“Tares” ieri, oggi e domani: L’ennesima battaglia del PD

“Tares” ieri, oggi e domani: L’ennesima battaglia del PD! Che conferma di non voler abbandonare le famiglie al destino di povertà.

Nuovo attacco del PD all’Amministrazione Sica. Nel mirino le tasse. I democratici chiedono la proroga delle scadenze, la rimodulazione delle tariffe per favorire le fasce deboli, attuare la “direttiva zero” migliorando la raccolta differenziata.

.

.

PONTECAGNANO – Il PD conferma di non voler abbandonare le famiglie al destino di povertà e di solitudine in cui le sta riducendo questa amministrazione e compie l’ennesimo atto di responsabilità e di giustizia.

Riprendendo quanto già manifestato durante il Consiglio comunale del 19 settembre 2013 – quando si espresse fortemente, CONTRO “QUESTA TARES” perché giudicata iniqua, improvvista ed insopportabile – il Partito Democratico propone, NELL’IMMEDIATO di:

  • prorogare la scadenza del pagamento della tassa fino al 31/12/2013;
  • rimodulare il regolamento, introducendo opzioni in favore delle fasce deboli e delle attività produttive (come da formale richiesta inviata in data odierna agli organi preposti).

Intende, inoltre, portare avanti quanto ufficializzato e votato all’unanimità dai consiglieri del Pd nell’ultimo consiglio comunale, ovvero:

  • aumentare la raccolta differenziata fino a raggiungere il 65% nel 2014 per ridurre drasticamente la TARES;
  • attuare con decisione e senza più attendere, il percorso che ci porterà alla direttiva “Rifiuti zero” entro il 2020 così come il PD ha proposto e fatto approvare all’unanimità nell’ultimo Consiglio comunale, con il sostegno dei coordinamenti locali di SEL, M5S e UDC.

Sul tema, i consiglieri del Partito Democratico aggiungono infine:

Il pagamento di questa imposta sta causando molti problemi sia procedurali (per i numerosi errori tecnici e per i controsensi del regolamento) sia finanziari agli abitanti della città, perciò come amministratori non possiamo rifuggire dall’obbligo di impegnarci per rispondere ad un’esigenza che rischia di trasformarsi in emergenza. Chiediamo, quindi, alla maggioranza la massima attenzione e la massima celerità in questo senso: per una volta, l’amministrazione Sica distolga lo sguardo dalle beghe interne e dalle chiacchiere da marciapiede e prenda atto che la sua funzione sia di lavorare per questa comunità. Se non l’ha inteso fino ad oggi, è il caso che lo capisca adesso e per sempre!”

Pontecagnano Faiano, 24 novembre 2013

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2020 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente