Eboli, presentato il nuovo PUAD della Fascia Costiera: 8 km di speranze

Presentato il PUAD della Fascia Costiera, si va verso la destagionalizzazione con uno sviluppo modulare: Spiaggia attrezzata; Pineta con percorsi ludici e naturalistici; attività ricettive e stabilimenti balneari.

Il Sindaco di Eboli Martino Melchionda: “Il Nuovo PUAD è un valido ed importante strumento di rilancio della nostra Fascia Costiera, Acquisiremo preventivamente tutti i pareri dei vari Enti territoriali competenti per velocizzare le procedure concessorie”.

Cicia-Atrigna-Melchionda-Rotondo-Vecchio-Marra

Cicia-Atrigna-Melchionda-Rotondo-Vecchio-Marra

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

EBOLI – Questa mattina, presso Il Palazzo di Città di Eboli, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del PUAD: Il Piano di Utilizzazione delle Aree Demaniali marittime. La Giunta Municipale, con delibera n. 445, ha approvato il progetto preliminare PUA “Fascia costiera”, che avvia il percorso finalizzato all’approvazione della variante al vigente strumento comunale di utilizzazione delle aree demaniali marittime.

“Si cambia filosofia – ha esordito il Sindaco di Eboli Martino Melchionda introducendo le principali novità contenute nel nuovo Piano di Ambito che dovrebbe disegnare il futuro della Fascia Costiera ebolitana – Con questo Piano tendiamo ad insediare e sviluppare quelle Aree interessate agli abbattimenti, a ridosso della pineta e lungo la provinciale, rendendo i futuri investimenti più sicuri e consentendo alle varie attività una continuità che va ben oltre i mesi estivi”.

 Cicia-Atrigna-Melchionda-Rotondo-Vecchio-Marra

Cicia-Atrigna-Melchionda-Rotondo-Vecchio-Marra

Alla Conferenza stampa sono intervenuti insieme al Sindaco Melchionda, l’assessore all’Urbanistica Cosimo Cicia, l’assessore al Patrimonio Massimiliano Atrigna, l’assessore al Turismo e alle Attività Produttive Francesco Bello, il capogruppo del Pd Vincenzo Rotondo, il capogruppo dell’API Arturo Marra, ed il capogruppo di “Noi Sud” Fausto Vecchio., questultima altra novità politica di rilievo che sancisce più che un avvicinamento un coinvolgimento a pieno titolo del Consigliere Vecchio nella Maggioranza di governo cittadino.

Il progetto – così come è stato specificato nel corso della Conferenza stampa – è stato redatto dal competente ufficio Urbanistica in coerenza con gli indirizzi dati dal Consiglio Comunale, e prevede l’adozione di nuove modalità attraverso le quali soddisfare – almeno nelle intenzioni ormai più che trentennali delle varie Amministrazioni, senza per altro giungere a risoluzioni che potessero favorire insediamenti ricettivi a servizio del turismo, se non stabilimenti Balneari nella stragrande maggioranza dei casi preesistenti – la domanda turistica, senza compromettere la qualità dell’ambiente, che rappresenta una fondamentale risorsa, e gli interessi economici e sociali della popolazione residente e degli operatori del settore.

Il Nuovo Piano, in particolare, prevede l’individuazione di una nuova articolazione dei lotti, tale da consentire la destagionalizzazione delle attività e, dunque, la permanenze delle strutture ricettive per tutto l’anno, e la Giunta per questo ha pensato, attraverso lo sviluppo modulare, che va dalla battigia alla strada litoranea individuando appunto tre aree di insediamento:

Atrigna-Melchionda-Rotondo-Vecchio-Marra

Atrigna-Melchionda-Rotondo-Vecchio-Marra

  • L’area attrezzata sulle spiagge dedicata ai bagnanti;
  • La fascia pinetata opportunamente attrezzata a varie funzioni, ivi compreso attività ludico-ricreative e percorsi naturalistici;
  • L’Area tra la Fascia pinetata e la Strada Litoranea destinata alle attività ricettive vere e proprie e agli stabilimenti balneari, prevedendo in uno, nel momento in cui si pubblicherà il bando per le successive assegnazioni, di stipulare apposite convenzioni che assegnano ai vari concessionari le responsabilità della cura degli spazi loro assegnati, ivi comprendendo le aree a parcheggio.

Un riferimento particolare è stato fatto riguardo alle preesistenze, che, come ha tenuto a precisare il Sindaco Melchionda nella sua esposizione, vanno sicuramente riviste ma salvaguardate, tranne che non si è costretti dal volgere di eventi straordinari come l’erosione del litorale sabbioso che compromette il perdurare dell’esercizio delle normali attività dei balneatori.

Allo stesso modo, ha precisato il Sindaco, dal momento che la nostra Fascia Costiera interessa diversi Enti ed è sottoposta a vari vincoli naturalistici e paesaggistici come il SIC, che ci si adopererà nelle more della sua approvazione, ad acquisire tutti i pareri da parte delle autorità competenti in materia ambientale, in modo da procedere alla pubblicazione del bando di concessione dei lotti velocizzando i pareri,

Martino Melchionda-Vincenzo Rotondo

Martino Melchionda-Vincenzo Rotondo

Abbiamo avviato un percorso importante – ha proseguito nella sua illustrazione del Progetto il Sindaco Martino Melchionda che si muove in direzione della definitiva attuazione del nuovo Puad.

Il piano che abbiamo elaborato tiene conto di  vincoli precisi; mi riferisco ai vincoli posti dal Sic, dalla riserva naturale, dalla sovrintendenza ai beni ambientali ed anche dal Comune di Battipaglia.

Molti non sanno che larea che va dal lido Lago al Campolongo Hospital è di proprietà del Comune di Battipaglia, pur ricadendo territorialmente nel Comune di Eboli, e ciò pone non pochi vincoli nellambito della programmazione.

Ciascun lotto – spiega il Sindaco – comprende diversi moduli; l’area corrispondente alla spiaggia, dove poter insediare attrezzature leggere; la pineta e l’area posta a monte, dove si potranno insediare attività ricettive non più solo stagionali. In tal modo si rende fruibile tutta l’area che va dalla battigia alla litoranea, con evidenti risvolti in termini occupazionali, di sicurezza, di decoro e di rilancio del turismo lungo la fascia costiera.

Vorrei ricordare che pur trattandosi di un provvedimento di competenza della Giunta, è stato sottoposto anche all’esame del Consiglio Comunale, per ricevere le opportune  osservazioni ed indirizzi; e ciò risponde anche chi crede che il Consiglio venga svuotato delle sue funzioni, al contrario, è stato valorizzato”.

Cicia-Atrigna-Melchionda-Rotondo-Vecchio-Marra

Cicia-Atrigna-Melchionda-Rotondo-Vecchio-Marra

Dello stesso avviso anche gli assessori ed i capigruppo presenti alla conferenza stampa che all’unanimità hanno sostenuto la validità del progetto: Con lapprovazione del Puad, lAmministrazione Comunale conferma il suo interesse a promuovere il rilancio e la riqualificazione ambientale della nostra fascia costiera, unarea che ricopre un ruolo chiave nellambito del nostro territorio. Esso è frutto di un percorso di condivisione anche con gli imprenditori che hanno già investito lungo la fascia costiera.

Si tratta di un progetto che,  guarda allo sviluppo e alla crescita;  contrasta anche il degrado ed il fenomeno della  prostituzione che caratterizzano la zona.

I lotti partono dalla zona a monte della fascia pinetata,  passano attraverso la pineta e arrivano fino alla spiaggia, dunque una vera e propria rivoluzione che coinvolge lintera fascia costiera. Un ringraziamento va anche agli uffici dei settori Patrimonio, Urbanistica e Attività Produttive per limportante lavoro svolto.

In particolare il Capo Gruppo dell’API Arturo Marra ha aggiunto: “Questo PUAD apre ad un nuovo processo produttivo, che non è solo riferito ad un periodo di attività limitata solo all’estate, ma è un’apertura ad un investimento che si orienta per tutto il corso dell’anno. Tra l’altro, nel PUA generale e nel PUC in seguito si pensa di prevedere anche insediamenti abitativi a servizio delle varie attività“.

Anche per il Consigliere comunale ex capogruppo del PDL ed ex indipendente Fausto Vecchio, che è intervenuto alla conferenza stampa in qualità di neo-capogruppo di Noi Sud il progetto del Nuovo PUAD è valido: “L’intuizione che ha ispirato il nuovo PUAD è ottima, e quella di aver coinvolto gli 8 km di Fascia Costiera e per 8 km tutti coloro i quali riterranno utile e vantaggioso investire in quell’area, è positivo specie nel prevedere che gli insediamenti possano esercitare le loro attività per tutto l’anno, spalmando le risorse non più su due mesi ma su 12“.

Insomma il Nuovo PUAD rappresenta il “Nuovo Piano della speranza“, una speranza lunga 8 chilometri, pensando al progetto deliberato dalla Giunta e che attende un ulteriore passaggio in Consiglio comunale e una speranza rispetto alle varie promesse che sono state avanzate da tutti i soggetti politici, ivi compreso un una mancanza progettuale complessiva in capo alla Provincia e alla Regione lunga oltre un quarantennio, rincorrendo mega progetti ma lasciando nel quotidiano degrado e abbandono.

PUAD-TAV 11-Ipotesi progettuale

PUAD-TAV 11-Ipotesi progettuale

Eboli, 11 gennaio 2014

1 commento su questo articoloLascia un commento
  1. una maggioranza di trasformisti…….vecchio vecchio hai perso la bussola…

1 pingback on this post
Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2021 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente