Alunni della Scuola Media di Olevano a lezione di Legalità, sicurezza e giustizia sociale

Lunedì 27 Gennaio 2014, ore 10.00, Sala delle riunioni, Istituto Comprensivo, Olevano sul Tusciano, presentazione del Progetto: “Educazione alla Legalità, sicurezza e giustizia sociale”.

Il progetto “Educazione alla legalità, sicurezza e giustizia sociale“, un 1° appuntamento di 5 interventi programmati, è una collaborazione sinergica tra l’Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci”, il Comune di Olevano sul Tusciano e il Tribunale per i Minori di Salerno.

Sante Massimo Lamonaca-Dario Palo.

Sante Massimo Lamonaca-Dario Palo.

da POLITICAdeMENTE il blog di Massimo Del Mese

OLEVANO sul TUSCIANO (SA) – Il giorno Lunedì p.v. 27 Gennaio 2014, alle ore 10.00, presso la Sala delle riunioni collegiali dell’Istituto Comprensivo di Olevano sul Tusciano sarà presentato agli alunni della Scuola secondaria di 1°grado ed alla cittadinanza il Progetto: “Educazione alla Legalità, sicurezza e giustizia sociale“.

Il progetto “Educazione alla legalità, sicurezza e giustizia sociale” è una collaborazione sinergica tra l’Istituto Comprensivo Statale “Leonardo da Vinci” di Olevano, il Comune di Olevano sul Tusciano e il Tribunale per i Minori di Salerno. Un primo appuntamento di 5 interventi programmati per contribuire a tracciare un percorso di crescita civile, rivolto agli alunni delle classi terze della scuola secondaria di 1°grado.

INTERVERRANNO:

  • Il Sindaco del Comune di Olevano sul Tusciano: Dr. Michele Volzone
  • Il Dirigente Scolastico:  dott. Dario Palo
  • L’Assessore alla Cultura: Filomena Poppiti
  • La delegata alla Pubblica Istruzione: Ins. Ida Caruccio
  • Il Capitano Dr. Giuseppe Costa Compagnia dei Carabinieri di Battipaglia (SA)
  • Il Maresciallo Dr. Giuseppe Esposito Compagnia dei Carabinieri di Olevano S.T.
  • Il Parroco Don Michele Del Regno
  • Il Giudice On. Esp. Tribunale di Sorveglianza di Salerno: Dr. Sante Massimo Lamonaca

Il Progetto prevede in totale 5/cinque interventi durante i quali i relatori incontreranno  gli allievi per affrontare le problematiche connesse all’illegalità diffusa nei nostri territori.

La non cultura della legalità è alla base dei mali della nostra società quali microcriminalità, anoressia, tossicodipendenza, gioco d’azzardo, pedofilia, criminalità informatica, bullismo, alcolismo, stalking e femminicidio, lotta contro le istituzioni, razzismo e oppressione dei diritti dell’individuo.

Bisogna quindi informare e formare l’uomo alla completa socializzazione dell’individuo diffondendo un’autentica cultura dei valori civili, in modo che gli adolescenti si riapproprino del senso del limite.

E’ necessario quindi far acquisire agli alunni:

  • uno stile di vita improntato ai principi della legalità, della convivenza civile, rispetto dei diritti umani e delle diversità culturali;
  • stabilire un contatto tra la scuola e il mondo del lavoro e del volontariato;
  • acquisire la consapevolezza della dimensione economica e sociale del proprio territorio;
  • comprendere il valore assoluto della vita e della persona; comprendere come l’illegalità diffusa abbia prodotto ritardi nello sviluppo sociale ed economico del territorio e che la legalità possa essere invece molla per la sua crescita e occasione reale di occupazione; comprendere la dimensione reale del fenomeno immigrazione nel nostro territorio;
  • acquisire la consapevolezza che la presenza di etnie diverse nella nostra società non va temuta, in quanto ostacolo allo sviluppo e al nostro benessere, ma va letta come un’opportunità di arricchimento umano, culturale ed economico”

Olevano sul Tusciano (SA), 24 gennaio 2014

Lascia il tuo commento

Inserisci il tuo nome

Il tuo nome

Inserisci una email valida.

Inserisci una email valida (non viene pubblicata)

Inserisci il tuo commento

POLITICAdeMENTE – Il blog di Massimo Del Mese © 2019 All Rights Reserved

2009-2016 Fluidworks Web & Media Solutions

2009-2012 by Fluidworks Web Agency Eboli (Salerno)

PoliticaDeMente