla presenza di numerosi esponenti provinciali del Partito di Ignazio La Russa, Giorgia Meloni, Guido Crosetto e dell’Onorevole Edmondo Cirielli che ne è  leader provinciale e regionale, tra cui il Presidente f.f. della Provincia di Salerno Antonio Iannone e il portavoce provinciale di Fratelli d’Italia, l’ex Senatore Antonio Paravia.

Una conferenza stampa attesa, anche per confermare quelle che erano le aspettative della vigilia, ma soprattutto per certificare un impegno che ormai da diversi mesi ha come protagonista il Consigliere comunale Lazzaro Lenza, che tra l’altro sebbene eletto nelle liste del PDL alle ultime elezioni politiche generali aderendo a Fratelli d’Italia diede il suo contributto candidandosi alla Camera dei Deputati, la cui lista ottenne circa 1300 voti.

“Sta continuando il percorso di costruzione del Partito in Provincia di Salerno – dichiara Lazzaro Lenzaspecie dopo l’incoraggiante risultato elettorale delle ultime elezioni politiche, che a visto la Campania e Salerno in particolare e includendovi anche Eboli, le più alte percentuali di consenso, contribuendo in maniera significativa alla elezione di 9 deputati che ora siedono in Parlamento.

Per questo – prosegue Lenza – sulla base di questi risultati riteniamo con la “Costituente Fratelli d’Italia di Eboli” di offrire un punto di riferimento a quei circa 1300 elettori che ci hanno votato, ma anche per offrire un luogo di discussione da offrire a quei cittadini che vogliono contribuire alla redazione di un programma partecipato che sia da condividere con tutte le altre formazioni politiche dell’intera area di centrodestra. In settimana ci azioneremo nella Città, – conclude Lenza – perché Fratelli d’Italia ad Eboli, vuole essere il nucleo addensante della destra ebolitana.

E in effetti la destra cittadina come quella nazionale in questo momento non sta messa troppo bene, ed è in cerca di elementi politici coagulanti, per evitare di dissolversi, atteso che c’è un elettorato che in ogni caso si riconosce in essa, ed evidentemente a giudicare dalle adesioni più significative ci sono: nuove personalità che si sono affacciate alla politica ed hanno aderito al progetto ritenendolo efficace, come Fernando Sada, Gerardo Avino, Giovamma Sica, Laura Lamberti, e Damiano La Salvia; e vecchi rappresentanti politici che evidentemente hanno ritenuto più credibile questo progetto anziché quello dei quali ne sono stati parte dirigente, come l’ex Consigliere comunale Antonio Corsetto e l’ex Consigliere Provinciale Donato Gallotta; tutti consapevoli che le carte si sono sparigliate e che ora prima di “dare la mano” è utile mescolarle per poi giocarsele e magari segnare qualche punto prevalendo sugli altri.

Di percorsi parla anche il coordinatore Provinciale di Fratelli d’Italia l’ex Senatore Nino Paravia, il quale aggiunge dal suo osservatorio altro rispetto alle considerazioni di Lenza: “Stiamo continuando nel nostro percorso avviato da febbraio scorso,  quando avvertimmo un forte disagio nei confronti del Governo di Mario Monti, e non lo sostenemmo. I fatti di questi giorni non ci toccano, poiché la nostra scelta l’abbiamo già fatta e qualcuno che oggi si accinge a farne una la definì un’avventura.

Ad Eboli – prosegue Paravia – portiamo avanti un discorso di radicamento sul territorio, e appunto questa volontà è una delle ragioni che ci ha differenziati dal PDL, il quale non li ha rispettati, paracadutando dall’alto personalità che nulla avevano a che fare con gli stessi territori. Il nostro 7% dei voti è poca cosa rispetto a quello che volevamo, ed oggi siamo a Eboli e saremo ovunque senza trascurare nessuna realtà, proprio in ragione di quel radicamento che promuoviamo, ricordando con soddisfazione che siamo presenti già in oltre la metà dei 155 comuni della Provincia di Salerno.

In provincia – conclude Paravia – abbiamo raccolto molte adesioni tra Consiglieri comunali e Sindaci. La nostra presenza serve a sostenere tutti gli amici della provincia ed Eboli rappresenta un punto di riferimento importante, è già operante che consente di partecipare alle attività del Consigliere Lazzaro Lenza instaurando un rapporto stretto elettore-rappresentanza”.

La costituzione in maniera stabile del Partito Fratelli d’Italia, al momento sembrerebbe non favorire il dialogo, e mentre lo stesso Lenza si pone in maniera propositiva cercando di diventare quel trait-d’union tra le varie destre Paravia rimarca le distanze e le differenze, ma si sa la politica fa i miracoli, e ne fa tanti che ci si potrebbe anche aspettare un dialogo più stretto e produttivo con l’intero firmamento della destra, anche in prospettiva dei prossimi appuntamenti elettorali europei, regionali e comunali. In sala c’erano, tra i tanti osservatori, anche i “cugini del Nuovo PSI con il Consigliere Provinciale Massimo Cariello, altro protagonista della destra ebolitana e uno dei suoi consiglieri Santo Venerando Fido, e se il primo ci teneva a precisare che oltre ad essere interessato come osservatore era presente anche per accogliere il suo Presidente Iannone, il secondo mostrava interesse per l’iniziativa. Ora si attendono le varie reazioni, per intanto la sede del PDL ha cambiato sigla, ora campeggia la scritta Forza Italia.

Laura Lamberti-Daminano La Salvia-Giovanna Sica-Gerardo Mimmo D'Avino-Antonio Corsetto-Ferando Sada-Donato Gallotta-Lazzaro lenza-Nino Paravia-

Laura Lamberti-Daminano La Salvia-Giovanna Sica-Gerardo Mimmo D’Avino-Antonio Corsetto-Ferando Sada-Donato Gallotta-Lazzaro lenza-Nino Paravia-

Eboli, 6 ottobre 2013

Il presente articolo è proprietà intellettuale di POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese ed è vietata la riproduzione, tranne se con un Link di riferimento.

17 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Auguri a questi signori,anche se non mi riconosco idealmente nella loro scelta politica in un nuovo MSI,questo sembra il progetto di fratelli d’italia,che cercherà di bloccare qualche voto in uscita dal PDL-FI,e che si va ad innestare nell’alveo della destra -ulrtà,come la destra di storace, fn di fiore,nuovo msi di saia, casapound centri sociali ed in ultimo,ma forse + preoccupante alba dorata,si pure questa, che ha preso piede in Lombardia x soffiare qualche preferenza alla Lega!
    Alla frammentazione della destra fa il paio quella della sinistra con una miriade di partitucoli post comunisti,che di certo non esemplifica il quadro politico,ma fa il gioco delle “potenze” PD-PDL,che finiranno per domarli o escluderli a seconda del caso.
    TROPPO PROTAGONISMO NON AIUTA

  2. Bello , bellissimo quel Tatonno o Corsett. I mondo pilitico è strano, molto strano. In questa neo formazione approda Corsetto che è notoriamente un socialista e manca cardiello che notoriamente un uomo di destra. Il mondo si è girato. Vuoi vedere che queste posizioni sono dettate da logiche di opportunità piuttosto che da logiche di credo politico????

  3. CARO CYRANO: Ti correggo amichevolmente,Corsetto non è stato mai un socialista,ma bensi un democristiano della “base”,che ha svoltato a destra con berlusconi nel 94,complice anche l’amicizia con A. Cuomo all’epoca plenipotenziario provinciale i F.I.
    LA DESTRA HA TANTE ANIME CHE FINISCONO PER ELIDERSI VICENDEVOLMENTE.”DIVIDE ET IMPERA”

  4. @ the dandy
    accetto con umiltà la tua correzione. mi piace ciò che scrivi

  5. CYRANO,TI RINGRAZIO DI CUORE,ECCO LA CAUSA DI TANTA IDIOSINCRASIA NEI NOSTRI RIGUARDI,SIAMO SPIRITI LIBERI,E PER QUESTO SCOMODI…
    SON GRATO AL BLOG E AGLI AMM.RI DELLO STESSO X TALE SPAZIO DI LIBERTA’ PRIMA IMPENSABILE AD EBOLI.
    TANTE BELLE COSE!

  6. X DANDY & CYRANO:
    VOGLIO FARVI UN’ALTRA PRECISAZIONE,CORSETTO NON FA MISTERO DELLA SUA FEDE FORZISTA,QUESTO LO SI DEVE INTERPRETARE + COME UN APPOGGIO ESTERNO VISTO LA SUA VICINANZA A E. CIRIELLI,DI CUI DECANTA LE CAPACITA’.
    LONTANI I TEMPI IN CUI IL BUON ANTONIO FREQUENTAVA IL DUO CLEMENTE-BISOGNO TARGATO DC,E POI LA FOLGORAZIONE SULLA VIA DI “CUOMO” CULMINATA NEL PERIODO 2000-2005,QUANDO IL POTENTISSIMO EX DELFINO SOCIALISTA DI CONTE MIETEVA VOTI ALLE REGIONALI (20.000) ED AVEVA UNA IPOTECA FORTISSIMA SULLA GIUNTA DI BATTIPAGLIA.
    MA ALMENO ANTONIO E’ COERENTE RIMANE A DESTRA,DOPO 20 ANNI,ANCHE SE NON MI RISPECCHIO IN QUESTE SCELTE POLITICHE,AMMETTO CHE NON TUTTI SON COSI FERMI NELLE IDEE,MERITEVOLE CMQ DI RISPETTO.

  7. Blazer è quello che mi conosce meglio di tutti. 2° Dandy. 3° Cyrano. ma vi saluto tutti con piacere… Solo una correzione andai in Forza Italia per mia scelta, nel 1994 dopo la scomparsa della D.C. … Cuomo arrivò qualche anno dopo…ciao

  8. questa nuova squadra a me sembra fatti di ex, trombati e disperati (vedi lamberti obbligata ad aderire dai burocrati che dipendono dal presidente iannone) siamo al dopo frutta

  9. bellissima …tutte persone di destra di quale destra bohh lo sapranno solo loro….prima dc poi psi poi pri poi rif com.( la salvia pds r.c e altro) pds c’e’ una tale confusione non oso dire idiologica e di posizione che mi viene voglia alle prossime elezioni di non andare a votare.

  10. TRE COMMENTI:
    1-salvo solo A.Corsetto che mi è simpatico!
    2-come dice comunista nel suo commento,ci sono persone che si son spostate nel tempo e questo crea confusione!
    3-dr Lenza,con garbo,la invito a fare solo il medico,non s’impegoli in politica,sarebbe un potatore mero d’acqua!

  11. Stamm a post!Mancavano solo loro all” appello!Mo si che stiamo al completo!Politicanti da strapazzo,trombati e ritrombati,spolverati x tentare di ritrombare il popolo ebolitano!Jesus christ save me………..

  12. andate a casa xxxxxx siete solo xxxxxx compreso cirielli! ancora quelle facce che hanno solo mangiato sulla povera gente! Vergogna…. finti fascisti.

  13. Vorrei aggiungere che vi è una serie di inchieste della procura di salerno,( si pensa avviate quando il proc. capo era ancora il dr. Roberti,ora al vertice della DDA nazionale) “in itinere” su Cirielli, il capo indiscusso a livello provinciale di questo movimento politico :
    la 1° per voto di scambio
    un altra per il fallimento IACP futura
    un’altra ancora per diffamazione a mezzo stampa vs Gagliano ex cons. reg.
    Naturalmente gli esiti delle inchieste potrebbero inficiare la vita e i consensi del partito di destra testé nominato!!!!

  14. E cazzo! scusate l’espressione, ma qui nessuno si firma più tranne io e il buon corsetto. Almeno gli aspiranti fratelloni d’Italia ci mettono la propria faccetta o faccione a secondo della prospettiva!
    A volte mi viene l’atroce dubbio che, forse io e pochi altri siamo i “diversi”…perché ancora firmiamo qualche inutile intervento. Ma non vorrei riaprire vecchie polemiche sulla legittimità o meno degli anonimi polemisti. E’ stata una scelta di admin che bisogna accettare e rispettare.
    Tornando all’oggetto del contendere penso che i dandy-cyrano-blazer-indigeni-comunisti-fressola-houdini abbiano commentato in maniera precisa la foto di gruppo dei sedicenti fratellini d’italietta. E hanno fatto bene a nominare corsetto “uomo sky” dell’incontro tra anime politiche “diversamente destrorse”.

  15. Una compagine che si chiama fratelli d’italia un po come forza italia,potrebbe sembrare uno slogan,la prima riprende il titolo del nostro inno,la seconda un urlo da stadio,ma condannarli a priori di demagogia per questo sarebbe assurdo,si deve considerare le persone come i partiti a seconda delle idee programmi e coerenze comportamentali.
    Apprezzo di tale gruppo,una certa presa di distanza dal Berlusconi e di conseguenza una EMANCIPAZIONE da una idea di un centro destra gioco-forza prono al volere del Cavaliere,quindi alternativi ad esso,e sperando di intercettare i delusi,nell’alveo di una destra sociale storica!
    Meloni e Crosetto,( di La Russa mi meraviglio del suo abbandono al PDL)sono politici rispettabili,anche se personalmente su molti punti mi sento con costoro agli antipodi,nel tempo hanno mostrato costanza ad una linea politica ben precisa.
    p.s. un saluto speciale al mio amico A. Corsetto!

  16. x indigeno spero che si continui a scrivere nell’anonimato , spero che si continui ha rompere i cog……. spero che nel nostro piccolo si sputtanino persone che niente hanno a che fare con la comunita’ ebolitana spero che persone di sinistra riconducibili ad iacp futura che stimavo siano del tutto estranei da malefatti, ma salvi quale corsetto il vigile o lo sfaticato ah ah aha… buona notte

  17. LENZA LASCIA LA CASA DELLE IDEE E BOCCIA CARIELLO E CARDIELLO..
    LA DESTRA SPACCATA ANCORA UNA VOLTA.
    BRAVO LENZA,NON CONDIVIDO LE SUE IDEE MA E’0 SENZA DUBBIO UNA BRAVA PERSONA,INFATTI RISPETTABILE E’ LA POSIZIONE DI CHI RINUNCIA E NON ACCETTA DI TIRARE A CAMPARE!

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente