Nasce ad Eboli “DEPSA”, l’Accademia della Televisione e dello Spettacolo

Venerdì 11 ottobre 2013, ore 11,00, Sala Giunta di Palazzo Sant’Agostino a Salerno, presentazione dell’istituzione dell’Accademia della Televisione e dello Spettacolo di Eboli.

L’Accademia della televisione e dello spettacolo “DEPSA” di Eboli: “imparare a conoscere la televisione, lavorare davanti e dietro le telecamere, diventare professionista dello spettacolo”, nasce grazie al legame artistico tra Claudio D’Eboli e il Maestro Salvatore De Pasquale.

depsa-Salvatore De Pasquale

depsa-Salvatore De Pasquale

EBOLI – Venerdì 11 ottobre, alle ore 11,00 presso la Sala Giunta di Palazzo Sant’Agostino a Salerno, verrà presentata l’istituzione ad Eboli dell’Accademia della Televisione e dello Spettacolo.

Essa accoglie allievi di tutto il Sud Italia, con la Direzione del M° Salvatore De Pasquale meglio conosciuto come “DEPSA,” che dopo quasi trent’anni di televisione, mette a disposizione dei giovani del sud la sua esperienza artistica. L’accademia nasce dal legame artistico tra Claudio D’Eboli e lo stesso Depsa, in collaborazione con “Scuola Nuova”.

Alla conferenza stampa prenderanno parte: il Presidente della Provincia di Salerno Antonio Iannone, il Sindaco di Eboli Martino Melchionda, il Presidente della Commissione Provinciale Lavoro, Formazione e Pari opportunità Massimo Cariello, l’assessore alla Cultura  del Comune di Eboli Liberato Martucciello, il direttore artistico dell’Evoli Festival e Presidente di Asso Music Art Claudio D’Eboli, il coordinatore dell’ Evoli Festival Tommaso Bergamo e il maestro Salvatore De Pasquale “DEPSA”.

Claudio-D'Eboli

Claudio-D’Eboli

Quest’ultimo presenterà alla stampa la sua Accademia della Televisione e dello Spettacolo.Lidea di una accademia che raccoglie allievi del Sud Italiadichiara il M° Salvatore De Pasquale in arte Depsa nasce dalla volontà di dare la possibilità ai tanti giovani che amano lo spettacolo di acquisire le giuste competenze per lavorare in televisione oppure dietro le quinte come redattore, addetto alla produzione e autore.

L’Accademia permetterà ai propri allievi di imparare cos’è un palinsesto, in cosa consiste il lavoro di un autore, cos’è  una scaletta, come si scrive un monologo, quali sono le differenze tra un varietà, uno show, che cos’è un format, come considerare un programma, e tutti aspetti e mansioni che, tutte insieme, fanno la tv.  

La volontà di creare ad Eboli, ma sopratutto al Sud un’Accademia dello Spettacolo mi emoziona fortementedichiara il patron dell’Evoli Festival Claudio D’Eboli . Si tratta di un progetto che intende porsi come un vero e proprio trampolino di lancio per i tanti giovani interessati seriamente a voler intraprendere e lavorare nel mondo dello spettacolo.

Tutto questo si è reso possibile grazie alla disponibilità di un professionista dello spettacolo come Depsache, grazie alla sua professionale direzione, attraverso incontri e stages, renderà possibile tale progetto. Eboli è da tempo città dello spettacolo, ora avrà anche un importante centro di cultura televisiva e dello spettacolo.

Una iniziativa importante dichiara l’assessore alla Cultura del Comune di Eboli Liberato Martuccielloche offre ai giovani della nostra città, interessati al mondo dello spettacolo, una  grande opportunità, per coltivare le proprie passioni.

Dopo il successo dellEvoli Festival, con listituzione di questa prestigiosa accademia la nostra città si arricchisce ulteriormente e potrà avere un importante luogo di musica e spettacolo. Ringrazio, dunque, il maestro Depsa, Claudio DEboli e tutto il gruppo di lavoro di Asso Music Art.

Tutte notizie e aggiornamenti visibili sul sito www.evolifestival.it.

Eboli  8 ottobre 2013

3 commenti su questo articoloLascia un commento
  1. Potrebbe essere una buona iniziativa,ma il momento storico dei tagli alla cultura,(la cultura in Italia si basa sui finanziamenti pubblici),fa si che possa risolversi in una effimera illusione.
    Come illusi sono milioni di giovani e meno,che sognano lo spettacolo,tralasciando il concreto,drogati di illusioni di un facile successo che non arriverà mai.
    Vinceranno sempre i Trota o le stelline da gossip.
    Un Paese dove veniamo allevati con l’idea che non serve essere bravi, ma avere conoscenze, una spintarella, un’amicizia..
    Guardo lo share dei programmi televisivi piu’ visti e capirai che per avere successo e notorita’ devi essere un untalent-man/woman.

  2. L’ Italia ha la concentrazione di patrimonio artistico fatto di bellezze impareggiabili e storia di tutto il globo terracqueo, un capitale di ricchezza culturale, spirituale ed economica infinito, anche le decine di milioni di turisti che vengono da noi,sono testimoni di cotanta cultura, e si specchiano nella impareggiabile storia dell’arte del nostro Paese.
    Ma la riforma scolastica voluta dall’ex ministro dell’ Istruzione M.S. Gelmini vorrebbe eliminare proprio la Storia dell’ Arte dai piani di studio di tutte le scuole della nazione . Agli stranieri cosa diremo,solo del grande fratello e di flirts ha avuto Belèn e amenità varie.
    Dante e Michelangelo Canova Leonardo si rivoltano nella tomba. Quanto tempo stiamo sprecando ,quante risorse,quante opportunità,LA CULTURA E’ IL NOSTRO PETROLIO,UNITA ALLE BELLEZZE PAESAGGISTICHE ALL’ENO-GASTONOMIA,MA SEMBRA QUASI IL TUTTO NON INTERESSARCI!

  3. Sono molto curioso di vedere il nuovo programma con Rocco Siffredi che andrà in onda su Cielo a partire dal 5 novembre: “Ci pensa Rocco”… http://www.youtube.com/watch?v=pgBYv7etWhg

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente